AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS | Edilone.it

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - DELIBERAZIONE 29 aprile 2005: Verifica del codice di trasmissione e di dispacciamento, di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 11 maggio 2004. (Deliberazione n. 79/05). (GU n. 115 del 19-5-2005)

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

DELIBERAZIONE 29 aprile 2005

Verifica del codice di trasmissione e di dispacciamento, di cui al
decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 11 maggio 2004.
(Deliberazione n. 79/05).

L’AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 29 aprile 2005;
Vista la legge 14 novembre 1995, n. 481 (di seguito: la legge n.
481/1995);
Visto il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79 (di seguito:
decreto legislativo n. 79/1999);
Visto il decreto-legge 29 agosto 2003, n. 239, convertito in legge,
con modificazioni, dalla legge 27 ottobre 2003, n. 290 (di seguito:
la legge n. 290/2003);
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri
11 maggio 2004, recante criteri, modalita’ e condizioni per
l’unificazione della proprieta’ e della gestione della rete elettrica
nazionale di trasmissione (di seguito: decreto del Presidente del
Consiglio dei Ministri 11 maggio 2004);
Visto l’allegato A alla deliberazione dell’Autorita’ per l’energia
elettrica e il gas (di seguito: l’Autorita) 30 dicembre 2003, n.
168/03, come successivamente modificato ed integrato;
Visto l’allegato A alla deliberazione dell’Autorita’ 30 gennaio
2004, n. 05/04, come successivamente modificato ed integrato;
Visto l’allegato A alla deliberazione dell’Autorita’ 30 dicembre
2004, n. 250/04 (di seguito: deliberazione n. 250/04);
Vista la deliberazione dell’Autorita’ 25 febbraio 2005, n. 36/05
(di seguito: deliberazione n. 36/05);
Visto il documento recante «Proposta di aggiornamento del piano di
emergenza per la sicurezza del sistema elettrico» (nuovo PESSE)
trasmesso dalla societa’ Gestore della rete di trasmissione nazionale
S.p.a. (di seguito: il GRTN) con lettera in data 21 febbraio 2005,
prot. AD/2005000023 (prot. Autorita’ n. 003882 in data 25 febbraio
2005);
Considerato che l’art. 1, comma 1, del decreto del Presidente del
Consiglio dei Ministri 11 maggio 2004, stabilisce che, entro il
31 ottobre 2005, sono trasferiti alla societa’ Tema S.p.a. (di
seguito: Tema S.p.a.) eventualmente anche attraverso conferimento, le
attivita’, le funzioni, i beni, i rapporti giuridici attivi e
passivi, ivi inclusa la titolarita’ delle convenzioni di cui all’art.
3, commi 8, 9 e 10, del decreto legislativo n. 79/1999, facenti capo
al GRTN ad eccezione di quanto previsto alle lettere a), b) e c) del
medesimo comma;
Considerato che il decreto del Presidente del Consiglio dei
Ministri 11 maggio 2004 prevede che il GRTN predisponga un documento
integrato contenente le regole tecniche, di carattere obiettivo e non
discriminatorio, ai sensi del decreto legislativo n. 79/1999, per
l’accesso e l’uso della rete elettrica nazionale di trasmissione e
delle apparecchiature direttamente connesse, per l’interoperabilita’
delle reti e per l’erogazione del servizio di dispacciamento, nonche’
i criteri generali per lo sviluppo e la difesa della sicurezza della
rete elettrica nazionale di trasmissione e per gli interventi di
manutenzione della medesima rete (di seguito: il Codice di rete); e
che, il Ministero delle attivita’ produttive e l’Autorita’
verifichino, per quanto di rispettiva competenza, ai sensi del
decreto legislativo n. 79/1999 e della legge n. 290/2003, la
conformita’ del Codice di rete alle direttive dai medesimi emanate;
Considerato che con deliberazione n. 250/04, l’Autorita’ ha emanato
direttive al GRTN per l’adozione del Codice di rete;
Considerato che con lettera in data 31 gennaio 2005, prot.
AD/P2005000011 (prot. Autorita’ n. 002267, in data 3 febbraio 2005),
il GRTN ha trasmesso all’Autorita’, per la verifica di competenza, il
Codice di rete;
Considerato che ai fini del completamento del processo di verifica
di pertinenza dell’Autorita’, con nota in data 24 marzo 2005, prot.
n. GB/M05/1229/mp, la medesima Autorita’ ha rappresentato al GRTN la
necessita’ di disporre di tutti i documenti di riferimento allegati
al Codice di rete in quanto l’analisi preliminare del predetto codice
ha evidenziato l’esistenza di numerosi documenti di riferimento ad
esso allegati (di seguito: documenti tecnici di riferimento) che, pur
non formando, secondo quanto espressamente indicato dal GRTN, parte
integrante del Codice di rete, potrebbero contenere elementi
sostanziali ai fini della compiuta definizione del quadro di diritti
ed obblighi intestati agli utenti della rete nell’ambito dei servizi
di trasmissione e di dispacciamento;
Considerato che con lettera in data 5 aprile 2005, prot. n.
(GRTN/P2005006603 (prot. Autorita’ n. 007806, in data 6 aprile 2005),
il GRTN ha trasmesso all’Autorita’ i riferimenti necessari al
reperimento di parte dei documenti tecnici di riferimento indicando,
altresi’, come alcuni di essi siano in corso di revisione, ovvero
ancora in corso di pubblicazione;
Considerato che con lettera in data 5 aprile 2005, prot.
(GRTN/P2005006618 (prot. Autorita’ n. 007807 in data 6 aprile 2005)
il GRTN ha trasmesso all’Autorita’ il Capitolo 4 del Codice di rete –
«Regole per il dispacciamento» – modificato in aderenza alle
disposizioni di cui alla deliberazione n. 36/05 in materia di regole
per il dispacciamento di merito economico a valere per l’anno 2005 in
sostituzione del precedente Capitolo 4 del Codice direte trasmesso in
data 31 gennaio 2005;
Considerato che ai fini del perseguimento del migliore raccordo tra
i distinti procedimenti di verifica del Codice di rete,
rispettivamente condotti dal Ministero delle attivita’ produttive e
dall’Autorita’, con nota in data 22 aprile 2005, prot. n.
GB/MOS/1668/mp, l’Autorita’ ha rappresentato al predetto Ministero
che, per quanto riguarda le competenze dell’Autorita’, l’attivita’
istruttoria condotta dalla medesima e’ mirata, oltre che a verificare
la conformita’ del Codice di rete alle disposizioni di cui alla
deliberazione n. 250/2004, a far emergere aspetti utili a valutare le
prescrizioni del Codice di rete sotto i profili dell’efficienza
nell’erogazione dei servizi di pubblica utilita’ (trasmissione e
dispacciamento), della tutela dei clienti finali, consumatori ed
utenti delle reti, nonche’ della promozione della concorrenza, in
coerenza con il dettato legislativo di cui all’art. 1 della legge n.
481/1995;
Considerato che l’analisi del Codice di rete ha evidenziato:
a) la necessita’ di apportare alcune correzioni di carattere
puntuale indicate nella parte A del documento Osservazioni al Codice
di rete allegato al presente provvedimento allegato A;
b) alcune criticita’ di carattere generale indicate nella parte B
dell’allegato A;
c) l’intestazione di obblighi agli utenti della rete mediante
disposizioni contenute nei documenti tecnici di riferimento indicati
nella parte C dell’allegato A.
Ritenuto che sia opportuno considerare positivamente verificato il
Codice di rete a condizione che il GRTN, entro il 24 maggio 2005,
modifichi e integri il predetto codice in aderenza alle osservazioni
di carattere puntuale riportate nella parte A dell’allegato A,
trasmettendo il testo risultante all’Autorita’;
Ritenuto che sia opportuno stabilire che, entro il 30 novembre
2005, il GRTN, ovvero il soggetto risultante dal processo di
unificazione di cui all’art. 1, comma 1, del decreto del Presidente
del Consiglio dei Ministri 11 maggio 2004 (di seguito: il soggetto
unificato), qualora operativo ai sensi del medesimo decreto del
Presidente del Consiglio dei Ministri 11 maggio 2004, proceda:
i. alla revisione del Codice di rete sulla base delle
osservazioni di carattere generale di cui alla parte B dell’allegato
A, nonche’ sulla base degli elementi di criticita’ emersi durante il
periodo di prima attuazione del medesimo codice;
ii. all’inclusione nel Codice di rete, come parte integrante e
sostanziale, delle porzioni dei documenti tecnici di riferimento,
come indicati nella parte C dell’allegato A atti al completamento
della definizione dei diritti e degli obblighi degli utenti della
rete nell’ambito di ciascun servizio erogato dal soggetto unificato;
iii. alla riformulazione dei documenti tecnici di riferimento in
modo che i medesimi riportino unicamente la descrizione tecnica delle
procedure utilizzate dal soggetto unificato ai fini’ dello
svolgimento delle attivita’ relative ai predetti servizi
Delibera:

1) di considerare positivamente verificato il Codice di rete a
condizione che il GRTN, entro il 24 maggio 2005, modifichi e integri
il predetto codice in aderenza alle osservazioni di carattere
puntuale riportate nella parte A dell’allegato A, trasmettendo il
testo risultante all’Autorita’;
2) di stabilire che, entro il 30 novembre 2005, il GRTN, ovvero il
soggetto unificato, qualora operativo ai sensi del decreto del
Presidente del Consiglio dei Ministri 11 maggio 2004, proceda:
i. alla revisione del Codice di rete sulla base delle
osservazioni di carattere generale di cui alla parte B dell’allegato
A, nonche’ sulla base degli elementi di criticita’ emersi durante il
periodo di prima attuazione del medesimo codice;
ii. all’inclusione nel Codice di rete, come parte integrante e
sostanziale, delle porzioni dei documenti tecnici di riferimento,
come indicati nella parte C dell’allegato A atti al completamento
della definizione dei diritti e degli obblighi degli utenti della
rete nell’ambito di ciascun servizio erogato dal soggetto unificato;
iii. alla riformulazione dei documenti tecnici di riferimento in
modo che i medesimi riportino unicamente la descrizione tecnica delle
procedure utilizzate dal soggetto unificato ai …

[Continua nel file zip allegato]

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Edilone.it