AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS | Edilone.it

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

AUTORITA' PER L'ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - DELIBERAZIONE 30 settembre 2004: Definizione di criteri per la determinazione delle condizioni economiche di fornitura del gas naturale in reti alimentate a mezzo carro bombolaio. (Deliberazione n. 174/04). (GU n. 243 del 15-10-2004)

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

DELIBERAZIONE 30 settembre 2004

Definizione di criteri per la determinazione delle condizioni
economiche di fornitura del gas naturale in reti alimentate a mezzo
carro bombolaio. (Deliberazione n. 174/04).

L’AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS
Nella riunione del 30 settembre 2004;
Visti:
la direttiva 2003/55/CE del Parlamento europeo e del Consiglio
26 giugno 2003;
la legge 14 novembre 1995, n. 481 (di seguito: legge n. 481/95);
il decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164 (di seguito:
decreto legislativo n. 164/00);
la legge 27 ottobre 2003, n. 290 (di seguito: legge n. 290/03);
la legge 23 agosto 2004, n. 239;
il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 31 ottobre
2002 (di seguito: D.P.C.M. 31 ottobre 2002);
il decreto del Ministero delle attivita’ produttive 24 giugno 2002;
Viste:
la deliberazione dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas
(di seguito: l’Autorita) 28 dicembre 2000, n. 237/00 e sue successive
modifiche e integrazioni (di seguito: deliberazione n. 237/00);
la deliberazione dell’Autorita’ 18 ottobre 2001, n. 229/01 e sue
successive modifiche e integrazioni (di seguito: deliberazione n.
229/01);
la deliberazione dell’Autorita’ 17 dicembre 2001, n. 306/01 (di
seguito: deliberazione n. 306/01);
la deliberazione dell’Autorita’ 21 dicembre 2001, n. 311/01 (di
seguito: deliberazione n. 311/01);
la deliberazione dell’Autorita’ 19 marzo 2002, n. 43/02;
la deliberazione dell’Autorita’ 29 novembre 2002, n. 195/02 (di
seguito: deliberazione n. 195/02);
la deliberazione dell’Autorita’ 12 dicembre 2002, n. 207/02 (di
seguito: deliberazione n. 207/02);
la deliberazione dell’Autorita’ 4 dicembre 2003, n. 138/03 e sue
successive modifiche e integrazioni (di seguito: deliberazione n.
138/03);
la deliberazione dell’Autorita’ 12 dicembre 2003, n. 152/03;
la deliberazione dell’Autorita’ 18 marzo 2004, n. 40/04;
la deliberazione dell’Autorita’ 25 giugno 2004, n. 104/04;
la deliberazione dell’Autorita’ 25 giugno 2004, n. 105/04;
la deliberazione dell’Autorita’ 29 settembre 2004, n. 168/04;
la deliberazione dell’Autorita’ 29 settembre 2004, n. 169/04;
la deliberazione dell’Autorita’ 29 settembre 2004, n. 170/04;
Visto il documento per la consultazione diffuso dall’Autorita’ in
data 5 agosto 2004, recante criteri per la determinazione delle
tariffe per l’attivita’ di fornitura di gas diversi da gas naturale
da metanodotto, distribuiti a mezzo di reti urbane, per il secondo
periodo di regolazione (di seguito: documento per la consultazione
5 agosto 2004);
Considerato che:
a seguito della liberalizzazione del settore del gas naturale,
l’attivita’ di fornitura del gas naturale in reti alimentate a mezzo
carro bombolaio e’ disciplinata dal decreto legislativo n. 164/00; e
che tale attivita’ riveste in molti casi natura transitoria,
svolgendosi nel periodo che precede l’allacciamento dell’impianto di
distribuzione alla rete di trasporto di gas naturale;
l’Autorita’, con deliberazione n. 207/02, ha adottato una
direttiva urgente agli esercenti l’attivita’ di vendita del gas
naturale ai clienti finali che prevede:
a) all’art. 1, comma 1, che gli esercenti l’attivita’ di
vendita applicano le condizioni economiche definite ai sensi della
deliberazione n. 237/00 e della deliberazione n. 195/02, sia ai
clienti finali che, alla data del 31 dicembre 2002, si trovavano
nella condizione di cliente non idoneo, sia ai clienti finali che,
trovandosi nella condizione di cliente idoneo alla medesima data, non
avevano esercitato la capacita’ di stipulare nuovi contratti connessa
a tale condizione;
b) all’art. 1, comma 2, che la disposizione richiamata alla
precedente lettera a) si applica fino a quando il cliente finale
esercita la capacita’ di stipulare nuovi contratti, accettando una
nuova offerta contrattuale;
c) all’art. 1, comma 3, lettera a), che gli esercenti
l’attivita’ di vendita propongono, ai clienti finali che, alla data
del 31 dicembre 2002, si trovavano nella condizione di cliente non
idoneo, unitamente a quelle dagli stessi definite, offerte
contrattuali recanti condizioni economiche determinate sulla base di
criteri stabiliti dall’Autorita’ con successivo provvedimento;
d) all’art. 2, comma 1, che le condizioni economiche di cui
all’art. 1, comma 1, sono sostituite di diritto da quelle determinate
sulla base dei criteri di cui alla precedente lettera c) e si
applicano nel caso richiamato dalla stessa lettera c);
con la deliberazione n. 138/03, l’Autorita’ e’ intervenuta per
definire le condizioni economiche da applicarsi ai clienti finali di
gas naturale di cui alla deliberazione n. 207/02, ed ha
successivamente precisato che per quanto riguarda la fornitura del
gas naturale in reti alimentate a mezzo di carro bombolaio le
condizioni economiche della deliberazione n. 138/03 non si applicano
a tale fornitura che pertanto risulta disciplinata dalle disposizioni
di cui all’art. 9 della deliberazione n. 237/00;
Considerato che nel documento per la consultazione 5 agosto 2004,
l’Autorita’ ha illustrato la proposta di:
calcolare, a decorrere dal secondo periodo di regolazione, le
condizioni economiche di fornitura di gas naturale a mezzo carro
bombolaio, tenuto conto di quanto previsto dalla deliberazione n.
138/03;
prevedere particolari condizioni per la componente materia prima
in considerazione delle specificita’ dell’attivita’ di fornitura del
gas naturale in reti alimentate a mezzo carro bombolaio;
Ritenuto che sia necessario:
definire condizioni economiche per la fornitura del gas naturale
in reti alimentate a mezzo di carro bombolaio coerenti con quelle
definite con deliberazione n. 138/03;
identificare all’interno della componente materia prima una quota
corrispondente al corrispettivo variabile relativo alla
commercializzazione all’ingrosso, in analogia a quanto adottato nella
deliberazione n. 138/03, e una componente relativa ai costi di
trasporto e altri costi; quest’ultima componente, per quanto riguarda
le reti alimentate a mezzo carro bombolaio assume connotazioni
specifiche, in quanto non assimilabile al caso di reti alimentate via
metanodotto;
Ritenuto che sia opportuno:
definire i criteri di cui all’art. 1, comma 3, lettera a), della
deliberazione n. 207/02, al fine di assicurare la tutela ai clienti e
consentire agli stessi di scegliere sulla base di informazioni
trasparenti e non discriminatorie;
diversamente da quanto prospettato nel documento per la
consultazione del 5 agosto 2004, non tenere conto ai fini della
determinazione della componente relativa ai costi di trasporto e
altri costi, della riduzione intervenuta tra il 2001 e il 2003
relativamente alle tariffe di trasporto e di stoccaggio, tenuto conto
della specificita’ della fornitura e della dinamica dei costi
registrata nei casi di reti alimentate a mezzo carro bombolaio;
prevedere una modalita’ di calcolo della quota per la vendita al
dettaglio che tenga conto dei costi sostenuti dagli esercenti per i
clienti finali con consumi annui fino a 20 GJ, in conseguenza degli
obblighi imposti dalla deliberazione n. 229/01;
prevedere in capo agli esercenti l’attivita’ di vendita obblighi
informativi a beneficio dell’Autorita’;
Delibera:
Art. 1.
Definizioni
1.1 Ai fini del presente provvedimento si applicano le definizioni
di cui all’art. 2 del decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164 (di
seguito: decreto legislativo n. 164/00).

Art. 2.
Ambito di applicazione
2.1 Il presente provvedimento definisce, con decorrenza 1° ottobre
2004, i criteri per la determinazione delle condizioni economiche di
fornitura di gas naturale in reti alimentate a mezzo carro bombolaio
previste dall’art. 1, comma 3, lettera a) della deliberazione
dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas (di seguito:
Autorita) 12 dicembre 2002, n. 207/02 (di seguito: deliberazione n.
207/02) (di seguito: condizioni economiche) e relative ai clienti
finali di cui alla medesima deliberazione n. 207/02.
2.2 Le condizioni economiche devono essere proposte anche ai
clienti finali allacciati alle reti alimentate a carro bombolaio dopo
il 31 dicembre 2002, la cui categoria non rientra tra le categorie
previste dall’art. 22, comma 1, del decreto legislativo n. 164/00.
2.3 Le condizioni economiche non si applicano alle localita’ che,
ai sensi della deliberazione dell’Autorita’ 29 settembre 2004, n.
170/04 (di seguito: deliberazione n. 170/04), sono esentate dal
calcolo dei vincoli di ricavi per l’attivita’ di distribuzione di cui
alla medesima deliberazione.
2.4 Il presente provvedimento definisce anche gli obblighi di
comunicazione e le tipologie di clienti finali per i quali gli
esercenti devono trasmettere all’Autorita’ e al Ministero delle
attivita’ produttive i prezzi medi di fornitura del gas naturale.

Art. 3.
Condizioni economiche
3.1 Le condizioni economiche di fornitura di gas naturale in reti
alimentate a mezzo carro bombolaio con riferimento all’i-esimo ambito
tariffario (di seguito: l’ambito) sono date dalla somma delle
seguenti componenti:
a) il corrispettivo relativo alla commercializzazione
all’ingrosso, calcolato ai sensi dell’art. 4 del presente
provvedimento;
b) la componente tariffaria del trasporto e altri c…

[Continua nel file zip allegato]

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Edilone.it