AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERAZIONE 22 marzo 2006 | Edilone.it

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI – DELIBERAZIONE 22 marzo 2006

AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERAZIONE 22 marzo 2006 - Avvio del procedimento istruttorio di analisi del mercato dell'originazione da rete mobile di chiamate verso numerazioni non geografiche, ai sensi dell'articolo 19 del codice delle comunicazioni elettroniche. (Deliberazione n. 162/06/CONS). (GU n. 83 del 8-4-2006)

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

DELIBERAZIONE 22 marzo 2006

Avvio del procedimento istruttorio di analisi del mercato
dell’originazione da rete mobile di chiamate verso numerazioni non
geografiche, ai sensi dell’articolo 19 del codice delle comunicazioni
elettroniche. (Deliberazione n. 162/06/CONS).

L’AUTORITA’ PER LE GARANZIE
NELLE COMUNICAZIONI
Nella sua riunione di Consiglio del 22 marzo 2006;
Vista la legge 31 luglio 1997, n. 249, recante istituzione
dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui
sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisivo;
Vista la legge 10 ottobre 1990, n. 287, recante norme per la tutela
della concorrenza e del mercato;
Vista la legge 14 novembre 1995, n. 481, recante norme per la
concorrenza e la regolazione dei servizi di pubblica utilita’.
Istituzione delle Autorita’ di regolazione dei servizi di pubblica
utilita’;
Visto il decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259, di recepimento
delle direttive 2002/19/CE (direttiva accesso), 2002/20/CE (direttiva
autorizzazioni), 2002/21/CE (direttiva quadro), 2002/22/CE (direttiva
servizio universale), recante «Codice delle comunicazioni
elettroniche» (di seguito, il Codice), pubblicato nel supplemento
ordinario n. 150 alla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.
214 del 15 settembre 2003;
Vista la Raccomandazione sui mercati rilevanti dei prodotti e dei
servizi nell’ambito del nuovo quadro regolamentare delle
comunicazioni elettroniche, relativamente all’applicazione di misure
ex ante secondo quanto disposto dalla direttiva 2002/21/CE,
dell’11 febbraio 2003 (di seguito, la raccomandazione), pubblicata
nella Gazzetta Ufficiale delle Comunita’ europee L 114 dell’8 maggio
2003;
Vista la Raccomandazione relativa alle notificazioni, ai termini e
alle consultazioni di cui all’art. 7 della direttiva 2002/21/CE del
Parlamento europeo e del Consiglio del 7 marzo 2003, che istituisce
un quadro normativo comune per le reti e i servizi di comunicazione
elettronica, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale delle Comunita’
europee L 190 del 30 luglio 2003;
Viste le linee direttrici della Commissione per l’analisi del
mercato e la valutazione del significativo potere di mercato ai sensi
del nuovo quadro normativo comunitario per le reti e i servizi di
comunicazione elettronica, adottate dalla Commissione il 9 luglio
2002, pubblicate nella Gazzetta Ufficiale delle Comunita’ europee C
165 dell’11 luglio 2002;
Vista la delibera n. 316/02/CONS del 9 ottobre 2002, recante
«Regolamento concernente l’organizzazione e il funzionamento
dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni e successive
modificazioni e integrazioni», pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana del 5 novembre 2002, n. 259 e successive
modificazioni;
Vista la delibera n. 335/03/CONS del 24 settembre 2003, recante
«Modifiche e integrazioni al regolamento concernente l’accesso ai
documenti, approvato con delibera n. 217/01/CONS» pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 15 ottobre 2003, n.
240;
Vista la delibera n. 453/03/CONS del 23 dicembre 2003, recante
«Regolamento concernente la procedura di consultazione di cui
all’art. 11 del decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259»
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del
28 gennaio 2004, n. 22;
Visto l’accordo di collaborazione tra l’Autorita’ per le garanzie
nelle comunicazioni e l’Autorita’ garante della concorrenza e del
mercato in materia di comunicazioni elettroniche, del 27 gennaio
2004;
Vista la delibera n. 118/04/CONS del 5 maggio 2004, recante
«Disciplina dei procedimenti istruttori di cui al nuovo quadro
regolamentare delle comunicazioni elettroniche» pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 19 maggio 2004, n.
116;
Vista la delibera n. 373/05/CONS del 16 settembre 2005, recante
«Modifica della delibera n. 118/04/CONS recante «Disciplina dei
procedimenti istruttori di cui al nuovo quadro regolamentare delle
comunicazioni elettroniche» pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana del 3 ottobre 2005, n. 230;
Vista la delibera n. 46/06/CONS del 25 gennaio 2006, recante
«Mercato dell’accesso e della raccolta delle chiamate nelle reti
telefoniche pubbliche mobili (mercato n. 15 della raccomandazione
della Commissione europea n. 2003/311/CE): identificazione ed analisi
del mercato, valutazione di sussistenza di imprese con significativo
potere di mercato ed individuazione degli obblighi regolamentari»
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana
24 febbraio 2006 n. 46;
Considerato che, alla luce di quanto stabilito all’art. 19, comma
5, del Codice, qualora l’Autorita’ accerti, anche mediante un’analisi
dinamica, che un mercato rilevante non sia effettivamente
concorrenziale, individua le imprese che dispongono di un
significativo potere di mercato conformemente all’art. 17 e
contestualmente impone a tali imprese gli appropriati obblighi di
regolamentazione di cui al comma 3, ovvero mantiene in vigore o
modifica tali obblighi laddove gia’ esistano;
Considerato che l’Autorita’ con la delibera n. 46/06/CONS ha
stabilito che il servizio di originazione da rete mobile delle
chiamate verso numerazioni non geografiche non dovesse essere
ritenuto incluso nel mercato rilevante relativo ai servizi di accesso
e raccolta delle chiamate nelle reti telefoniche pubbliche mobili
(mercato 15 della raccomandazione della Commissione europea n.
2003/311/CE). L’Autorita’ ha ritenuto, infatti, che tali servizi
rappresentino uno specifico mercato, distinto dal mercato di accesso
e raccolta delle chiamate nelle reti telefoniche mobili oggetto
dell’analisi svolta, in quanto caratterizzato da condizioni di
domanda ed offerta, nonche’ da dinamiche concorrenziali differenti;
Rilevata, altresi’, la necessita’ di svolgere un’analisi distinta
del mercato relativo alla fornitura all’ingrosso del servizio di
originazione da rete mobile delle chiamate verso numerazioni non
geografiche;
Considerato che la Commissione europea, nella lettera di commenti
allo schema di provvedimento relativo al mercato all’ingrosso di
accesso e originazione delle chiamate nelle reti telefoniche
pubbliche mobili in Italia (caso IT/2005/0259) del 9 novembre 2005,
ha invitato l’Autorita’ ad avviare l’analisi del suddetto mercato
dell’originazione verso numerazioni non geografiche nel piu’ breve
tempo possibile e conseguentemente procedere alla notifica ex art. 7,
comma 3, della Direttiva quadro n. 2002/21/CE;
Considerato che le proposte di provvedimento saranno sottoposte
alle procedure di cui agli articoli 11 e 12 del Codice, nonche’ alla
consultazione prevista dalla delibera n. 453/03/CONS;
Considerato che, al termine della fase di consultazione nazionale,
lo schema di provvedimento sara’ inviato all’Autorita’ garante della
concorrenza e del mercato, secondo quanto previsto dall’accordo di
collaborazione del 27 gennaio 2004;
Considerato che, al termine delle fasi sopra descritte, la proposta
di provvedimento sara’ inviata alla Commissione europea, secondo
quanto previsto dall’art. 12 del Codice;
Udita la relazione dei commissari Roberto Napoli ed Enzo Savarese,
relatori ai sensi dell’art. 29 del regolamento di organizzazione e
funzionamento;
Delibera:
Art. 1.
Avvio del procedimento
1. E’ avviato un procedimento istruttorio avente ad oggetto
l’analisi del mercato rilevante dell’originazione nelle reti mobili
delle chiamate verso numerazioni non geografiche (convenzionalmente
indicato come Mercato 15bis), la valutazione di concorrenzialita’,
l’identificazione degli eventuali operatori dominanti e la
formulazione di una proposta in merito alla revoca, mantenimento o
modifica degli obblighi esistenti, ovvero in merito all’introduzione
di nuovi obblighi.
2. Il responsabile del procedimento e’ la dott.ssa Federica Alfano
della Direzione analisi dei mercati, concorrenza e assetti.
3. Il procedimento e’ svolto secondo la disciplina adottata con
delibera n. 118/04/CONS e successive modificazioni.
4. Fatte salve le sospensioni previste dalla delibera n.
118/04/CONS, il termine di conclusione del procedimento e’ di
centoventi giorni dalla entrata in vigore del presente provvedimento.
Il presente provvedimento e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana e sul sito web dell’Autorita’.
Roma, 22 marzo 2006
Il presidente
Calabro’
I commissari relatori
Napoli-Savarese

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI – DELIBERAZIONE 22 marzo 2006

Edilone.it