AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERAZIONE 17 luglio 2002 | Edilone.it

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI – DELIBERAZIONE 17 luglio 2002

AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERAZIONE 17 luglio 2002 Contratti a tempo determinato. (Delibera n. 236/02/CONS). (GU n. 184 del 7-8-2002)

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

DELIBERAZIONE 17 luglio 2002

Contratti a tempo determinato. (Delibera n. 236/02/CONS).

L’AUTORITA’ PER LE GARANZIE
NELLE COMUNICAZIONI

Nella sua riunione di Consiglio del 17 luglio 2002;
Vista la legge 14 novembre 1995, n. 481, recante “Norme per la
concorrenza e la regolazione dei servizi di pubblica utilita’.
Istituzione delle Autorita’ di regolazione dei servizi di pubblica
utilita’”;
Vista la legge 31 luglio 1997, n. 249, che istituisce l’Autorita’
per le garanzie nelle comunicazioni;
Visto, in particolare, il comma 18 dell’art. 1 della stessa legge
istitutiva che prevede la possibilita’ di assumere personale
dipendente e con contratto a tempo determinato, disciplinato dalle
norme di diritto privato, con le modalita’ di cui all’art. 2, comma
30, della legge n. 481/1995;
Vista la propria delibera n. 17/98 recante “Approvazione dei
regolamenti concernenti l’organizzazione ed il funzionamento, la
gestione amministrativa e la contabilita’, il trattamento giuridico
ed economico del personale dell’Autorita’ per le garanzie nelle
comunicazioni” e successive modifiche ed integrazioni;
Visto, in particolare, l’art. 47 del sopra menzionato regolamento,
che prevede la possibilita’ di assumere personale a contratto anche
per le segreterie dei componenti;
Visto, altresi’, l’art. 48 del regolamento per il trattamento
giuridico ed economico del personale che prevede gli ambiti e le
modalita’ per l’attivazione di contratti a tempo determinato;
Vista la propria delibera n. 294/01/CONS recante “Cessazione
dell’efficacia delle disposizioni transitorie relative alla fase di
avviamento delle attivita’ istituzionali”;
Considerata la necessita’ di avvalersi, per risorse e
professionalita’ non presenti all’interno dell’Autorita’, di
personale assunto con contratti a tempo determinato da individuare
tramite selezioni pubbliche;
Considerata, inoltre, la possibilita’ di attivare appositi
contratti a tempo determinato per l’acquisizione del personale da
assegnare alle segreterie dei componenti, anche sulla base di un
imprescindibile rapporto fiduciario;
Ritenuto di individuare criteri generali per la valutazione delle
specifiche esperienze maturate e competenze possedute dal personale
da assumere a contratto anche ai fini della conseguente definizione
del relativo trattamento giuridico ed economico;
Vista la proposta del segretario generale;
Udita la relazione del presidente;
Delibera:
Art. 1.
Personale a contratto

1. L’Autorita’ per garantire lo svolgimento di funzioni
istituzionali, qualora non sia possibile ricorrere alle risorse ed
alle professionalita’ esistenti, puo’ avvalersi di personale a
contratto, nel numero massimo di 60 unita’.
2. Al personale a contratto si applicano, in quanto compatibili, le
disposizioni concernenti il personale di ruolo dell’Autorita’.
3. Il personale a contratto svolge le medesime funzioni del
personale di ruolo, secondo le disposizioni di cui rispettivamente
agli articoli 24, 25 e 26 del regolamento per il trattamento
giuridico ed economico del personale.
4. I contratti hanno una durata non superiore ai due anni e non
possono essere rinnovati per piu’ di due volte.
5. La progressione economica del personale con contratto a tempo
determinato avviene sulla base di scatti annuali. In caso di rinnovo
di contratti e’ attribuito il trattamento economico in misura pari a
quello goduto al momento del rinnovo stesso. All’atto della
cessazione del rapporto, a qualunque titolo avvenga, e’ corrisposto
al personale a contratto un numero di mensilita’ pari agli anni di
servizio prestato, o frazione di anno superiore ai sei mesi.
6. Le assunzioni del personale a contratto avvengono mediante
procedure selettive pubbliche, delle quali viene data notizia nella
Gazzetta Ufficiale, sul sito web dell’Autorita’ e sui maggiori
quotidiani; tale pubblicazione concerne, tra l’altro, i requisiti di
partecipazione ed il trattamento giuridico ed economico da
attribuire, determinati, di volta in volta, in relazione agli
specifici obiettivi e professionalita’ per le quali si intendono
attivare i contratti.
7. La valutazione delle esperienze maturate e delle competenze
possedute dai candidati e’ effettuata sulla base dei titoli
presentati e mediante un apposito colloquio, da una commissione
costituita da tre esperti nelle materie previste nella selezione,
scelti tra dirigenti e funzionari dell’Autorita’, salvo che le
specifiche professionalita’ da selezionare non richiedano competenze,
anche di livello universitario, esterne all’Autorita’.
8. La commissione di cui al comma 7 e’ costituita con provvedimento
del segretario generale e non possono farne parte coloro che
ricoprono cariche politiche o che siano rappresentanti sindacali o
delle associazioni professionali.
9. Ai fini di cui al comma 7, per la valutazione delle competenze
possedute sono considerati, sulla base delle tabelle A e B allegate
alla presente delibera, in particolare: il titolo di studio, i
diplomi di specializzazione post universitaria ovvero i dottorati di
ricerca o le seconde lauree, le conoscenze linguistiche, le
conoscenze informatiche, le abilitazioni professionali ed eventuali
pubblicazioni scientifiche che possano essere di interesse
dell’Autorita’. Per la valutazione delle esperienze maturate
d’interesse dell’Autorita’ e coerenti con le professionalita’
richieste, considerate in relazione alla durata, al tipo di attivita’
svolta, alle posizioni funzionali ricoperte, nonche’ alla
retribuzione in godimento, sono valutati in particolare: l’attivita’
svolta, anche in posizione di praticante, presso l’Autorita’, presso
pubbliche amministrazioni, altri enti o imprese, istituzioni di
ricerca, istituzioni comunitarie, ovvero l’attivita’ libero
professionale coerente con le professionalita’ richieste.

Art. 2.
Contratti ai sensi dell’art. 47, comma 3 del regolamento per il
trattamento giuridico ed economico del personale

1. Il personale delle segreterie del presidente e dei commissari
puo’ essere assunto, su specifica designazione del componente e sulla
base delle tabelle A e B allegate alla presente delibera, con
appositi contratti a tempo determinato. I contratti hanno una durata
non superiore ai due anni e possono essere rinnovati, in conformita’
a quanto dispone l’art. 2, comma 30, della legge n. 481/1995, fino
alla cessazione del mandato del presidente o del commissario presso
la cui segreteria il contratto e’ stato attivato; in ogni caso la
cessazione del mandato da’ luogo alla risoluzione del contratto.
2. I contratti a tempo determinato stipulati ai sensi del presente
articolo non costituiscono titolo per l’accesso alla riserva di posti
nei concorsi pubblici di cui alla delibera n. 294/01/CONS.
3. Le funzioni svolte dal personale assunto a contratto sono
definite dai componenti stessi nell’ambito di quelle individuate,
rispettivamente, dagli articoli 25 e 26. Il personale assunto con
contratto a tempo determinato presso le segreterie dei componenti non
puo’ essere destinato alle unita’ organizzative.
4. Al personale assunto a contratto presso le segreterie dei
componenti si applicano le disposizioni di cui ai commi 2 e 5
dell’art. 1.
5. Il trattamento giuridico ed economico del personale di cui al
presente articolo viene definito, nel rispetto dei criteri di cui
all’art. 48 del regolamento per il trattamento giuridico ed economico
del personale, sulla base delle competenze possedute ed esperienze
maturate secondo le tabelle C e D allegate alla presente delibera.

Art. 3.
Disposizioni abrogative e finali

1. A far data dell’entrata in vigore della presente delibera
cessano di avere efficacia la delibera n. 5/98 ed ogni altra
disposizione dell’Autorita’ in contrasto o incompatibile con quanto
previsto nella presente delibera.
2. Il direttore del Dipartimento risorse umane e finanziarie
provvede agli atti ed alle iniziative per l’attuazione della presente
delibera.
La presente delibera e’ pubblicata nella Gazzetta Ufficiale e nel
Bollettino ufficiale dell’Autorita’.
Napoli, 17 luglio 2002

Il presidente
Cheli
Il segretario generale
Botto

TABELLA A, CONTENENTE I CRITERI PER LA VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE E
DELLE ESPERIENZE DEL PERSONALE CON QUALIFICA DI DIRIGENTE O DI
FUNZIONARIO ASSUNTO CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO.

Competenze:

Voto di laurea > 105…. |1 punto
———————————————————————
Laurea conseguita con lode…. |1 punto
———————————————————————
|Fino a 3 punti valutato su
Pubblicazioni scientifiche |pubblicazioni a stampa o atti di
d’interesse dell’Autorita’ |convegni internazionali
———————————————————————
Dottorati di ricerca…. |3 punti
———————————————————————
Conseguimento dei titolo finale di|
Master inferiore all’anno |1 punto
———————————————————————
Conseguimento dei titolo finale |
Master pari o superiore al…

[Continua nel file zip allegato]

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI – DELIBERAZIONE 17 luglio 2002

Edilone.it