AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERAZIONE 15 dicembre 2005 | Edilone.it

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI – DELIBERAZIONE 15 dicembre 2005

AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERAZIONE 15 dicembre 2005 - Integrazione delle soglie di prezzo massimo previste dal piano di numerazione, di cui alla delibera n. 9/03/CIR. (Deliberazione n. 84/05/CIR). (GU n. 21 del 26-1-2006)

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

DELIBERAZIONE 15 dicembre 2005

Integrazione delle soglie di prezzo massimo previste dal piano di
numerazione, di cui alla delibera n. 9/03/CIR. (Deliberazione n.
84/05/CIR).

L’AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

Nella riunione della Commissione per le infrastrutture e le reti
del 15 dicembre 2005;
Vista la legge 31 luglio 1997, n. 249, recante «Istituzione
dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui
sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisivo»;
Visto il decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259, recante
«Codice delle comunicazioni elettroniche», pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana n. 215 del 15 settembre 2003 ed,
in particolare, l’art. 15;
Vista la delibera n. 9/03/CIR, del 3 luglio 2003, recante «Piano di
numerazione nel settore delle telecomunicazioni e disciplina
attuativa», pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana n. 177 del 1° agosto 2003;
Visto, in particolare, l’art. 1, comma 2 della delibera n. 9/03/CIR
che prevede che il Piano di numerazione venga monitorato ed
eventualmente aggiornato in relazione all’evolversi delle esigenze
del mercato, alla disponibilita’ delle risorse di numerazione ed alla
loro efficiente allocazione;
Vista la delibera n. 65/05/CIR, del 7 settembre 2005, recante
«Avvio di procedimento per l’integrazione delle soglie di prezzo
massimo previste dal piano di numerazione di cui alla delibera n.
9/03/CIR – Misura d’urgenza», pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana n. 230 del 3 ottobre 2005;
Visto in particolare l’art. 2, comma 1 della delibera n. 65/05/CIR
con il quale l’Autorita’, attraverso la modifica della tabella 1
allegata alla delibera n. 9/03/CIR, aveva ritenuto necessario
introdurre, in via d’urgenza e nelle more della conclusione del
procedimento di cui all’art. 1 della medesima delibera, una soglia di
prezzo massimo per l’accesso da rete fissa alle numerazioni «0878»
pari a quanto previsto per la fascia di costo 1 della tabella 2
allegata al Piano di numerazione, ossia 0,0656 euro (esclusa l’IVA)
per la quota alla risposta e 0,2293 euro (esclusa l’IVA) per il
prezzo minutario;
Considerato che la Societa’ Telecom Italia ha richiesto di
partecipare al procedimento di cui alla delibera n. 65/05/CONS,
inviando una memoria in data 28 ottobre 2005 e richiedendo di essere
sentita in audizione, tenutasi in data 11 novembre 2005;
Considerato che Telecom Italia ha proposto una variazione della
soglia di prezzo massimo prevista dalla delibera n. 65/05/CIR, da
individuare in analogia ai valori previsti per le numerazioni a
tariffazione specifica su codice 892, ossia un valore massimo di 0,3
euro (esclusa l’IVA) per la quota alla risposta e di 1,5 euro
(esclusa l’IVA) per il prezzo minutario, al fine di poter offrire
sulle numerazioni «0878» anche servizi innovativi. A tal proposito,
la Societa’ ha contestualmente richiesto una revisione della delibera
n. 9/03/CIR con riferimento alle numerazioni per servizi di chiamate
di massa ed ai servizi offribili su tali numerazioni;
Ritenuto che lo scopo del procedimento avviato con la delibera n.
65/05/CIR e’ tuttavia quello di integrare le soglie di prezzo massimo
di cui alla delibera n. 9/03/CIR con una soglia specifica per le
numerazioni «0878» e che pertanto eventuali innovazioni al Piano di
numerazione, volte a modificare le numerazioni utilizzabili per i
servizi di chiamate di massa e la tipologia di servizi da offrire su
tale numerazioni, potranno trovare valutazione nell’ambito della
pertinente sede della periodica revisione del Piano, alla luce
dell’evoluzione del mercato e delle esigenze degli utenti;
Considerato che, secondo quanto previsto dal Piano di numerazione,
di cui all’allegato alla delibera n. 9/03/CIR, le numerazioni per
servizi di chiamate di massa sono utilizzate, di volta in volta in
limitati periodi temporali, per consentire la partecipazione di una
notevole quantita’ di utenti ad eventi che prevedono un numero molto
elevato di tentativi di chiamata concentrati nel tempo e che,
nell’ambito di tali numerazioni per servizi di chiamate di massa,
quelle definite dal codice «0878» sono dedicate al servizio di
«televoto», ossia consentono il conteggio delle indicazioni di voto
espresse dal chiamante attraverso la selezione della numerazione
successiva al codice «0878» medesimo;
Rilevato che le numerazioni «0878» devono essere utilizzate per il
conteggio delle indicazioni di voto espresse, in occasione di
determinati eventi, dal chiamante attraverso la selezione della
numerazione e che pertanto le stesse numerazioni non possono essere
utilizzate per altri servizi a sovrapprezzo quali quelli di
intrattenimento o per i servizi di accesso ad Internet, per i quali
sono disponibili altre numerazioni;
Considerato che l’Autorita’ si e’ riservata, all’art. 28, comma 6
del Piano di numerazione, di rivedere ed integrare le soglie di
prezzo massimo di cui alle tabelle 1 e 2 allegate al Piano medesimo,
alla luce dell’evoluzione della situazione di mercato;
Considerato, ai fini della regolamentazione della materia, che
l’adozione di una soglia di prezzo massimo di valore limitato per
l’accesso a tali numerazioni risulta adeguata alle utilizzazioni per
le quali tali numerazioni sono state previste;
Considerato tuttavia che la soglia di prezzo massimo proposta da
Telecom Italia risulta elevata e non coerente con le finalita’ d’uso
proprie delle numerazioni «0878»;
Ritenuto, pertanto, in esito al procedimento, necessario confermare
la misura introdotta, in via d’urgenza, dall’art. 2, comma 1, di cui
alla delibera n. 65/05/CIR, in quanto il valore previsto risulta
adeguato alle utilizzazioni per le quali tali numerazioni sono state
previste, con riferimento in particolare alla quota di risposta che
e’ pari a quella prevista da Telecom Italia per le normali chiamate
geografiche, alle quali le numerazioni «0878» possono essere
paragonate dal punto di vista dell’utente finale;
Vista la proposta formulata dal Dipartimento regolamentazione;
Udita la relazione del commissario Stefano Mannoni, relatore ai
sensi dell’art. 32, comma 1, del regolamento concernente
l’organizzazione ed il funzionamento dell’Autorita’;
Delibera:

Art. 1.
Prezzo massimo per numerazioni 0878

1. E’ confermata la soglia di prezzo massimo per l’accesso da
rete fissa alle numerazioni «0878», pari a 6,56 centesimi di euro
alla risposta (esclusa l’IVA) e 22,93 centesimi di euro al minuto
(esclusa l’IVA) introdotta in via d’urgenza con la delibera n.
65/05/CONS.
2. La tabella 1 dell’allegato A al Piano di numerazione
nazionale, di cui alla delibera n. 9/03/CIR, e’ sostituita dalla
tabella 1 allegata alla presente delibera.
3. In caso di inottemperanza delle disposizioni di cui al
presente provvedimento si applicano le sanzioni previste dalla
normativa vigente.
La presente delibera e’ pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana, nel sito web e nel Bollettino ufficiale
dell’Autorita’.
Napoli, 15 dicembre 2005
Il Presidente: Calabro’
Il commissario relatore: Mannoni

Allegato

TABELLA 1: SOGLIE DI PREZZO MASSIMO. I VALORI INDICATI NON INCLUDONO
L’IVA E RIGUARDANO L’ACCESSO DA RETE FISSA

—-> Vedere Tabella a pag. 59 in formato zip/pdf

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI – DELIBERAZIONE 15 dicembre 2005

Edilone.it