AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERAZIONE 14 giugno 2006 | Edilone.it

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI – DELIBERAZIONE 14 giugno 2006

AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERAZIONE 14 giugno 2006 - Mercato nazionale all'ingrosso per servizi internazionali di roaming per le reti telefoniche pubbliche mobili (Mercato n. 17 della Raccomandazione della Commissione europea n. 2003/311/CE): identificazione ed analisi del mercato, valutazione di sussistenza di imprese con significativo potere di mercato ed individuazione degli obblighi regolamentari. (Deliberazione n. 381/06/CONS). (GU n. 154 del 5-7-2006- Suppl. Ordinario n.160)

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

DELIBERAZIONE 14 giugno 2006

Mercato nazionale all’ingrosso per servizi internazionali di
roaming per le reti telefoniche pubbliche mobili (Mercato n. 17 della
Raccomandazione della Commissione europea n. 2003/311/CE):
identificazione ed analisi del mercato, valutazione di sussistenza di
imprese con significativo potere di mercato ed individuazione degli
obblighi regolamentari. (Deliberazione n. 381/06/CONS).

Capo I
Definizione del mercato rilevante e valutazionedel significativo potere
di mercato
L’AUTORITA’
Nella sua riunione di Consiglio del 14 giugno 2006;
Vista la legge 31 luglio 1997, n. 249, recante «Istituzione
dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui
sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisivo»;
Visto il decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259, recante
«Codice delle comunicazioni elettroniche», pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana n. 215 del 15 settembre 2003;
Vista la Raccomandazione della Commissione europea n. 497/03 sui
mercati rilevanti dei prodotti e dei servizi nell’ambito del nuovo
quadro regolamentare delle comunicazioni elettroniche, relativamente
all’applicazione di misure ex ante secondo quanto disposto dalla
direttiva 2002/21/CE dell’11 febbraio 2003, pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale delle Comunita’ europee L 114 dell’8 maggio 2003;
Vista la delibera n. 118/04/CONS del 5 maggio 2004, recante
«Disciplina dei procedimenti istruttori di cui al nuovo quadro
regolamentare delle comunicazioni elettroniche», pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 116 del 19 maggio
2004 e le conseguenti disposizioni organizzative di cui alle
determinazioni nn. 1/04 e 2/04, nonche’ nn.1/05 e 2/05;
Vista la delibera n. 373/05/CONS del 16 settembre 2005, che
modifica la delibera n. 118/04/CONS recante «Disciplina dei
procedimenti istruttori di cui al nuovo quadro regolamentare delle
comunicazioni elettroniche», pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana n. 230 del 3 ottobre 2005;
Vista la delibera n. 320/04/CONS del 29 settembre 2004, recante
«Proroga dei termini di conclusione dei procedimenti istruttori di
cui alla delibera n. 118/04/CONS», pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana n. 241 del 13 ottobre 2004;
Vista la delibera n. 425/04/CONS del 9 dicembre 2004 recante
«Sospensione dei termini del procedimento di cui alla delibera n.
118/04/CONS relativo all’analisi del mercato nazionale all’ingrosso
per servizi internazionali di roaming per le reti telefoniche
pubbliche mobili (mercato n. 17 fra quelli identificati dalla
Raccomandazione sui mercati rilevanti dei prodotti e dei servizi
della Commissione europea)», pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana n. 10 del 14 gennaio 2005;
Vista la delibera n. 29/05/CONS del 10 gennaio 2005, recante
«Proroga dei termini di conclusione dei procedimenti istruttori di
cui alla delibera n. 118/04/CONS», pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana n. 16 del 21 gennaio 2005;
Vista la delibera n. 239/05/CONS del 22 giugno 2005, recante
«Proroga dei termini di conclusione dei procedimenti istruttori di
cui alla delibera n. 118/04/CONS» pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana n. 159 dell’11 luglio 2005;
Vista la delibera n. 2/06/CONS del 12 gennaio 2006 recante «Proroga
dei termini di conclusione dei procedimenti istruttori di cui alla
delibera n. 118/04/CONS» pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana n. 32 dell’8 febbraio 2006;
Vista la delibera n. 217/01/CONS recante «Regolamento concernente
l’accesso ai documenti» pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana n. 141 del 20 giugno 2001;
Vista la delibera n. 335/03/CONS, recante «Modifiche e integrazioni
al regolamento concernente l’accesso ai documenti approvato con
delibera n. 217/01/CONS», pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana n. 240 del 15 ottobre 2003;
Vista la delibera n. 453/03/CONS, recante il «Regolamento
concernente la procedura di consultazione di cui all’art. 11 del
decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259», pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 22 del 28 gennaio
2004;
Vista la delibera n. 78/06/CONS, recante «Consultazione pubblica
sull’identificazione ed analisi del mercato nazionale all’ingrosso
per servizi internazionali di roaming per le reti telefoniche
pubbliche mobili, sulla valutazione di sussistenza del significativo
potere di mercato per le imprese ivi operanti e sugli obblighi
regolamentari cui vanno soggette le imprese che dispongono di un tale
potere (mercato n. 17 fra quelli identificati dalla Raccomandazione
sui mercati rilevanti della Commissione europea)» pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 64 del 17 marzo 2006;
Sentito, in data 18 aprile 2006 il gruppo Telecom Italia;
Sentita, in data 19 aprile 2006 la societa’ WIND Telecomunicazioni
S.p.a.;
Visti i contributi prodotti dal gruppo Telecom Italia e dalle
societa’ WIND Telecomunicazioni S.p.a., Vodafone Italia ed H3G
S.p.a.;
Visto il parere dell’Autorita’ Garante della Concorrenza e del
Mercato (AGCM), pervenuto in data 7 giugno 2006, relativo allo schema
di provvedimento concernente «Mercato nazionale all’ingrosso per
servizi internazionale di roaming per le reti telefoniche pubbliche
mobili (Mercato n. 17 della Raccomandazione della Commissione europea
n. 2003/311/CE)» adottato dall’Autorita’ in data 27 aprile 2006 e
trasmesso all’AGCM in data 9 maggio;
Considerato che l’AGCM concorda con l’Autorita’ in merito alla
definizione del mercato rilevante come mercato del traffico originato
inbound che comprende i servizi di fonia vocale ed i servizi SMS;
Considerato che l’orientamento espresso dall’AGCM, in base al quale
si ritiene che allo stato la rete di H3G non possa considerarsi
equivalente a quella degli altri gestori di rete per l’offerta di
servizi di roaming internazionale, non condurrebbe comunque ad una
modifica del perimetro di mercato, tale da mutare le conclusioni
dell’analisi del significativo potere di mercato;
Considerato che l’AGCM, sulla base delle informazioni fornite
dall’Autorita’ circa l’adozione di tecniche di direzionamento del
traffico dalla maggior parte dei gestori europei, concorda con
l’Autorita’ nel ritenere le reti degli operatori Tim, Vodafone e Wind
sostituibili nell’offerta di servizi all’ingrosso di roaming
internazionale;
Considerato che l’AGCM condivide la decisione dell’Autorita’ di
considerare il mercato all’ingrosso del roaming internazionale di
dimensioni nazionali;
Considerato che l’AGCM concorda con le conclusioni a cui
l’Autorita’ e’ pervenuta in merito all’assenza di posizioni di
dominanza singola o congiunta;
Vista la lettera della Commissione europea SG-Greffe (2006)
D/203019 del 7 giugno 2006 relativa allo schema di provvedimento
concernente «Mercato nazionale all’ingrosso per servizi
internazionale di roaming per le reti telefoniche pubbliche mobili
(Mercato n. 17 della Raccomandazione della Commissione europea n.
2003/311/CE)» adottato dall’Autorita’ in data 27 aprile 2006 e
notificato alla Commissione europea ed ai Paesi membri in data
8 maggio 2006;
Considerato che la Commissione europea, dopo aver svolto alcune
considerazioni circa l’opportunita’ di includere le cosiddette
vendite captive nel calcolo delle quote di mercato, ritiene tuttavia
che l’esclusione delle vendite captive dalla definizione del mercato
non conduca ad un risultato differente nella valutazione del
significativo potere di mercato;
Considerato che la Commissione europea conclude che, secondo quanto
stabilito dall’art. 7, comma 5, della Direttiva 2002/21/EC,
l’Autorita’ puo’ adottare la decisone finale dovendo, in tal caso,
comunicarla alla Commissione;
Udita la relazione dei commissari Roberto Napoli ed Enzo Savarese,
relatori ai sensi dell’art. 29 del Regolamento concernente
l’organizzazione ed il funzionamento dell’Autorita’;
Delibera:
Art. 1.
Definizioni
1. Ai fini del presente provvedimento si intende per:
a) «operatore di rete mobile» (o MNO, Mobile Network Operator):
organismo di telecomunicazioni con licenza di comunicazioni mobili;
b) «roaming internazionale»: servizio di comunicazioni che
offrono la possibilita’ di effettuare e ricevere chiamate in un paese
diverso da quello in cui l’utente finale ha sottoscritto un
abbonamento;
c) «roaming inbound»: servizio offerto da un operatore di rete
mobile nazionale che consente agli abbonati di un operatore estero di
effettuare e ricevere chiamate ed SMS e di accedere ad altri servizi
di trasmissione dati;
d) «roaming outbound»: servizio offerto da un operatore di rete
mobile estero che consente agli abbonati di un operatore nazionale di
effettuare e ricevere chiamate ed SMS e di accedere ad altri servizi
di trasmissione dati una volta all’estero.

Art. 2.
Identificazione del mercato rilevante e degli operatori
aventi significativo potere di mercato
1. L’Autorita’ adotta l’analisi del mercato nazionale all’ingrosso
per i servizi internazionali di roaming per le reti telefoniche
pubbliche mobili, svolta tenendo in massima considerazione la
Raccomandazione relativa ai mercati rilevanti di prodotti e servizi
del settore delle comunicazioni elettroniche e le linee direttrici,
ai sensi dell’art. 19 del codice delle comunicazioni elettroniche.
2. Il testo dell’analisi di mercato e’ riportato nell’Allegato A
alla presente delibera e ne costituisce parte integrante ed
essenziale.
3. L’Autorita’ definisce il mercato nazionale del roaming
internazionale all’ingrosso come il mercato dei servizi forniti ad
operatori di rete mobile stranieri per permettere agli utenti di
questi ultimi di originare chiamate e inviare SMS utilizzando le reti
mobili di seconda e terza generazione di tutti gli operatori
italiani.
4. Il mercato nazionale all’ingrosso per i servizi internazionali
di roaming per le reti telefoniche pubbliche mobili ha dimensione
nazionale.
5. Nel mercato nazionale all’ingrosso per i servizi internazionali
di roaming per le reti telefoniche pubbliche mobili sussistono
condizioni di sufficiente concorrenza.
6. Nessun operatore detiene un significativo potere di mercato nel
mercato nazionale all’ingrosso per i servizi internazionali di
roaming per le reti telefoniche pubbliche mobili, ai sensi dell’art.
17 del codice delle comunicazioni elettroniche.

Art. 3.
Disposizioni finali
1. Il presente provvedimento e’ trasmesso alla Commissione europea
ed alle Autorita’ di regolamentazione degli Stati membri dell’Unione
europea.
Avverso il presente provvedimento puo’ essere presentato ricorso al
TAR del Lazio ai sensi dell’art. 1, comma 26, della legge 31 luglio
1997, n. 249.
2. La presente delibera e’ pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana, nel Bollettino ufficiale dell’Autorita’ e
nel sito web dell’Autorita’ www.agcom.it
Roma, 14 giugno 2006
Il presidente: Calabro’

Allegato A

—-> Vedere allegato da pag. 76 a pag. 128 in formato
zip/pdf

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI – DELIBERAZIONE 14 giugno 2006

Edilone.it