AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERA 12 dicembre 2011 | Edilone.it

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI – DELIBERA 12 dicembre 2011

AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERA 12 dicembre 2011 - Linee guida in materia di contabilita' regolatoria di rete fissa e contratti di servizio. (Delibera n. 678/11/CONS). (11A16861) - (GU n. 2 del 3-1-2012 )

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

DELIBERA 12 dicembre 2011

Linee guida in materia di contabilita’ regolatoria di rete fissa e
contratti di servizio. (Delibera n. 678/11/CONS). (11A16861)

L’AUTORITA’ PER LE GARANZIE
NELLE COMUNICAZIONI

Nella sua riunione di Consiglio del 12 dicembre 2011;
Vista la legge 31 luglio 1997, n. 249, recante istituzione
dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui
sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisivo;
Vista la legge 14 novembre 1995, n. 481, recante “Norme per la
concorrenza e la regolazione dei servizi di pubblica utilita’.
Istituzione delle Autorita’ di regolazione dei servizi di pubblica
utilita’”, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana del 18 novembre 1995, n. 270 – supplemento ordinario n. 136;
Vista la delibera n. 316/02/CONS del 9 ottobre 2002, recante
“Adozione del nuovo regolamento concernente l’organizzazione e il
funzionamento dell’Autorita’”, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana del 5 novembre 2002, n. 259 e successive
modifiche e integrazioni;
Viste le direttive n. 2002/19/CE (“direttiva accesso”), 2002/20/CE
(“direttiva autorizzazioni”), 2002/21/CE (“direttiva quadro”),
2002/22/CE (“direttiva servizio universale”);
Visto il decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259, recante
“Codice delle comunicazioni elettroniche” pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana n. 215 del 15 settembre 2003 (il
“Codice”);
Vista la Raccomandazione della Commissione del 17 dicembre 2007
relativa ai mercati rilevanti di prodotti e servizi del settore delle
comunicazioni elettroniche che possono essere oggetto di una
regolamentazione ex ante ai sensi della direttiva 2002/21/CE del
Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce un quadro normativo
comune per le reti ed i servizi di comunicazione elettronica,
pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea L 344/65 del
28 dicembre 2007;
Vista la Raccomandazione della Commissione del 19 settembre 2005
relativa alla separazione contabile e la contabilita’ dei costi nel
quadro normativo delle comunicazioni elettroniche, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale delle Comunita’ europee L 266/64 dell’11 ottobre
2005 (la “Raccomandazione”);
Vista la Raccomandazione della Commissione del 15 ottobre 2008
“relativa alle notificazioni, ai termini e alle consultazioni di cui
all’art. 7 della direttiva 2002/21/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio che istituisce un quadro normativo comune per le reti e i
servizi di comunicazione elettronica”, pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale dell’Unione europea L 301 del 12 novembre 2008;
Vista la delibera n. 217/01/CONS del 24 maggio 2001, recante
“Regolamento concernente l’accesso ai documenti”, pubblicata sulla
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 20 giugno 2001, n.
141 e successive modifiche;
Vista la delibera n. 453/03/CONS del 23 dicembre 2003, recante
“Regolamento concernente la procedura di consultazione di cui
all’art. 11 del decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259”,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 28
gennaio 2004, n. 22;
Vista la delibera n. 401/10/CONS del 22 luglio 2010, recante
“Disciplina dei tempi dei procedimenti”, pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana del 6 settembre 2010, n. 208 e
successive modifiche e integrazioni;
Vista la delibera n. 152/02/CONS del 15 maggio 2002, recante
“Misure atte a garantire la piena applicazione del principio di
parita’ di trattamento interna ed esterna da parte degli operatori
aventi notevole forza di mercato nella telefonia fissa”, pubblicata
sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 27 giugno
2002, n. 153, supplemento ordinario n. 149;
Vista la delibera n. 718/08/CONS dell’11 dicembre 2008, recante
“Approvazione della proposta di impegni presentata dalla societa’
Telecom Italia S.p.A. ai sensi della legge 248/06 di cui al
procedimento avviato con delibera n. 351/08/CONS”, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 29 dicembre 2008, n.
302;
Rilevato che il gruppo di impegni n. 8, relativo all’integrazione
dell’attuale contabilita’ regolatoria e dei contratti di servizio
interni di cui alla delibera n. 152/02/CONS e s.m.i., e’ stato
introdotto da Telecom Italia su richiesta dell’Autorita’ con
l’obiettivo di evidenziare i flussi economici degli scambi interni
tra la direzione commerciale di Telecom Italia e le unita’
organizzative deputate alla produzione dei servizi relativi ad Open
Access, cosi’ da dimostrare la piena equivalenza di condizioni fra
divisioni interne e operatori concorrenti;
Visto che in ottemperanza a quanto previsto al punto 8.3
dell’allegato A alla delibera n. 718/08/CONS, Telecom Italia ha
trasmesso all’Autorita’ una proposta contenente i modelli per
l’integrazione della contabilita’ separata e la determinazione dei
transfer charge;
Vista la delibera n. 731/09/CONS del 16 dicembre 2009, recante
“Individuazione degli obblighi regolamentari cui sono soggette le
imprese che detengono un significativo potere di mercato nei mercati
dell’accesso alla rete fissa (mercati n. 1, 4 e 5 fra quelli
individuati dalla Raccomandazione 2007/879/CE)”, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 20 gennaio 2010, n.
15 – supplemento ordinario n. 13;
Vista la delibera n. 2/10/CONS del 15 gennaio 2010, recante
“Mercato della fornitura all’ingrosso di segmenti terminali di linee
affittate (Mercato n. 6 della Raccomandazione della Commissione
europea n. 2007/879/CE) e mercato della fornitura all’ingrosso di
segmenti di linee affittate su circuiti interurbani (Mercato n. 14
della Raccomandazione della Commissione europea n. 2003/311/CE):
identificazione ed analisi dei mercati, valutazione di sussistenza
del significativo potere di mercato per le imprese ivi operanti ed
individuazione degli eventuali obblighi regolamentari”, pubblicata
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 15 febbraio
2010, n. 37, supplemento ordinario n. 30;
Considerato che le delibere numeri 731/09/CONS e 2/10/CONS
garantiscono la conformita’ delle disposizioni regolamentari a quanto
previsto dalla delibera n. 718/08/CONS, relativa all’approvazione
degli impegni di Telecom Italia, oltre a specificare le modalita’ con
le quali questi ultimi integrano e rafforzano gli obblighi
regolamentari;
Vista la delibera n. 666/09/CONS del 26 novembre 2009, recante
“Pubblicazione della descrizione e delle relazioni di conformita’ del
sistema di contabilita’ dei costi, di separazione contabile e della
contabilita’ regolatoria di Telecom Italia S.p.A., relative agli
esercizi 2005, 2006 e 2007”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana del 20 gennaio 2010, n. 15, supplemento
ordinario n. 13;
Vista la delibera n. 162/11/CONS del 30 marzo 2011, recante
“Pubblicazione della descrizione e delle relazioni di conformita’ del
sistema di contabilita’ dei costi, di separazione contabile e della
contabilita’ regolatoria di Telecom Italia S.p.A., relative
all’esercizio 2008”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana del 10 maggio 2011, n. 107;
Vista la delibera n. 424/11/CONS del 22 luglio 2011, recante
“Pubblicazione della descrizione e delle relazioni di conformita’ del
sistema di contabilita’ dei costi, di separazione contabile e della
contabilita’ regolatoria di Telecom Italia S.p.A., relative
all’esercizio 2009”, pubblicata sul sito web dell’Autorita’ in data 5
agosto 2011;
Vista la delibera n. 179/10/CONS del 28 aprile 2010, recante
“Mercati dei servizi di raccolta e terminazione nella rete telefonica
pubblica fissa (mercati numeri 2 e 3 della Raccomandazione della
Commissione europea n. 2007/879/CE): identificazione ed analisi dei
mercati, valutazione di sussistenza del significativo potere di
mercato per le imprese ivi operanti ed individuazione degli eventuali
obblighi regolamentari”, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana del 28 maggio 2010, n. 123, supplemento ordinario
n. 113;
Vista la delibera n. 180/10/CONS del 28 aprile 2010, recante
“Mercato dei servizi di transito nella rete telefonica pubblica fissa
(Mercato n. 10 della Raccomandazione della Commissione europea n.
2003/311/CE): identificazione ed analisi dei mercati, valutazione di
sussistenza del significativo potere di mercato per le imprese ivi
operanti ed individuazione degli eventuali obblighi regolamentari”,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 28
maggio 2010, n. 123, supplemento ordinario n. 113;
Rilevato che l’Autorita’ ha adottato anche per i servizi di
raccolta, terminazione ed inoltro/transito distrettuale i medesimi
criteri che improntano le regole contabili con riferimento alle
condizioni attuative degli obblighi di contabilita’ dei costi e
separazione contabile per i servizi SMP di accesso;
Vista la delibera n. 498/10/CONS del 23 settembre 2010, recante
“Avvio del procedimento in materia di regolamentazione dei servizi di
accesso alle reti di nuova generazione”, pubblicata sulla Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana del 25 ottobre 2010, n. 250 e
successive modifiche e integrazioni;
Vista la Raccomandazione della Commissione europea relativa
all’accesso regolamentato alle reti di accesso di nuova generazione
(NGA) del 20 settembre 2010, pubblicata sulla Gazzetta ufficiale
dell’Unione europea del 25 settembre 2010, L 251;
Considerato che il dettaglio degli elementi da rendicontare
relativamente alle infrastrutture di posa e alla fibra sara’ definito
a seguito della ricezione della contabilita’ sperimentale per l’anno
2010, anche tenuto conto di eventuali indicazioni derivanti dai
procedimenti collegati con la delibera n. 498/10/CONS e successive
modifiche e integrazioni;
Viste le osservazioni acquisite nell’ambito dei lavori del Gruppo
di lavoro costituito ai sensi dell’art. 2 della delibera n.
718/08/CONS;
Vista la delibera n. 2/11/CONS dell’11 gennaio 2011, recante
“Consultazione pubblica relativa allo schema di provvedimento
concernente le “linee guida in materia di contabilita’ regolatoria di
rete fissa e contratti di servizio”, pubblicata sulla Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana del 27 gennaio 2011, n. 21;
Sentite, in data 28 febbraio 2011, le societa’ Telecom Italia
S.p.a. (Telecom Italia) e BT Italia S.p.a.;
Sentite, in data 1° marzo 2011, le societa’ Wind Telecomunicazioni
S.p.a., Fastweb S.p.a. e l’ Associazione Italiana Internet Provider;
Considerati gli esiti della consultazione pubblica di cui alla
delibera n. 2/11/CONS e gli approfondimenti svolti in merito;
Udita la relazione dei commissari Michele Lauria e Stefano Mannoni,
relatori ai sensi dell’art. 29 del Regolamento concernente
l’organizzazione ed il funzionamento dell’Autorita’;

Delibera:

Art. 1

Approvazione delle Linee guida

1. Sono approvate le “Linee guida in materia di contabilita’
regolatoria di rete fissa e contratti di servizio” riportate
nell’Allegato A della presente delibera, di cui costituisce parte
integrante e sostanziale.
2. La sintesi dei contributi sullo schema di provvedimento di cui
alla delibera n. 2/11/CONS e’ riportata nell’allegato B della
presente delibera, di cui costituisce parte integrante e sostanziale.
3. Le “relazioni di trasferimento interno fra i servizi” e le
“matrici di relazione tra servizi wholesale e tra servizi wholesale e
retail” sono riportate, rispettivamente, nell’allegato 1 e 2 della
presente delibera, di cui costituiscono parte integrante e
sostanziale.

Art. 2

Disposizioni transitorie e finali

1. Telecom Italia S.p.A. trasmette all’Autorita’ entro 45 giorni
dalla data di notifica del presente provvedimento una contabilita’
per l’esercizio 2010, che recepisce in via sperimentale le
disposizioni di cui all’art. 1, comma 1 della presente delibera.
2. Telecom Italia S.p.A. pubblica, entro il medesimo termine di cui
al comma 1, i contratti di servizio per l’anno 2011, secondo le
modalita’ individuate dalle disposizioni di cui all’art. 1, comma 1
della presente delibera. Entro 60 giorni dalla data di notifica del
presente provvedimento, Telecom Italia S.p.A. pubblica i contratti di
servizio per l’anno 2012.
3. Le disposizioni di cui ai commi precedenti si applicano ai
mercati 5, 4, 6 e al servizio WLR, secondo quanto definito dalle
delibere n. 731/09/CONS e n. 2/10/CONS.
4. Per il mercato 6, tenuto conto delle tempistiche delle
migrazioni di cui alla delibera n. 81/09/CIR, Telecom Italia S.p.A.
e’ tenuta a predisporre per l’esercizio contabile 2011 un conto
economico e rendiconto patrimoniale, con evidenza dei trasferimenti
interni valorizzati al costo, anche per i servizi CDN Wholesale,
Circuiti parziali ed infrastruttura trasmissiva di interconnessione
venduti esternamente sulla base dell’Offerta di riferimento approvata
con delibera n. 54/11/CIR dell’Autorita’.
5. Ai sensi di quanto disposto con delibere n. 179/10/CONS e n.
180/10/CONS, Telecom Italia S.p.A. trasmette all’Autorita’, nei
termini di cui al comma 1, una proposta metodologica di
valorizzazione del transfer charge al prezzo per i servizi di cui ai
mercati 8, 9 ed ex 10, coerente con le Linee guida di cui al presente
provvedimento nonche’ alle disposizioni delle suindicate delibere di
analisi di mercato.
6. Il mancato rispetto da parte di Telecom Italia S.p.A. delle
disposizioni contenute nella presente delibera comporta
l’applicazione delle sanzioni previste dalla normativa vigente.
La presente delibera e’ notificata all’operatore Telecom Italia
S.p.A.
La presente delibera e’ pubblicata priva degli allegati nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e integralmente sul sito
web dell’Autorita’.
Ai sensi dell’art. 135, comma 1, lettera B), del Codice del
processo amministrativo, approvato con decreto legislativo 2 luglio
2010, n. 104, il presente provvedimento puo’ essere impugnato davanti
al Tribunale amministrativo regionale del Lazio, in sede di
giurisdizione esclusiva. Ai sensi dell’art. 119 del medesimo Codice
il termine per ricorrere avverso il presente provvedimento e’ di 60
giorni dalla notifica dello stesso.
Roma, 12 dicembre 2011

Il Presidente: Calabro’

I commissari relatori: Lauria-Mannoni

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI – DELIBERA 12 dicembre 2011

Edilone.it