AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI | Edilone.it

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERAZIONE 25 febbraio 2004: Consultazione pubblica concernente norme a garanzia dell'accesso dei fornitori di contenuti di particolare valore alle reti per la televisione digitale terrestre. (Deliberazione n. 39/04/CONS). (GU n. 75 del 30-3-2004)

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

DELIBERAZIONE 25 febbraio 2004

Consultazione pubblica concernente norme a garanzia dell’accesso dei
fornitori di contenuti di particolare valore alle reti per la
televisione digitale terrestre. (Deliberazione n. 39/04/CONS).

L’AUTORITA’

Nella riunione di Consiglio del 25 febbraio 2004;
Vista la legge 31 luglio 1997, n. 249, recante «Istituzione
dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui
sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisivo»;
Vista la legge 30 aprile 1998, n. 122, recante «Differimento di
termini previsti dalla legge 31 luglio 1997, n. 249, relativi
all’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni, nonche’ norme in
materia di programmazione e di interruzioni pubblicitarie
televisive»;
Vista la delibera n. 278/99/CONS recante «Procedura per lo
svolgimento di consultazioni pubbliche nell’ambito di ricerche e
indagini conoscitive»;
Visto il decreto-legge 23 gennaio 2001, n. 5, recante «Disposizioni
urgenti per il differimento di termini in materia di trasmissioni
radiotelevisive analogiche e digitali, nonche’ per il risanamento di
impianti radiotelevisivi» convertito, con modificazioni, dalla legge
20 marzo 2001, n. 66;
Vista la propria delibera n. 435/01/CONS del 15 novembre 2001,
recante «Approvazione del regolamento relativo alla radiodiffusione
terrestre in tecnica digitale»;
Vista la direttiva 2002/21/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio del 7 marzo 2002, che istituisce un quadro normativo comune
per le reti ed i servizi di comunicazione elettronica (direttiva
quadro);
Vista la raccomandazione della Commissione europea dell’11 febbraio
2003 relativa ai mercati rilevanti di prodotti e servizi del settore
delle comunicazioni elettroniche suscettibili di una regolamentazione
ex ante ai sensi della direttiva 2002/21/CE del Parlamento europeo e
del Consiglio del 7 marzo 2002, che istituisce un quadro normativo
comune per le reti ed i servizi di comunicazione elettronica;
Visto il decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259, recante
«Codice delle comunicazioni elettroniche» (di seguito indicato come
Codice);
Vista la delibera n. 335/03/CONS, recante «Modifiche e integrazioni
al regolamento concernente l’accesso ai documenti approvato con
delibera n. 217/01/CONS»;
Considerato che l’art. 29 dell’allegato A alla delibera n.
435/01/CONS prevede l’adozione da parte dell’Autorita’ di
provvedimenti a tutela del pluralismo e della concorrenza entro il
31 marzo 2004;
Considerato che la direttiva quadro lascia impregiudicate le misure
adottate a livello nazionale per promuovere la diversita’ culturale e
linguistica e per assicurare il pluralismo dei mezzi di informazione;
Considerato che le disposizioni previste dal comma 1, lettere a) e
b) dell’art. 29 della delibera n. 435/01/CONS riguardano
specificatamente il profilo del pluralismo informativo e la tutela
dei fornitori di contenuti di particolare valore;
Considerato che, per quanto riguarda l’attuazione delle altre
previsioni dell’art. 29 della delibera n. 435/01/CONS, risulta
opportuno valutare l’esito delle analisi previste dagli articoli 18 e
19 del Codice;
Ritenuto pertanto necessario effettuare una consultazione riguardo
ai contenuti di un primo provvedimento che, in attuazione di quanto
previsto dall’art. 29, comma 1, lettere a) e b), preveda norme a
garanzia dell’accesso alle reti digitali terrestri per fornitori di
contenuto di «particolare valore» per il sistema televisivo nazionale
e locale;
Visto il documento per la consultazione proposto dal direttore del
dipartimento regolamentazione;
Udita la relazione del commissario dott. Antonio Pilati, relatore
ai sensi dell’art. 32 del Regolamento concernente l’organizzazione ed
il funzionamento dell’Autorita’;
Delibera:
Art. 1.
1. E’ indetta la consultazione pubblica concernente l’approvazione
del provvedimento recante norme a garanzia dell’accesso di fornitori
di contenuti di «particolare valore» alle reti di televisione
digitale terrestre.
2. Le modalita’ di consultazione ed un documento che illustra i
contenuti di una bozza di provvedimento sono riportati
rispettivamente negli allegati A e B della presente delibera, di cui
costituiscono parte integrante.
3. Le comunicazioni di risposta alla consultazione pubblica
dovranno essere inviate entro il termine tassativo di trenta giorni
dalla data di pubblicazione del presente provvedimento nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana.
Il presente provvedimento e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana, nel Bollettino ufficiale e sul sito web
dell’Autorita’.
Napoli, 25 febbraio 2004
Il presidente: Cheli

ALLEGATO A
Modalita’ di consultazione
L’AUTORITA’
INVITA
Le parti interessate a far pervenire all’Autorita’ le proprie
osservazioni, elementi di informazioni, e documentazione relativa
alla proposta di provvedimento di cui all’allegato B, con particolare
riferimento agli orientamenti indicati nei riquadri 1-6.
Le comunicazioni, recanti la dicitura “Consultazione pubblica
concernente il provvedimento recante norme a garanzia dell’accesso
dei fornitori di contenuti di particolare valore alle reti di
televisione digitale terrestre”, nonche’ l’indicazione della
denominazione del soggetto rispondente, potranno essere inviate,
opportunamente sottoscritte, entro il termine tassativo di 30 giorni
dalla pubblicazione del presente documento nella Gazzetta Ufficiale,
tramite raccomandata con avviso di ricevimento, corriere o
raccomandata a mano al seguente indirizzo:

Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni
Dipartimento Regolamentazione
Ufficio operatori e contenuti dell’audiovisivo, editoria e
multimedialita
Att.ne ing. Federico Flaviano
Via delle Muratte 25
00187 ROMA

Le comunicazioni potranno essere inviate, entro il medesimo termine,
a mezzo fax al seguente numero: 081-7507.621
E’ gradito l’inoltro anche in formato elettronico al seguente
indirizzo e-mail: regolamentazione@agcom.it, riportando in oggetto la
denominazione del soggetto rispondente seguita dalla dicitura sopra
riportata. Si precisa che la trasmissione in formato elettronico non
a sostitutiva dell’invio del documento cartaceo con le modalita’
suesposte.
Le comunicazioni devono essere strutturate in maniera da contenere,
in maniera puntuale e sintetica, le osservazioni della parte
interessata sui punti descritti in dettaglio nell’Allegato B,
preferibilmente nel rispetto dell’ordine espositivo proposto e della
numerazione delle questioni indicata.
Le parti interessate possono chiedere, con apposita istanza
presentata almeno dieci giorni prima della scadenza del termine
tassativo sopra indicato, di illustrare nel corso di un’audizione le
proprie osservazioni sulla base del documento scritto inviato in
precedenza o consegnato prima dell’inizio dell’audizione stessa.
L’audizione si terra’ entro il termine tassativo di 30 giorni dalla
pubblicazione del presente documento nella Gazzetta Ufficiale.
Le comunicazioni fornite dai soggetti che aderiscono alla
consultazione non precostituiscono alcun titolo, condizione o vincolo
rispetto ad eventuali successive decisioni dell’Autorita’ stessa.
I soggetti rispondenti dovranno allegare alla documentazione fornita,
la dichiarazione di cui all’art. 3 del regolamento in materia di
accesso, approvato con delibera n. 335/03/CONS contenente
l’indicazione dei documenti o le parti di documento da sottrarre
all’accesso e gli specifici motivi di riservatezza o di segretezza
che giustificano la richiesta stessa.
In considerazione dell’opportunita’ di pubblicare i documenti
forniti, i soggetti rispondenti dovranno altresi’ allegare alla
documentazione inviata uno specifico “nulla osta alla pubblicazione”
per le parti non sottratte all’accesso.
Le comunicazioni pervenute saranno pubblicate, tenendo conto del
grado di accessibilita’ indicato, sul sito web dell’Autorita’
all’indirizzo www.agcom.it.

ALLEGATO B
Contenuti della proposta di provvedimento

NORME A GARANZIA DELL’ACCESSO DEI FORNITORI DI CONTENUTI DI
PARTICOLARE VALORE ALLE RETI PER LA TELEVISIONE DIGITALE TERRESTRE

1. Quadro normativo
L’Autorita’, ai sensi di quanto disposto dall’art. 29 dell’allegato A
alla delibera 435/01/CONS (Regolamento relativo alla radiodiffusione
terrestre in tecnica digitale), ha previsto di adottare, al termine
del periodo utile per chiedere autorizzazioni alla sperimentazione
della televisione digitale terrestre, provvedimenti a tutela del
pluralismo e della concorrenza per la televisione digitale terrestre
ad integrazione del regolamento stesso.
L’art. 29 recita: “L’Autorita’, ai fini di garantire la tutela del
pluralismo, dell’obietiivita’, della completezza e dell’imparzialita’
dell’informazione, dell’apertura alle diverse opinioni, tendenze
politiche, sociali, culturali e religiose, nel rispetto delle
liberta’ e dei diritti garantiti dalla Costituzione, che si
realizzano con il complesso degli accordi fra fornitori di contenuti
e operatori di rete, adotta un provvedimento entro il 31 marzo 2004
che stabilisce, tenendo conto della partecipazione alla
sperimentazione e considerando il titolo preferenziale p…

[Continua nel file zip allegato]

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

Edilone.it