AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI | Edilone.it

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERAZIONE 4 dicembre 2002: Linee guida per la contabilita' a costi correnti per gli operatori notificati di rete fissa e mobile e misure in materia di predisposizione della contabilita' regolatoria da parte degli operatori mobili. (Deliberazione n. 399/02/CONS). (GU n. 5 del 8-1-2003)

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

DELIBERAZIONE 4 dicembre 2002

Linee guida per la contabilita’ a costi correnti per gli operatori
notificati di rete fissa e mobile e misure in materia di
predisposizione della contabilita’ regolatoria da parte degli
operatori mobili. (Deliberazione n. 399/02/CONS).

L’AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI
Nella riunione del Consiglio del 4 dicembre 2002;
Vista la legge 14 novembre 1995, n. 481, recante “Norme per la
concorrenza e la regolazione dei servizi di pubblica utilita’.
Istituzione delle Autorita’ di regolazione dei servizi di pubblica
utilita’”;
Vista la legge 31 luglio 1997, n. 249, recante “Istituzione
dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui
sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisivo”;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 19 settembre 1997,
n. 318, recante “Regolamento per l’attuazione di direttive
comunitarie nel settore delle telecomunicazioni”;
Vista la direttiva n. 97/33/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio del 30 giugno 1997 sull’interconnessione nel settore delle
telecomunicazioni e finalizzata a garantire il servizio universale e
l’interoperabilita’ attraverso l’applicazione dei principi di
fornitura di una rete aperta (ONP);
Vista la direttiva n. 98/10/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio del 26 febbraio 1998 sull’applicazione del regime di
fornitura di una rete aperta (ONP) alla telefonia vocale e sul
servizio universale delle telecomunicazioni in un ambiente
concorrenziale;
Vista la raccomandazione n. 98/195/CE della Commissione
dell’8 gennaio 1998 sull’interconnessione in un mercato delle
telecomunicazioni liberalizzato (parte 1 – fissazione dei prezzi di
interconnessione) ed i successivi aggiornamenti;
Vista la raccomandazione n. 98/195/CE della Commissione
dell’8 aprile 1998 sull’interconnessione in un mercato delle
telecomunicazioni liberalizzato (parte 2 – separazione contabile e
contabilita’ dei costi) ed i successivi aggiornamenti;
Vista la comunicazione n. 98/C 265/02 della Commissione
sull’applicazione delle regole di concorrenza agli accordi in materia
di accesso nel settore delle telecomunicazioni – Quadro normativo,
mercati rilevanti e principi;
Visto il decreto ministeriale 23 aprile 1998, recante “Disposizioni
in materia di interconnessione nel settore delle telecomunicazioni”;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 11 gennaio 2001,
n. 77, recante “Regolamento di attuazione delle direttive n. 97/51 e
98/10 in materia di telecomunicazioni”;
Vista la propria delibera n. 197/99 del 7 novembre 1999, recante
“Identificazione di organismi di telecomunicazioni aventi notevole
forza di mercato”, pubblicata nel bollettino dell’Autorita’ n. 1/99;
Visto il documento recante “Consultazione pubblica per un’indagine
conoscitiva relativa alla definizione di un sistema di calcolo basato
sui costi correnti”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana del 14 aprile 2000, n. 88;
Vista la propria delibera n. 340/00/CONS, recante “Criteri e
modalita’ per la costruzione del sistema contabile degli operatori
mobili notificati nei mercati dei servizi mobili e
dell’interconnessione”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana n. 157 del 7 luglio 2000;
Vista la propria delibera n. 674/00/CONS, recante “Gara per la
selezione di un soggetto incaricato della verifica e del controllo
della contabilita’ degli organismi tenuti a presentare
rendicontazione all’Autorita’ per i fini e gli effetti del decreto
del Presidente della Repubblica n. 318/1997 e delle successive
deliberazioni dell’Autorita’”;
Vista la direttiva n. 2002/21/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio del 7 marzo 2002 che istituisce un quadro normativo comune
per le reti ed i servizi di comunicazione elettronica (cd. Direttiva
Quadro);
Vista la direttiva n. 2002/19/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio del 7 marzo 2002 relativa all’accesso alle reti di
comunicazione elettronica e alle risorse correlate, e
all’interconnessione delle medesime (cd. Direttiva Accesso);
Vista la propria delibera n. 485/01/CONS recante “Linee guida per
la predisposizione della contabilita’ a fini regolatori da parte
degli operatori mobili notificati ed evoluzione del sistema di
contabilita’ dei costi”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana n. 7 del 9 gennaio 2002;
Vista la propria delibera n. 152/02/CONS, recante “Misure atte a
garantire la piena applicazione del principio di parita’ di
trattamento interna ed esterna da parte degli operatori aventi
notevole forza di mercato nella telefonia fissa”, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 153 del 27 giugno
2002;
Considerato che l’adozione di principi di contabilita’ a costi
correnti per la contabilita’ dell’operatore notificato di rete fissa
e’ prevista dall’art. 1, comma 2, della delibera n. 152/02/CONS;
Considerato che con la citata delibera n. 340/00/CONS e’ stato
istituito un gruppo di lavoro con gli operatori mobili notificati nei
mercati dei sistemi di comunicazioni mobili e dell’interconnessione
(di seguito indicati come operatori mobili notificati), volto a
fornire proposte per la costruzione di un sistema contabile;
Considerato che, anche tenendo conto dei risultati di tale gruppo
di lavoro, e’ stata adottata la delibera n. 485/01/CONS che prevede
il passaggio per gli operatori mobili notificati ad un sistema di
contabilita’ avente come base di valorizzazione dei cespiti il
sistema a costi correnti e considerato che a tal fine la delibera
istituiva un nuovo gruppo di lavoro;
Considerato che nel nuovo gruppo di lavoro istituito ai sensi della
predetta delibera n. 485/01/CONS sono state elaborate proposte ai
fini della predisposizione di sistemi contabili su base a costi
correnti (CCA);
Ritenuto sulla base delle risultanze delle attivita’ preparatorie
di pubblicare le linee guida concernenti la metodologia relativa ai
costi correnti, anche ai fini di una maggiore trasparenza e
obiettivita’ delle condizioni di formazione dei prezzi dei servizi
intermedi e finali di telecomunicazioni;
Considerato che l’Autorita’ verifichera’ le risultanze di
contabilita’ regolatoria prodotte sulla base delle linee guida;
Considerato che, per quanto concerne la rete fissa, l’Autorita’ si
riserva di valutare l’applicazione ai fini regolamentari dei modelli
di costo della rete d’accesso tenuto conto della necessita’ di
promuovere un mercato effettivamente competitivo che trova il suo
fondamento in un pieno ed efficace utilizzo dell’accesso
disaggregato;
Considerato che in merito all’eventuale utilizzo delle linee guida
per la valorizzazione dell’accesso l’Autorita’ si riserva di
apportare le opportune integrazioni al fine di riflettere condizioni
di equita’, ragionevolezza ed effettiva parita’ di trattamento fra
operatori;
Considerato che la delibera n. 485/01/CONS prevedeva la messa a
punto di un sistema sperimentale di contabilita’ per gli operatori di
rete mobile utilizzando la metodologia a costi correnti per
l’esercizio 2000;
Considerato che la base per la metodologia di contabilita’ a costi
incrementali (LRIC – long run incremental cost) di prossima
introduzione deve rinvenirsi nella metodologia CCA e che anche in
tale ambito e’ opportuno che la metodologia sia applicata ad un
esercizio piu’ recente di quello inizialmente previsto;
Considerato che l’Autorita’ intende conseguire gli obiettivi
indicati nelle delibere numeri 485/01/CONS e 152/02/CONS,
relativamente all’introduzione della metodologia LRIC;
Considerato che gli operatori mobili notificati come aventi
notevole forza di mercato nel mercato dell’interconnessione come
definito nell’ambito della delibera n. 197/1999, sono soggetti agli
obblighi di orientamento al costo e non discriminazione e che
l’Autorita’, ai fini della verifica del rispetto delle condizioni di
non discriminazione tra gli operatori nella fornitura di servizi di
interconnessione, ritiene opportuno aggiornare il modello contabile
adottato con la delibera n. 485/01/CONS includendo tutti i servizi di
terminazione e evidenziando separatamente i servizi di terminazione
relativi a chiamate provenienti dalla rete fissa e dalla rete mobile;
Considerato quanto sopra esposto;
Visti gli atti del procedimento;
Udite la relazione del commissario Paola Maria Manacorda, relatore
ai sensi dell’art. 32 del regolamento concernente l’organizzazione e
il funzionamento dell’Autorita’;
Delibera:
Art. 1.
Principi di contabilita’ a costi correnti per gli operatori
notificati di rete fissa e mobile
1. L’Autorita’ adotta le linee guida “Principi di contabilita’ a
costi correnti” di cui all’allegato A.
2. L’operatore di rete fissa notificato come avente notevole forza
di mercato nel mercato dell’interconnessione, dei circuiti affittati
e del servizio di telefonia vocale predispone la contabilita’
regolatoria in conformita’ ai principi illustrati nell’allegato A.
3. Gli operatori di rete mobile notificati come aventi notevole
forza di mercato nel mercato dell’interconnessione e dei sistemi di
comunicazioni mobili (di seguito operatori mobili notificati)
predispongono i loro modelli di contabilita’ regolatoria in
conformita’ ai principi indicati nell’allegato A della presente
delibera.

[Continua nel file zip allegato]

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

Edilone.it