AUTORITA' PER L' ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - DELIBERAZIONE 17 ottobre 2008 | Edilone.it

AUTORITA’ PER L’ ENERGIA ELETTRICA E IL GAS – DELIBERAZIONE 17 ottobre 2008

AUTORITA' PER L' ENERGIA ELETTRICA E IL GAS - DELIBERAZIONE 17 ottobre 2008 - Modificazioni ed integrazioni alla deliberazione 6 agosto 2008, n. ARG/elt/117/08, in materia di modalita' applicative del regime di compensazione della spesa per la fornitura di energia elettrica sostenuta dai clienti domestici in gravi condizioni di salute di cui al decreto interministeriale 28 dicembre 2007. (Deliberazione ARG/elt 152/08). (GU n. 264 del 11-11-2008 )

AUTORITA’ PER L’ ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

DELIBERAZIONE 17 ottobre 2008

Modificazioni ed integrazioni alla deliberazione 6 agosto 2008, n.
ARG/elt/117/08, in materia di modalita’ applicative del regime di
compensazione della spesa per la fornitura di energia elettrica
sostenuta dai clienti domestici in gravi condizioni di salute di cui
al decreto interministeriale 28 dicembre 2007. (Deliberazione ARG/elt
152/08).

L’AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 17 ottobre 2008
Visti:
la direttiva 2003/54/CE del Parlamento europeo e del Consiglio
del 26 giugno 2003, relativa a norme comuni per il mercato interno
dell’energia elettrica e che abroga la direttiva 96/92/CE (di
seguito: direttiva europea 2003/54/CE);
la legge 14 novembre 1995, n. 481 (di seguito: legge n. 481/95);
il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79 (di seguito: decreto
legislativo n. 79/99);
il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 31 ottobre
2002, recante criteri generali integrativi per la definizione delle
tariffe dell’elettricita’ e del gas;
la legge 23 agosto 2004, n. 239;
il decreto del Ministro dello Sviluppo Economico, di concerto con
il Ministro dell’Economia e delle Finanze, delle Politiche per la
Famiglia e della Solidarieta’ sociale 28 dicembre 2007, recante
«Determinazione dei criteri per la definizione delle compensazioni
della spesa sostenuta per la fornitura di energia elettrica per i
clienti economicamente svantaggiati e per i clienti in gravi
condizioni di salute» (di seguito: decreto 28 dicembre 2007);
la deliberazione dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas
(di seguito: Autorita) 26 giugno 2006, n. 126/06 (di seguito:
deliberazione n. 126/06);
la deliberazione dell’Autorita’ 29 dicembre 2007, n. 348/07 e in
particolare l’Allegato A, come successivamente modificata e
integrata;
la deliberazione dell’Autorita’ 28 marzo 2008, ARG/elt 42/08 (di
seguito: ARG/elt 42/08);
la deliberazione dell’Autorita’ 29 luglio 2008, ARG/elt 101/08
(di seguito: deliberazione ARG/elt 101/08);
la deliberazione dell’Autorita’ 6 agosto 2008, ARG/elt 117/08 (di
seguito: deliberazione ARG/elt 117/08);
i documenti per la consultazione 18 gennaio 2007, Atto n. 3/07,
21 maggio 2007, Atto n. 22/07 e 20 dicembre 2007, Atto n. 56/07;
la comunicazione del Ministro dello Sviluppo Economico
dell’1 ottobre 2008, ricevuta dall’Autorita’ il 6 ottobre 2008, prot.
generale n. 0029419 (di seguito: comunicazione 1° ottobre 2008).
Considerato che:
con il decreto 28 dicembre 2007, il Governo ha dato attuazione
alla previsione di adozione di misure di tutela a favore di clienti
vulnerabili, contenute nella direttiva europea 2003/54/CE, ritenendo
opportuno includere in tale categoria non solo i clienti in
condizioni di disagio economico, ma anche quelli in gravi condizioni
di salute che necessitano dell’utilizzo di apparecchiature
medico-terapeutiche alimentate ad energia elettrica, necessarie per
il mantenimento in vita;
ai sensi dell’art. 3, comma 1, del decreto 28 dicembre 2007, la
compensazione della spesa sostenuta per la fornitura di energia
elettrica e’ riconosciuta ai clienti domestici nel cui nucleo
familiare sono presenti persone che versano in gravi condizioni di
salute, tali da richiedere l’utilizzo di apparecchiature
medico-terapeutiche necessarie per la loro esistenza in vita, e
alimentate ad energia elettrica, al fine di compensare la maggiore
onerosita’ connessa all’utilizzo di dette apparecchiature;
ai sensi dell’art. 4, comma 6, del decreto 28 dicembre 2007, il
Ministero della Salute puo’ adottare apposite misure ai fini
dell’individuazione delle apparecchiature medico-terapeutiche di cui
al precedente punto;
l’art. 3, comma 2, del decreto 28 dicembre 2007, dispone che
l’Autorita’ sottoponga all’approvazione del Ministero dello Sviluppo
Economico possibili modalita’ compensative, riferite sia al maggior
impegno di potenza, sia al maggior consumo di energia elettrica
connessi all’utilizzo delle citate apparecchiature
medico-terapeutiche;
con deliberazione ARG/elt 117/08, l’Autorita’:
a) ha dato attuazione operativa al sistema di compensazione
della spesa per la fornitura di energia elettrica ai clienti
domestici in condizioni di disagio economico e/o in gravi condizioni
di salute, in coerenza con le disposizioni del decreto 28 dicembre
2007;
b) ha introdotto disposizioni transitorie circa
l’individuazione delle apparecchiature medico terapeutiche di cui
all’art. 3, comma 1, del decreto 28 dicembre 2007, in attesa
dell’adozione delle apposite misure da parte del Ministero della
salute, in relazione a quanto previsto dall’art. 4, comma 6, del
medesimo decreto 28 dicembre 2007;
c) ha rinviato a un successivo provvedimento la disciplina
delle modalita’ compensative per i clienti in gravi condizioni di
salute che necessitano per l’esistenza in vita di apparecchiature
medico-terapeutiche alimentate ad energia elettrica;
sulla base di informazioni raccolte dall’Autorita’, le principali
apparecchiature medico-terapeutiche vicarianti o ausiliarie della
funzione respiratoria e/o della funzione alimentare e/o della
funzione renale, presentano prelievi di potenza che, di norma, non
superano i 500 Watt, ma richiedono un utilizzo per un numero
rilevante di ore al giorno o, in alcuni casi, continuativo sulle 24
ore;
l’utilizzo di apparecchiature medico-terapeutiche quali quelle
indicate al precedente punto, inoltre:
a) comporta una prolungata presenza negli ambienti domestici
con conseguente aumento del coefficiente di utilizzazione delle
potenze impegnate;
b) e’ frequentemente associato ad esigenze di climatizzazione
dei locali e di ausili al movimento, alimentati con energia
elettrica;
nell’ambito del procedimento di cui alla deliberazione n. 126/06
l’Autorita’, con il supporto della Federazione Italiana Superamento
Handicap (FISH), ha effettuato una raccolta dati presso i maggiori
distributori di energia elettrica italiani, finalizzata ad
evidenziare eventuali incrementi nei consumi di energia elettrica
connessi alla presenza di apparecchiature medico-terapeutiche
alimentate ad energia elettrica;
dall’analisi dei dati raccolti, risulta che:
a) oltre l’80% dei clienti che hanno installato presso la
propria abitazione le apparecchiature di cui al precedente punto
dispone di una potenza contrattualmente impegnata non superiore a 3
kW;
b) i medesimi clienti presentano, in media, consumi annui pari
a circa 3.500 kWh;
con deliberazione ARG/elt 101/08 l’Autorita’ ha sottoposto
all’approvazione del Ministero dello Sviluppo Economico le possibili
modalita’ compensative per i clienti domestici nel cui nucleo
familiare sono presenti persone che versano in gravi condizioni di
salute, tali da richiedere l’utilizzo di apparecchiature
medico-terapeutiche necessarie per la loro esistenza in vita e
alimentate ad energia elettrica;
le modalita’ compensative di cui al precedente alinea prevedono
che la compensazione sia dimensionata in modo tale da produrre una
riduzione indicativamente dell’80% della maggior spesa sostenuta da
un cliente domestico con contratto di fornitura per abitazioni di
residenza anagrafica, con potenza contrattuale di 3 kW e consumo
annuo di 3.500 kWh rispetto al cliente domestico tipo, avente uguale
contratto di fornitura e consumo annuo pari a 2.700 kWh;
in relazione alla citata deliberazione ARG/elt 101/08, con la
comunicazione 1° ottobre 2008 il Ministero dello Sviluppo Economico
ha approvato, formulando alcune osservazioni, la proposta
dell’Autorita’.
Considerato inoltre che:
alcune segnalazioni formulate da operatori attivi nella
distribuzione e nella vendita di energia elettrica, hanno evidenziato
esigenze di chiarimento e precisazione di alcune disposizioni
contenute nella deliberazione ARG/elt 117/08.
Ritenuto opportuno:
integrare la deliberazione ARG/elt 117/08 e il relativo Allegato
A, al fine di completare il quadro normativo rilevante per
l’attuazione operativa delle misure di compensazione della spesa
sostenuta per la fornitura di energia elettrica introdotte mediante
il decreto 28 dicembre 2007, anche con riferimento ai clienti
domestici nel cui nucleo familiare siano presenti persone che versano
in gravi condizioni di salute tali da richiedere l’utilizzo di
apparecchiature medico-terapeutiche necessarie per la loro esistenza
in vita;
in relazione all’integrazione di cui al precedente punto,
attenersi alle osservazioni formulate dal Ministero dello Sviluppo
Economico con comunicazione 1° ottobre 2008;
apportare alcune modifiche e precisazioni alle disposizioni della
deliberazione ARG/elt 117/08, specificatamente con riferimento alla
retroattivita’ della compensazione e al rimborso all’impresa
distributrice delle compensazioni non erogate;
Delibera:

Art. 1.
Modificazioni e integrazioni alla deliberazione ARG/elt 117/08

1.1 Al comma 4.1 della deliberazione ARG/elt 117/08, dopo le parole
«ai clienti finali domestici» sono aggiunte le parole «, in possesso
di attestazione ISEE in corso di validita’,».
1.2 Alla lettera a) del comma 4.1, della deliberazione ARG/elt
117/08, dopo le parole «dell’Allegato A» sono aggiunte le parole «,
fermo restando quanto disposto dal comma 6.5 del medesimo Allegato
A».
1.3 Il comma 4.2 della deliberazione ARG/elt 117/08 e’ sostituito
dal seguente comma: «4.2 Ai clienti finali domestici diversi da
quelli di cui al precedente comma 4.1, che presentano la richiesta di
accesso alla compensazione ai sensi del comma 3.1 dell’Allegato A
entro il 28 febbraio 2009, in caso di ammissione alla compensazione
la medesima viene riconosciuta:
a) retroattivamente a far data dal 31 dicembre 2008, fino al
1° gennaio 2008, ovvero fino alla data di attivazione della
fornitura, se successiva al 1° gennaio 2008, qualora i clienti finali
siano in possesso di attestazione ISEE rilasciata nel corso dell’anno
2007;
b) retroattivamente, a partire dalla data di termine della
validita’ dell’attestazione ISEE, fino al 1° gennaio 2008, ovvero
fino alla data di attivazione della fornitura, se successiva al
1° gennaio 2008, qualora i clienti finali siano in possesso di
attestazione ISEE rilasciata nel corso dell’anno 2008».
1.4 Al comma 4.3 della deliberazione ARG/elt 117/08, dopo le parole
«servizio di trasporto», sono aggiunte le parole «, fatto salvo
quanto disposto al successivo comma 4.6».
1.5 Il comma 4.4 della deliberazione ARG/elt 117/08 e’ sostituito
dal seguente: «Ai fini del riconoscimento degli importi di cui al
comma 4.1, lettera b) ovvero comma 4.2:
a) la formula di cui al comma 12.1 dell’Allegato A e’ sostituita
dalla seguente:

ARR + CCE
TOT i
————— * gg
365

dove
ARR(in base)TOT e’ l’importo totale riconosciuto ai sensi del
comma 4.1, lettera b) ovvero comma 4.2;
CCE(in base)i e’ la componente tariffaria compensativa, espressa in
euro per punto di prelievo per anno, di cui alla tabella 3
dell’Allegato A, differenziata in relazione alla tipologia di nucleo
famigliare i. Tale componente e’ pari a 0 (zero) nei casi di cui al
comma 4.2;
gg sono i giorni considerati nel documento di fatturazione ai fini
degli addebiti tariffari.
b) la formula di cui al comma 14.1 dell’Allegato A e’ sostituita
dalla seguente

ARR + CCF
TOT
————— * gg
365

dove:
ARR(in base)TOT e’ l’importo totale riconosciuto ai sensi del
comma 4.1, lettera b) ovvero comma 4.2;
CCF e’ la componente tariffaria compensativa, espressa in euro per
punto di prelievo per anno, di cui alla tabella 4 dell’Allegato A.
Tale componente e’ pari a 0 (zero) nei casi di cui al comma 4.2;
gg sono i giorni considerati nel documento di fatturazione ai fini
degli addebiti tariffari;
c) la formula di cui al comma 15.1 dell’Allegato A e’ sostituita
dalla seguente

ARR + CCE + CCF
TOT i
——————— * gg
365

dove:
ARR(in base)TOT e’ l’importo totale riconosciuto ai sensi del
comma 4.1, lettera b) ovvero comma 4.2;
CCE(in base)i e’ la componente tariffaria compensativa, espressa in
euro per punto di prelievo per anno, di cui alla tabella 3
dell’Allegato A, differenziata in relazione alla tipologia di nucleo
famigliare i. Tale componente e’ pari a 0 (zero) nei casi di cui al
comma 4.2;
CCF e’ la componente tariffaria compensativa, espressa in euro per
punto di prelievo per anno, di cui alla tabella 4 dell’Allegato A.
Tale componente e’ pari a 0 (zero) nei casi di cui al comma 4.2;
gg sono i giorni considerati nel documento di fatturazione ai fini
degli addebiti tariffari.».
1.6 Dopo il comma 4.5 della deliberazione 6 agosto 2008 ARG/elt
117/08 e’ aggiunto il seguente comma:
«4.6 Nei casi di cui al comma 4.1 e 4.2 ai clienti finali che,
all’atto della richiesta di ammissione, risultano non disporre di una
fornitura di energia elettrica attiva, in luogo di quanto previsto al
comma 4.4, l’impresa distributrice provvede ad erogare la
compensazione spettante, determinata in funzione del periodo di
vigenza del diritto, in soluzione unica mediante assegno recapitato
all’indirizzo del richiedente.».

Art. 2.
Modificazioni e integrazioni dell’Allegato A alla deliberazione
ARG/elt 117/08

2.1 Il comma 4.2 dell’Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08
e’ sostituito dal seguente comma: «La compensazione per i clienti
finali domestici in condizioni di disagio fisico, di cui al
comma 2.2, lettera b), e’ riconosciuta al punto di prelievo
corrispondente al POD indicato dal soggetto richiedente ai sensi del
precedente art. 3, nel rispetto delle seguenti condizioni:
a) per ogni persona che versa in gravi condizioni di salute e’
prevista la compensazione con riferimento ad un solo punto di
prelievo;
b) la localizzazione delle apparecchiature elettromedicali, cosi’
come desumibile dalle informazioni contenute nella richiesta di cui
al comma 3.1, deve coincidere con quella del punto di prelievo per il
quale e’ richiesta la compensazione;
c) l’intestatario del contratto di fornitura corrispondente al
punto di prelievo per il quale e’ richiesta la compensazione deve
appartenere al medesimo nucleo familiare della persona che versa in
gravi condizioni di salute secondo quanto disposto all’art. 3,
comma 1, del decreto 28 dicembre 2007.».
2.2 Dopo il comma 6.4 dell’Allegato A alla deliberazione ARG/elt
117/08 e’ aggiunto il seguente comma: «6.5 La compensazione prevista
per i casi di disagio fisico di cui al comma 2.2, lettera b), e’
riconosciuta dall’impresa distributrice senza interruzione fino alla
notifica di cui al comma 9.3.».
2.3 Al comma 7.4 dell’Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08,
le parole «30 aprile di ciascun anno, con riferimento all’anno
precedente» sono sostituite dalle parole «31 luglio dell’anno
successivo all’anno di competenza».
2.4 Dopo il comma 7.4 dell’Allegato A alla deliberazione ARG/elt
117/08 e’ aggiunto il seguente comma:
«7.4.1 Entro il 30 novembre dell’anno in cui sono effettuati i
rimborsi di cui al comma 7.4, con riferimento ai dati dell’anno
solare di competenza:
a) ciascuna impresa distributrice comunica all’Autorita’,
secondo le modalita’ definite dalla Direzione tariffe:
i) l’ammontare delle compensazioni complessivamente erogate a
ciascun venditore con riferimento a ciascuna tipologia di disagio di
cui al comma 2.2;
ii) l’ammontare dei rimborsi ricevuti da ciascun venditore,
ai sensi del comma 7.4;
b) ciascun venditore comunica all’Autorita’, secondo le
modalita’ definite dalla Direzione tariffe:
i) l’ammontare delle compensazioni ricevute da ciascuna
impresa distributrice ai sensi del comma 5.1;
ii) l’ammontare delle compensazioni complessivamente
trasferite ai clienti finali ai sensi del comma 5.6;
iii) gli importi rimborsati ai sensi del comma 7.4, distinti
per impresa di distribuzione e per tipologia di disagio di cui al
comma 2.2.».
2.5 Al comma 7.5, lettera a), dell’Allegato A alla deliberazione
ARG/elt 117/08, le parole «del nominativo» sono sostituite dalle
parole «codice fiscale».
2.6 Al comma 7.5, lettera b), punto i), dell’Allegato A alla
deliberazione ARG/elt 117/08, sono eliminate le parole «nominativo
e».
2.7 Al comma 7.7 dell’Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08,
le parole «ARG/elt 4/08» sono sostituite dalle parole «ARG/elt
42/08».
2.8 Il comma 13.1 dell’Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08
e’ sostituito dai commi:
«13.1 L’ammontare della compensazione di cui al comma 2.1,
lettera b), per i clienti in stato di disagio fisico, erogato ai
sensi dell’Articolo 5, e’ fissato dall’Autorita’ in coerenza con i
criteri di cui all’art. 3 del decreto 28 dicembre 2007.
13.2 L’ammontare della compensazione determinato ai sensi del
comma 13.1 e’ riportato nella tabella 4 allegata al presente
provvedimento».
2.9 Il comma 14.1 dell’Allegato A alla deliberazione ARG/elt 117/08
e’ sostituito dal comma:
«14.1 La compensazione di cui al comma 13.2 e’ riconosciuta con
la cadenza prevista per la fatturazione del servizio di trasporto
applicando una componente tariffaria, arrotondata con criterio
commerciale alla seconda cifra decimale, calcolata secondo la
seguente formula:

CCF
—— * gg
365

dove:
CCF e’ la componente tariffaria compensativa, espressa in euro per
punto di prelievo per anno, di cui alla tabella 4 allegata al
presente provvedimento;
gg sono i giorni considerati nel documento di fatturazione ai fini
degli addebiti tariffari.
2.10 Il comma 15.1 dell’Allegato A alla deliberazione ARG/elt
117/08 e’ sostituito dal comma:
«15.1 Nel caso di cumulo delle compensazioni per disagio fisico e
disagio sociale ai sensi del comma 4.3, in luogo di quanto disposto
ai commi 12.1 e 14.1, la compensazione complessiva e’ riconosciuta
con la cadenza prevista per la fatturazione del servizio di
trasporto, applicando una componente tariffaria compensativa,
arrotondata con criterio commerciale alla seconda cifra decimale,
calcolata secondo la seguente formula:

CCE + CCF
i
————— * gg
365

dove:
CCE(in base)i e’ la componente tariffaria compensativa, espressa in
centesimi di euro per punto di prelievo per anno, di cui alla tabella
3 allegata al presente provvedimento, differenziata in relazione alla
tipologia di nucleo familiare i;
CCF e’ la componente tariffaria compensativa, espressa in centesimi
di euro per punto di prelievo per anno, di cui alla tabella 4
allegata al presente provvedimento;
gg sono i giorni considerati nel documento di fatturazione ai fini
degli addebiti tariffari.
2.11 Al comma 16.1 dell’Allegato A alla deliberazione ARG/elt
117/08, dopo le parole «commi 11.2» sono aggiunte le parole «e
13.2.».
2.12 Dopo la Tabella 3 dell’Allegato A alla deliberazione ARG/elt
117/08 e’ aggiunta la Tabella 4, allegata al presente provvedimento.

Art. 3.
Disposizioni transitorie e finali

3.1 I termini di cui ai commi 7.4 e 7.4.1, come modificati con il
presente provvedimento, per il primo anno di applicazione sono
fissati rispettivamente al 31 dicembre 2010 e al 30 aprile 2011.
3.2 Il presente provvedimento e’ pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana e sul sito internet
dell’Autorita’ (www.autorita.energia.it), ed entra in vigore dalla
data della prima pubblicazione.
3.3 La deliberazione ARG/elt 117/08, comprensiva dell’Allegato A,
e’ pubblicata sul sito dell’Autorita’ con le modifiche e le
integrazioni di cui al presente provvedimento.
3.4 La deliberazione ARG/elt 117/08, comprensiva dell’allegato A,
come modificata e integrata dal presente provvedimento, e’ trasmessa
al Ministero dello Sviluppo Economico, al Ministero dell’Economia e
delle Finanze, al Ministero del Lavoro, della Salute e delle
Politiche Sociali, all’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani e
alla Cassa conguaglio per il settore elettrico.
Milano, 17 ottobre 2008
Il Presidente: Ortis

Tabella 4

Ammontare della compensazione per i clienti in stato di disagio
fisico, di cui al comma 13.2 (Euro/anno per punto di prelievo)

—-> Vedere Tabella a pag. 44 <----

AUTORITA’ PER L’ ENERGIA ELETTRICA E IL GAS – DELIBERAZIONE 17 ottobre 2008

Edilone.it