ANTICIPAZIONI : AUTORITA' PER LA VIGILANZA SUI LAVORI PUBBLICI :DELIBERAZIONE N. 248 del 17 settembre 2003 | Edilone.it

ANTICIPAZIONI : AUTORITA’ PER LA VIGILANZA SUI LAVORI PUBBLICI :DELIBERAZIONE N. 248 del 17 settembre 2003

ANTICIPAZIONI : AUTORITA' PER LA VIGILANZA SUI LAVORI PUBBLICI :DELIBERAZIONE N. 248 del 17 settembre 2003 Soa /445: Oggetto : Attribuzione nell'ambito delle categorie di lavorazione di cui all'allegato A, del DPR 34/2000, dei lavori di realizzazione di impianti per il monitoraggio ambientale, geotecnico e strutturale

AUTORITA’ PER LA VIGILANZA SUI LAVORI PUBBLICI -DELIBERAZIONE N. 248
Adunanza del 17 settembre 2003 – Soa /445:

Oggetto : Attribuzione
nell’ambito delle categorie di lavorazione di cui all’allegato A, del
DPR 34/2000, dei lavori di realizzazione di impianti per il
monitoraggio ambientale, geotecnico e strutturale
Considerato in
fatto

E’ stato evidenziato che le attività di
realizzazione di impianti di monitoraggio ambientale, geotecnico e
strutturale, che richiedono una specifica qualificazione per
l’esecuzione, non trovano specifica classificazione all’interno della
declaratoria di cui all’allegato A del DPR 34/2000.

Le
Amministrazioni sembrerebbero appaltare l’esecuzione di tali attività
ascrivendole alle più disparate categorie.

Alcune Soa
hanno richiesto, dunque, all’Autorità di fornire delle indicazioni
generali circa l’ascrivibilità di tali attività ad una specifica
categoria di lavorazione.

Considerato in diritto

Il caso
prospettato, cioè quello dell’inquadramento delle attività di
monitoraggio ambientale, deve essere analizzato alla luce di quanto
indicato nella declaratoria della categoria OG12 di cui all’allegato
A.

Nell’indicare le lavorazioni ricadenti in tale
categorie, il legislatore ha specificato che rientrano in essa anche
gli impianti di rilevamento e telerilevamento funzionali
all’esecuzione del monitoraggio ambientale.

Pur non
rientrando tali attività nella specificità del concetto di opera edile
le stesse sono state ascritte alla categoria OG12 essendo realizzate,
sovente, funzionalmente all’esecuzione degli interventi di bonifica e
protezione ambientale.

Le attività in oggetto, dunque,
qualora non si sostanziano in attività di sperimentazione dei
materiali (carotaggi e altre indagini geognostiche, prove di carico e
altre modalità di valutazione delle capacità resistenziali di un
manufatto antisismico) connesse all’esecuzione di interventi di
consolidamento, che sono invece da considerarsi ascrivibili alla cat.
OS21, sono da ritenersi ascrivibili alla categoria OG 12.

Il
Consiglio ritiene

Tutte le attività di monitoraggio
ambientale e strutturale, quali anche il radiocontrollo di manufatti
edili, i tenso-tast, le indagini termografiche, che vengono spesso
utilizzate nell’ambito del restauro architettonico sono da ricondursi
alla categoria OG12 , di cui all’allegato A del DPR 34/2000.

Il
Relatore
Il Presidente

Depositato presso la
Segreteria del Consiglio in data 23 settembre 2003

Il Segretario

ANTICIPAZIONI : AUTORITA’ PER LA VIGILANZA SUI LAVORI PUBBLICI :DELIBERAZIONE N. 248 del 17 settembre 2003

Edilone.it