AGENZIA DELLE ENTRATE - PROVVEDIMENTO 11 novembre 2005 | Edilone.it

AGENZIA DELLE ENTRATE – PROVVEDIMENTO 11 novembre 2005

AGENZIA DELLE ENTRATE - PROVVEDIMENTO 11 novembre 2005 - Approvazione del modello di istanza per l'attribuzione del credito d'imposta per studi e consulenze inerenti operazioni di concentrazione, da presentare ai sensi dell'articolo 9, comma 3, del decreto-legge 14 marzo 2005, n. 35, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 maggio 2005, n. 80. (GU n. 265 del 14-11-2005)

AGENZIA DELLE ENTRATE

PROVVEDIMENTO 11 novembre 2005

Approvazione del modello di istanza per l’attribuzione del credito
d’imposta per studi e consulenze inerenti operazioni di
concentrazione, da presentare ai sensi dell’articolo 9, comma 3, del
decreto-legge 14 marzo 2005, n. 35, convertito, con modificazioni,
dalla legge 14 maggio 2005, n. 80.

IL DIRETTORE DELL’AGENZIA
In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel
seguito del presente provvedimento;
Dispone:
1. Approvazione del modello di istanza per l’attribuzione del credito
d’imposta per studi e consulenze inerenti le operazioni di
concentrazione delle micro, piccole e medie imprese.
1.1. E’ approvato, ai sensi dell’art. 9, comma 4, del
decreto-legge 14 marzo 2005, n. 35, convertito, con modificazioni,
dalla legge 14 maggio 2005, n. 80, il modello di istanza per
l’attribuzione del credito d’imposta per le spese sostenute per studi
e consulenze inerenti le operazioni di concentrazione delle micro,
piccole e medie imprese – Mod. ICC, unitamente alle relative
istruzioni per la compilazione.
1.2. Il modello di cui al punto 1.1 e’ composto da un
frontespizio, contenente i dati identificativi dell’impresa che
presenta l’istanza, e dal quadro A, contenente i dati di carattere
generale relativi all’operazione di concentrazione, i dati
identificativi delle imprese partecipanti al processo di
concentrazione nonche’ i dati relativi ai documenti di spesa ed al
credito d’imposta richiesto.
2. Reperibilita’ del modello.
2.1. Il modello di cui al punto 1.1 e’ reso disponibile
gratuitamente dall’Agenzia delle entrate in formato elettronico sul
sito Internet www.agenziaentrate.gov.it
2.2. Il modello di cui al punto 1.1 puo’ essere altresi’
prelevato da altri siti Internet a condizione che lo stesso sia
conforme per struttura e sequenza a quello approvato con il presente
provvedimento e rechi l’indirizzo del sito dal quale e’ stato
prelevato nonche’ gli estremi del presente provvedimento.
2.3. Il modello di cui al punto 1.1 puo’ essere riprodotto con
stampa monocromatica realizzata in colore nero mediante l’utilizzo di
stampanti laser o di altri tipi di stampanti che comunque
garantiscano la chiarezza e la leggibilita’ del modello nel tempo.
2.4. E’ consentita la stampa del modello di cui al punto 1.1 nel
rispetto della conformita’ grafica al modello approvato e della
sequenza dei dati.
3. Termini e modalita’ di presentazione dell’istanza.
3.1. L’istanza di cui al punto 1.1 deve essere presentata
nell’anno 2005 a partire dal trentesimo giorno successivo a quello
della pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del presente
provvedimento; negli anni successivi dal 10 gennaio di ciascun anno.
3.2. L’istanza di cui al punto 1.1 deve essere presentata
all’Agenzia delle entrate in via telematica, direttamente ovvero
tramite i soggetti incaricati di cui ai commi 2-bis e 3 dell’art. 3
del decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322, e
successive modificazioni.
3.3. La trasmissione telematica dei dati contenuti nell’istanza
di cui al punto 1.1 e’ effettuata utilizzando il prodotto di gestione
denominato «CREDICONSUL» che sara’ reso disponibile gratuitamente
dall’Agenzia delle entrate nel sito Internet
www.agenziaentrate.gov.it a partire dal 28 novembre 2005.
3.4. E’ fatto comunque obbligo ai soggetti incaricati della
trasmissione telematica di rilasciare al soggetto interessato un
esemplare cartaceo dell’istanza predisposta con l’utilizzo dei
prodotti informatici di cui al punto 3.3 nonche’ copia della
comunicazione dell’Agenzia delle entrate che ne attesta l’avvenuto
ricevimento e che costituisce prova dell’avvenuta presentazione.
3.5. L’istanza deve essere conservata a cura del soggetto
interessato, previa sua sottoscrizione a conferma dei dati ivi
contenuti.
3.6. La competenza in ordine agli adempimenti conseguenti alla
gestione delle istanze di cui al punto 1.1 e’ demandata al Centro
operativo di Pescara.
Motivazioni.
L’art. 9 del decreto-legge 14 marzo 2005, n. 35, convertito, con
modificazioni, dalla legge 14 maggio 2005, n. 80, ha riconosciuto,
alle imprese rientranti nella definizione comunitaria di
microimprese, piccole imprese e medie imprese, di cui alla
raccomandazione n. 2003/361/CE della Commissione del 6 maggio 2003,
che prendono parte a processi di concentrazione, un contributo nella
forma di credito d’imposta pari al cinquanta per cento delle spese
sostenute per studi e consulenze, inerenti l’operazione di
concentrazione.
In particolare, il comma 3 del citato art. 9 ha stabilito che per
la fruizione del contributo l’impresa concentrataria deve presentare,
a decorrere dalla data di ultimazione del processo di concentrazione,
un’apposita istanza in via telematica al Centro operativo di Pescara
dell’Agenzia delle entrate.
Inoltre, il comma 4 del medesimo art. 9 ha previsto che con
provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate venga
approvato il modello da utilizzare per la redazione dell’istanza e
vengano stabiliti i dati in esso contenuti nonche’ i termini di
presentazione delle istanze medesime.
In attuazione di tali disposizioni e’, pertanto, emanato il
presente provvedimento con il quale viene approvato il modello – Mod.
ICC – con le relative istruzioni, da utilizzare per la redazione
della istanza e vengono, inoltre, stabiliti i termini di
presentazione delle istanze medesime prevedendo che le stesse devono
essere presentate: nell’anno 2005, a partire dal 30° giorno
successivo a quello della pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del
presente provvedimento; negli anni successivi, dal 10 gennaio di
ciascun anno.
Per le procedure tecniche necessarie per la trasmissione
telematica, il presente provvedimento fa rinvio al prodotto di
gestione denominato «CREDICONSUL», che sara’ reso disponibile
gratuitamente dall’Agenzia delle entrate sul sito Internet
www.agenziaentrate.gov.it a partire dal 28 novembre 2005.
La competenza in ordine agli adempimenti conseguenti alla
gestione delle predette istanze viene attribuita al Centro operativo
di Pescara.
Si riportano i riferimenti normativi del presente provvedimento.
Attribuzioni del direttore dell’Agenzia delle entrate.
Decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 recante la riforma
dell’organizzazione del Governo, a norma dell’art. 11 della legge
15 marzo 1997, n. 59 (art. 57; art. 62; art. 66; art. 67, comma 1;
art. 68, comma 1; art. 71, comma 3, lettera a); art. 73, comma 4.
Statuto dell’Agenzia delle entrate, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale n. 42 del 20 febbraio 2001 (art. 5, comma 1; art. 6, comma
1).
Regolamento di amministrazione dell’Agenzia delle entrate,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 36 del 13 febbraio 2001 (art.
2, comma 1).
Decreto del Ministro delle finanze 28 dicembre 2000, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale n. 9 del 12 febbraio 2001, concernente
disposizioni recanti le modalita’ di avvio delle agenzie fiscali e
l’istituzione del ruolo speciale provvisorio del personale
dell’Amministrazione finanziaria, emanato a norma degli articoli 73 e
74 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300.
Disciplina normativa di riferimento.
Decreto-legge 14 marzo 2005, n. 35, convertito con modificazioni
dalla legge 14 maggio 2005, n. 80, concernente disposizioni urgenti
nell’ambito del Piano di azione per lo sviluppo economico, sociale e
territoriale (art. 9).
Decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322 e
successive modificazioni, recante modalita’ per la presentazione
delle dichiarazioni relative alle imposte sui redditi, all’imposta
regionale sulle attivita’ produttive e all’imposta sul valore
aggiunto.
Decreto del Ministero delle finanze 31 luglio 1998, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale n. 187 del 12 agosto 1998, concernente le
modalita’ tecniche di trasmissione telematica delle dichiarazioni e
dei contratti di locazione e di affitto da sottoporre a
registrazione, nonche’ di esecuzione telematica dei pagamenti, come
modificato dal decreto del Ministero delle finanze 24 dicembre 1999,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 306 del 31 dicembre 1999,
nonche’ del decreto del Ministero delle finanze 29 marzo 2000,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 78 del 3 aprile 2000.
Il presente provvedimento sara’ pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 11 novembre 2005
Il direttore dell’Agenzia: Ferrara

Allegato

—-> Vedere allegato da pag. 16 a pag. 26

AGENZIA DELLE ENTRATE – PROVVEDIMENTO 11 novembre 2005

Edilone.it