AGENZIA DELLE DOGANE | Edilone.it

AGENZIA DELLE DOGANE

AGENZIA DELLE DOGANE - DETERMINAZIONE 2 settembre 2004: Modifica della formula di denaturazione del gasolio e dell'olio combustibile destinati a provviste di bordo nelle imbarcazioni in navigazione nelle acque comunitarie, prevista dal decreto ministeriale 16 novembre 1995, n. 577. (GU n. 208 del 4-9-2004)

AGENZIA DELLE DOGANE

DETERMINAZIONE 2 settembre 2004

Modifica della formula di denaturazione del gasolio e dell’olio
combustibile destinati a provviste di bordo nelle imbarcazioni in
navigazione nelle acque comunitarie, prevista dal decreto
ministeriale 16 novembre 1995, n. 577.

IL DIRETTORE DELL’AGENZIA

Vista la decisione del 13 luglio 2001 (2001/574/CE), pubblicata
nella Gazzetta ufficiale delle Comunita’ europee del 28 luglio 2001
n. L 203, e la decisione del 17 dicembre 2003 (2003/900/CE) della
Commissione, pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea
del 23 dicembre 2003 n. L 336;
Considerato che le suindicate decisioni hanno stabilito che il
marcatore fiscale comune, previsto dalla direttiva 95/60/CEE del
Consiglio del 27 novembre 1995, pubblicata nella Gazzetta ufficiale
delle Comunita’ europee del 6 dicembre 1995 n. L 291, per la
marcatura di tutti i gasoli di cui ai codici NC 2710 0066, 2710 0067
e 2710 0068 nonche’ del petrolio lampante di cui al codice
NC 2710 0055 impiegati negli usi agevolati, e’ il Solvent Yellow 124
e che il livello di marcatura deve essere almeno pari a 6 mg e non
superiore a 9 mg per litro di olio minerale;
Considerato che l’attuale marcatore europeo denominato «Solvent
Yellow 124» corrisponde al «marcante A» di cui all’art. 1, comma 1,
lettera a), del decreto del Ministro delle finanze del 16 novembre
1995, n. 577;
Ritenuto, conseguentemente, necessario procedere al recepimento
della suddetta decisione del 17 dicembre 2003, modificando il
quantitativo di marcatore fiscale attualmente previsto per il gasolio
destinato a provviste di bordo nelle imbarcazioni in navigazione
nelle acque comunitarie (gasolio motopesca) dal predetto art. 1 del
decreto del Ministro delle finanze del 16 novembre 1995, n. 577, al
fine di riportare la quantita’ di «marcante A» nell’ambito dei
livelli di marcatura sopraindicati;
Considerato che l’obbligo di uniformarsi a quanto stabilito dalla
predetta decisione, trattandosi di questioni specifiche rilevanti per
i singoli Stati membri in maniera vincolante, consente di modificare
il limite massimo del marcatore fiscale in via amministrativa
attraverso una rettifica di carattere tecnico imposta da un atto
comunitario;
Considerata l’opportunita’ di apportare una diminuzione del
marcatore anche per la denaturazione degli oli combustibili
utilizzati nello stesso impiego (motopesca) per evitare, agli
operatori del settore, di dover impiegare, contrariamente a quanto
viene fatto fino ad oggi, miscele denaturanti diverse per i due
prodotti petroliferi (oli di gas e oli combustibili);

A d o t t a

la seguente determinazione:

Art. 1.
1. La lettera a) del comma 1 dell’art. 1 del decreto del Ministro
delle finanze 16 novembre 1995, n. 577, e’ sostituita dalla seguente:
«a) grammi 0,95 di Solvent Yellow 124 e grammi 0,51 di nafta
solvente da petrolio.».

Art. 2.
1. Le miscele denaturanti preparate secondo l’attuale formula
indicata nell’art. 1, comma 1, del decreto del Ministro delle finanze
16 novembre 1995, n. 577, potranno essere utilizzate fino a
smaltimento delle scorte e comunque per un periodo non superiore a
sei mesi dalla data di entrata in vigore della presente
determinazione.

Art. 3.
1. La presente determinazione entra in vigore il giorno della sua
pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 2 settembre 2004
Il direttore dell’Agenzia: Guaiana

AGENZIA DELLE DOGANE

Edilone.it