AGENZIA DEL TERRITORIO - PROVVEDIMENTO 2 marzo 2007 | Edilone.it

AGENZIA DEL TERRITORIO – PROVVEDIMENTO 2 marzo 2007

AGENZIA DEL TERRITORIO - PROVVEDIMENTO 2 marzo 2007 - Pagamento di servizi telematici erogati dall'Agenzia del territorio tramite utilizzo di somme versate su conto corrente unico a livello nazionale. (GU n. 59 del 12-3-2007)

AGENZIA DEL TERRITORIO

PROVVEDIMENTO 2 marzo 2007
Pagamento di servizi telematici erogati dall’Agenzia del territorio
tramite utilizzo di somme versate su conto corrente unico a livello
nazionale.

IL DIRETTORE DELL’AGENZIA
Visto il regio decreto 18 novembre 1923, n. 2440, recante nuove
disposizioni sull’amministrazione del patrimonio e di contabilita’
generale dello Stato e successive modificazioni;
Visto il decreto-legge 31 luglio 1954, n. 533, convertito con
modificazioni, dalla legge 26 settembre 1954, n. 869, ed in
particolare il titolo III della tabella A allegata al medesimo
decreto, da ultimo modificata dalla tabella 2 allegata al
decreto-legge 3 ottobre 2006, n. 262, convertito, con modificazioni,
dalla legge 24 novembre 2006, n. 286;
Visto il decreto legislativo 31 ottobre 1990, n. 347, e successive
modificazioni, che ha approvato il testo unico delle imposte
ipotecaria e catastale, ed in particolare la tabella delle tasse
ipotecarie, come modificata, da ultimo, dall’art. 2, comma 65, del
decreto-legge 3 ottobre 2006, n. 262, convertito, con modificazioni,
dalla legge 24 novembre 2006, n. 286;
Visto il decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 237, ed in
particolare l’art. 6, comma 3, come sostituito dall’art. 1, comma 1,
lettera e), del decreto legislativo 19 novembre 1998, n. 422, il
quale prevede che la riscossione delle tasse ipotecarie e dei tributi
speciali catastali e’ effettuata dagli uffici periferici del
Dipartimento del territorio;
Visto l’art. 24 della legge 27 dicembre 1997, n. 449, recante
misure per la stabilizzazione della finanza pubblica, ed in
particolare i commi 39 e 40, i quali prevedono che il pagamento dei
tributi possa essere effettuato anche con sistemi diversi dal
contante e che le modalita’ di esecuzione dei pagamenti medesimi sono
stabilite con uno o piu’ decreti del Ministro delle finanze;
Visto il decreto 16 dicembre 1998, emanato dal Ministero delle
Finanze di concerto con il Ministero del tesoro, del bilancio e della
programmazione economica, recante la determinazione delle modalita’
di versamento in Tesoreria provinciale dello Stato delle somme
riscosse dagli uffici periferici del Dipartimento del territorio e di
approvazione delle convenzioni con gli intermediari bancari;
Visto l’art. 57 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, che
ha istituito, tra l’altro, l’Agenzia del territorio, alla quale sono
stati trasferiti tutti i rapporti giuridici, poteri e competenze gia’
di spettanza del Dipartimento del territorio del Ministero delle
finanze;
Visto l’art. 1, comma 374, lettera d), della legge 30 dicembre
2004, n. 311, il quale prevede che, in caso di versamento effettuato
con modalita’ telematiche, i tributi dovuti siano riversati alla
sezione di Tesoreria provinciale dello Stato entro il terzo giorno
lavorativo successivo a quello della riscossione, rinviando a
provvedimenti dell’Agenzia del territorio, d’intesa con il
Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato la determinazione
delle modalita’ di versamento;
Visto il provvedimento del direttore dell’Agenzia del territorio
21 marzo 2005, concernente il pagamento dei servizi telematici
erogati dall’Agenzia del territorio tramite l’utilizzo di somme
versate su conto corrente postale, emanato a seguito di parere
favorevole del Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato del
Ministero dell’economia e delle finanze, espresso con nota prot. n.
32236 del 17 marzo 2005;
Visto l’art. 1, comma 5, del decreto-legge del 10 gennaio 2006, n.
2, convertito, con modificazioni, dall’art. 1 della legge 11 marzo
2006, n. 81, concernente interventi urgenti per i settori
dell’agricoltura, dell’agroindustria, della pesca, nonche’ in materia
di fiscalita’ di impresa;
Considerate le istruzioni impartite con circolare n. 47 del
13 marzo 2000 sulla rendicontazione annuale, conti amministrativi e
giudiziali dei servizi di cassa, concordata con il Ministero del
tesoro, del bilancio e della programmazione economica – Dipartimento
della Ragioneria generale dello Stato – Ispettorato generale di
Finanza, ai sensi dell’art. 646 del Regolamento di contabilita’
generale dello Stato;
Considerato che con nota prot. n. 122411 del 18 settembre 2006 il
Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato – IGF ufficio XIV,
ha autorizzato la realizzazione del progetto istitutivo dell’Agente
contabile centrale responsabile delle riscossioni con modalita’
telematiche;
Considerato che con nota prot. n. 86927 del 1° dicembre 2006 e’
stato nominato l’Agente contabile per le riscossioni telematiche che
affluiscono sul conto corrente unico a livello nazionale dell’Agenzia
del territorio;
Ritenute sussistenti le condizioni per consentire ai contribuenti,
l’effettuazione del pagamento dei tributi e delle altre entrate
riscosse dall’Agenzia del territorio con ulteriori sistemi diversi
dal contante, oltre a quelli gia’ previsti;
Considerata l’esigenza di disciplinare, nell’ambito dei sistemi di
pagamento diversi dal contante, le modalita’ di gestione delle
disponibilita’ costituite mediante versamento, per via telematica, su
di un conto corrente unico nazionale intestato all’Agenzia del
territorio, da utilizzarsi per il pagamento dei servizi erogati in
via telematica;
Considerato il parere favorevole del Dipartimento della Ragioneria
generale dello Stato del Ministero dell’economia e delle finanze,
espresso con nota prot. n. 0005319 del 15 gennaio 2007;
Dispone:

Art. 1.
Pagamento dei servizi telematici tramite utilizzo di somme versate su
conto corrente unico
1. Il pagamento dei tributi dovuti per i servizi ipotecari e
catastali richiesti ed erogati tramite il sistema telematico
dell’Agenzia del territorio puo’ essere effettuato mediante
l’utilizzo di somme versate preventivamente con modalita’ telematiche
sul conto corrente postale unico a livello nazionale, intestato alla
medesima Agenzia.

Art. 2.
Disponibilita’ delle somme versate
1. Le somme destinate al pagamento dei servizi telematici sono
versate sul conto corrente postale unico a livello nazionale,
intestato all’Agenzia del territorio, con modalita’ telematiche,
attraverso un portale dedicato. Le somme versate sono rese
disponibili all’utente sul sistema telematico per il pagamento dei
tributi dovuti.

Art. 3.
Gestione dell’importo reso disponibile
1. Al momento della richiesta di erogazione dei servizi, la somma
dovuta per il pagamento dei relativi tributi viene detratta
dall’importo reso disponibile all’utente ai sensi
dell’articolo precedente.
2. Qualora non sia possibile erogare i servizi richiesti, l’importo
reso disponibile viene automaticamente reintegrato delle somme
detratte al momento della richiesta.
3. Qualora l’importo reso disponibile all’utente non sia
sufficiente ad effettuare il pagamento dei tributi dovuti, l’Agenzia
non procede all’erogazione dei servizi.
4. L’utente puo’ richiedere all’Agenzia la restituzione delle somme
versate, rese disponibili sul sistema telematico, ma ancora non
utilizzate.
5. In ogni caso all’utente non sono riconosciuti interessi per le
somme versate.

Art. 4.
Riscossione dei tributi e versamento alla Tesoreria centrale dello
Stato
1. Per le somme detratte a fronte dell’erogazione dei servizi, che
affluiscono sul conto corrente unico a livello nazionale
dell’Agenzia, l’Agente contabile per le riscossioni telematiche
rilascia ricevuta telematica di pagamento. Le somme cosi’ riscosse
sono versate dal medesimo Agente contabile alla Tesoreria centrale
dello Stato e agli Istituti tesorieri delle regioni Sicilia e
Sardegna per la quota parte di pertinenza delle stesse regioni, entro
il terzo giorno lavorativo successivo a quello di riscossione.

Art. 5.
Servizi telematici per i quali e’ possibile effettuare il pagamento
dei tributi tramite utilizzo di somme versate su conto corrente unico
a livello nazionale.
1. L’elenco dei servizi telematici per i quali e’ possibile
effettuare il pagamento dei tributi utilizzando le modalita’ previste
dal presente provvedimento sara’ reso noto con successivi comunicati
del direttore dell’Agenzia del territorio che verranno pubblicizzati
sul sito internet della medesima Agenzia all’indirizzo
www.agenziaterritorio.it

Art. 6.
Entrata in vigore
1. Il presente provvedimento sara’ pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana ed entra in vigore il giorno
successivo alla sua pubblicazione.
Roma, 2 marzo 2007
Il direttore dell’Agenzia: Picardi

AGENZIA DEL TERRITORIO – PROVVEDIMENTO 2 marzo 2007

Edilone.it