Edilone.it - Edilone.it | Edilone.it

DECRETO LEGISLATIVO 19 agosto 2005, n.186: Attuazione della direttiva...

DECRETO LEGISLATIVO 19 agosto 2005, n.186: Attuazione della direttiva 2002/74/CE concernente la tutela dei lavoratori subordinati in caso di insolvenza del datore di lavoro. (GU n. 220 del 21-9-2005)

DECRETO LEGISLATIVO 19 agosto 2005, n.186

Attuazione della direttiva 2002/74/CE concernente la tutela dei
lavoratori subordinati in caso di insolvenza del datore di lavoro.

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;
Vista la legge 31 ottobre 2003, n. 306, recante disposizioni per
l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia
alle Comunita’ europee (Legge comunitaria 2003);
Vista la direttiva 2002/74/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio, del 23 settembre 2002, che modifica la direttiva
80/987/CEE del Consiglio, concernente il riavvicinamento delle
legislazioni degli Stati membri relative alla tutela dei lavoratori
subordinati in caso di insolvenza del datore di lavoro;
Vista la preliminare deliberazione del Consiglio dei Ministri,
adottata nella riunione del 20 maggio 2005;
Acquisiti i pareri delle competenti Commissioni della Camera dei
deputati e del Senato della Repubblica;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 29 luglio 2005;
Sulla proposta del Ministro per le politiche comunitarie e del
Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con i
Ministri degli affari esteri, della giustizia e dell’economia e delle
finanze;

E m a n a

il seguente decreto legislativo:

Art. 1.

Modifiche al decreto legislativo 27 gennaio 1992, n. 80

1. All’articolo 2 del decreto legislativo 27 gennaio 1992, n. 80,
dopo il comma 2, e’ inserito il seguente:
«2-bis. L’intervento del Fondo di garanzia opera anche nel caso in
cui datore di lavoro sia un’impresa, avente attivita’ sul territorio
di almeno due Stati membri, costituita secondo il diritto di un altro
Stato membro ed in tale Stato sottoposta ad una procedura
concorsuale, a condizione che il dipendente abbia abitualmente svolto
la sua attivita’ in Italia. Agli eventuali maggiori oneri che gravano
sul fondo di garanzia si provvede ai sensi dell’articolo 2, ottavo
comma, quarto periodo, della legge 19 maggio 1982, n. 297.».
2. All’articolo 2, comma 4, del decreto legislativo 27 gennaio
1992, n. 80, la lettera b) e’ soppressa.

Avvertenza:

Nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – del
5 ottobre 2005 si procedera’ alla ripubblicazione del testo
della presente legge corredata delle relative note, ai
sensi dell’art. 8, comma 3, del regolamento di esecuzione
del testo unico delle disposizioni sulla promulgazione
delle leggi, sulla emanazione dei decreti del Presidente
della Repubblica e sulle pubblicazioni ufficiali della
Repubblica italiana, approvato con decreto del Presidente
della Repubblica 14 marzo 1986, n. 217.

Art. 2.

Modifica alla legge 29 maggio 1982, n. 297

1. All’articolo 2 della legge 29 maggio 1982, n. 297, dopo il comma
4 e’ inserito il seguente:
«4-bis. L’intervento del Fondo di garanzia opera anche nel caso in
cui datore di lavoro sia un’impresa, avente attivita’ sul territorio
di almeno due Stati membri, costituita secondo il diritto di un altro
Stato membro ed in tale Stato sottoposta ad una procedura
concorsuale, a condizione che il dipendente abbia abitualmente svolto
la sua attivita’ in Italia.».

Art. 3.

Notifiche e termini di applicazione

1. I tipi di procedura nazionale di insolvenza che rientrano nel
campo di applicazione del decreto legislativo 27 gennaio 1992, n. 80,
nonche’ tutte le modifiche normative che le riguardano sono
notificate alla Commissione e agli altri Stati membri.
2. Le disposizioni di cui al presente decreto si applicano alle
procedure concorsuali aperte successivamente alla data di entrata in
vigore del decreto stesso.
Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sara’ inserito
nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica
italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo
osservare.
Dato a Roma, addi’ 19 agosto 2005

CIAMPI

Berlusconi, Presidente del
Consiglio dei Ministri
La Malfa, Ministro per le politiche
comunitarie
Maroni, Ministro del lavoro e delle
politiche sociali
Fini, Ministro degli affari esteri
Castelli, Ministro della giustizia
Siniscalco, Ministro dell’economia
e delle finanze

Visto, il Guardasigilli: Castelli

Edilone.it