Edilone.it - Edilone.it | Edilone.it

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 5 agosto 2005: Dispo...

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 5 agosto 2005: Disposizioni per la costituzione dei tavoli di filiera. (GU n. 212 del 12-9-2005)

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 5 agosto 2005

Disposizioni per la costituzione dei tavoli di filiera.

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Visto l’art. 9, comma 2, del decreto legislativo 27 maggio 2005, n.
102;
Visto l’art. 20 del decreto legislativo 18 maggio 2001, n. 228;
Acquisito il parere del tavolo agroalimentare di cui al predetto
art. 20 del decreto legislativo n. 228/2001;
Sulla proposta del Ministro delle politiche agricole e forestali;
Decreta:

Art. 1.
Costituzione dei tavoli di filiera

1. Al fine di pervenire alla stipula delle intese di filiera di cui
all’art. 9, comma 1, del decreto legislativo n. 102/2005, il
Ministero delle politiche agricole e forestali, in prima
applicazione, entro sessanta giorni dalla pubblicazione nella
Gazzetta Ufficiale del presente decreto, richiede, per la
costituzione dei tavoli di filiera, agli organismi maggiormente
rappresentativi a livello nazionale nei settori della produzione,
della trasformazione, del commercio e della distribuzione dei
prodotti agricoli e agroalimentari, presenti o rappresentati nel
Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro l’indicazione della
rappresentanza di filiera a livello nazionale per le seguenti
filiere:
a) ortofrutta;
b) bieticolo- saccarifero;
c) zootecnico;
d) vitivinicolo;
e) olivicolo;
f) cerealicolo (ivi compreso il riso);
g) tabacco;
h) lattiero-caseario.
2. Gli organismi maggiormente rappresentativi a livello nazionale
di cui al comma 1, trasmettono al Ministero delle politiche agricole
e forestali – Dipartimento delle filiere agricole e agroalimentari,
le indicazioni della rappresentanza entro trenta giorni dalla
richiesta ministeriale.
3. Con decreto del Ministro delle politiche agricole e forestali
sono determinate le composizioni dei tavoli di filiera; ai predetti
tavoli partecipano due rappresentanti del Dipartimento delle filiere
agricole e agroalimentari, due rappresentanti del Dipartimento delle
politiche di sviluppo e tre rappresentati delle regioni, designati
dal Comitato tecnico permanente per l’agricoltura nell’ambito della
Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le
province autonome di Trento e di Bolzano.
Art. 2.
Stipula delle intese

1. Il tavolo di filiera predispone le proposte di intese di filiera
da sottoporre al tavolo agroalimentare; a tal fine il Ministero delle
politiche agricole e forestali – Dipartimento delle filiere agricole
e agroalimentari, trasmette alla Presidenza del Consiglio dei
Ministri la proposta approvata dal tavolo di filiera.
2. La Presidenza del Consiglio dei Ministri, entro sessanta giorni
dal ricevimento della proposta di intesa da parte del tavolo di cui
al comma 1, convoca il tavolo agroalimentare per la stipula
dell’intesa di filiera.
3. L’intesa, sottoscritta con le modalita’ di cui all’art. 9, comma
2, del decreto legislativo n. 102/2005, e’ comunicata al Ministero
delle politiche agricole e forestali il quale, dopo la verifica della
compatibilita’ con la normativa comunitaria e nazionale, cura la
pubblicazione dell’intesa nella Gazzetta Ufficiale.
4. Nel caso in cui l’intesa di filiera comporti restrizioni della
concorrenza, ai sensi dell’art. 9, comma 4, del decreto legislativo
n. 102/2005, il Ministro delle politiche agricole e forestali,
espletata la verifica della compatibilita’ con la normativa
comunitaria e nazionale, approva l’intesa con proprio decreto e cura
la pubblicazione dell’intesa nella Gazzetta Ufficiale&d.;.
Art. 3.
Disposizioni transitorie

1. Le intese stipulate dalle organizzazioni interprofessionali
riconosciute ai sensi all’art. 12 del decreto legislativo 30 aprile
1998, n. 173, sono trasmesse al Ministero delle politiche agricole –
Dipartimento delle filiere agricole e agroalimentari, per la
compatibilita’ con la normativa comunitaria e nazionale, il quale
cura la pubblicazione dell’intesa nella Gazzetta Ufficiale.
2. Le intese stipulate ai sensi del comma 1 che comportano
restrizioni alla concorrenza, sono approvate con decreto del Ministro
delle politiche agricole e forestali.
3. Dal presente decreto non devono derivare nuovi o maggiori oneri
per il bilancio dello Stato.
Roma, 5 agosto 2005

p. Il Presidente del Consiglio dei Ministri Letta

Il Ministro delle politiche agricole e forestali Alemanno

Edilone.it