Edilone.it - Edilone.it | Edilone.it

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 5 luglio 2005: Diffe...

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 5 luglio 2005: Differimento del termine, per la comunicazione all'Agenzia delle entrate, dell'esercizio dell'opzione per avvalersi della disciplina in tema di «tonnage tax». (GU n. 158 del 9-7-2005)

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 5 luglio 2005

Differimento del termine, per la comunicazione all’Agenzia delle
entrate, dell’esercizio dell’opzione per avvalersi della disciplina
in tema di «tonnage tax».

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
Visto il testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto
del Presidente della Repubblica 26 dicembre 1986, n. 917, come
modificato, da ultimo, con decreto legislativo 12 dicembre 2003, n.
344;
Visto, in particolare, l’art. 155, comma 1, del predetto testo
unico, il quale, in materia di determinazione della base imponibile
per alcune imprese marittime, prevede che l’efficacia dell’opzione
per la cosiddetta «tonnage tax», esercitata dai soggetti di cui al
medesimo art. 155, e’ subordinata al verificarsi della condizione che
l’opzione sia comunicata all’Agenzia delle entrate entro tre mesi
dall’inizio del periodo d’imposta cui si riferisce l’esercizio
dell’opzione stessa;
Visto l’art. 4, comma 1, lettera e), del decreto legislativo
12 dicembre 2003, n. 344, in base al quale le norme di cui agli
articoli da 155 a 161 del testo unico delle imposte sui redditi si
applicano ai periodi d’imposta che iniziano successivamente
all’ottenimento dell’autorizzazione dell’Unione europea al regime di
determinazione dell’imponibile ivi previsto;
Considerato che con decisione C(2004)3937fin del 20 ottobre 2004 la
Commissione europea ha dichiarato compatibile con il mercato comune
il regime di determinazione dell’imponibile previsto agli articoli da
155 a 161 del testo unico delle imposte sui redditi;
Visto l’art. 161 del testo unico delle imposte sui redditi, in base
al quale, con decreto di natura non regolamentare del Ministro
dell’economia e delle finanze sono adottate le disposizioni
applicative del regime di determinazione forfetaria della base
imponibile per alcune imprese marittime;
Visto l’art. 12, comma 5, del decreto legislativo 9 luglio 1997, n.
241, in base al quale con decreto del Presidente del Consiglio dei
Ministri possono essere modificati, tenuto conto, tra l’altro, delle
esigenze generali dei contribuenti e dei sostituti e dei responsabili
d’imposta, i termini riguardanti gli adempimenti degli stessi
soggetti, relativi a imposte e contributi dovuti in base allo stesso
decreto legislativo;
Considerata l’esigenza di riconoscere ai contribuenti, in relazione
al primo esercizio di applicazione della nuova disciplina in materia
di tonnage tax, un piu’ ampio termine per effettuare all’Agenzia
delle entrate la comunicazione dell’opzione;
Sulla proposta del Ministro dell’economia e delle finanze;
Decreta:
Art. 1.
1. Per il primo periodo d’imposta che inizia a decorrere dalla data
di entrata in vigore delle disposizioni di cui agli articoli da 155 a
161 del testo unico delle imposte sui redditi, in materia di
determinazione forfetaria della base imponibile di alcune imprese
marittime, le comunicazioni all’Agenzia delle entrate relative
all’opzione di cui all’art. 155 del medesimo testo unico, sono
effettuate entro la fine del periodo d’imposta.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 5 luglio 2005
Il Presidente
del Consiglio dei Ministri
Berlusconi
Il Ministro dell’economia
e delle finanze
Siniscalco

Edilone.it