Edilone.it - Edilone.it | Edilone.it

Proroga del regime transitorio per le stazioni di revisione in possess...

Proroga del regime transitorio per le stazioni di revisione in possesso di accreditamento di costruttori di zattere di salvataggio, di cinture di salvataggio gonfiabili, di dispositivi di evacuazione marini e di sganci idrostatici.
Decreto Ministeriale

IL COMANDANTE GENERALEdel Corpo delle capitanerie di portoVisto
l’art. 10, lettera d), del decreto del Presidente della Repubblica 8
novembre 1991, n. 435, che demanda al Ministero l’emanazione di un
apposito decreto per la disciplina delle modalità di revisione
delle zattere di salvataggio, in attuazione di disposizioni emanate da
organismi internazionali; Visto il decreto dirigenziale in data 16
luglio 2002, n. 641, del Comando generale del Corpo delle capitanerie
di porto recante modalità di revisione delle zattere di
salvataggio gonfiabili, dei dispositivi di evacuazione marini e degli
sganci idrostatici;Visto il decreto del Presidente della Repubblica 18
aprile 1994, n. 347 "Regolamento recante semplificazione dei
procedimenti di tipo approvato di apparecchi, dispositivi o materiali
da installare a bordo delle navi mercantili";Considerata la
necessità di poter disporre di un ulteriore periodo di tempo
per completare le ispezioni a tutte le stazioni di revisione,
già in esercizio, entro i termini previsti dal decreto
dirigenziale del 16 luglio 2002 del Comando generale del Corpo delle
capitanerie di porto e ritenendo altresì necessario, pertanto,
prorogare il regime transitorio previsto dall’art. 13, comma 2, del
predetto decreto al fine di non sospendere le operazioni di revisione
dei dispositivi in porti di primaria importanza;Decreta:Art. 1Il
regime transitorio previsto dall’art. 13, comma 2, del decreto
dirigenziale in data 16 luglio 2002, n. 641, del Comando generale del
Corpo delle capitanerie di porto, recante modalità di
revisione delle zattere di salvataggio gonfiabili, delle cinture di
salvataggio gonfiabili, dei dispositivi di evacuazione marini e degli
sganci idrostatici, è prorogato di sei mesi, limitatamente alle
stazioni di revisione che hanno presentato alle competenti direzioni
marittime la domanda di approvazione entro la data del 28 febbraio
2003.In tale periodo le operazioni di revisione dei dispositivi
continuano ad essere controllate presso la stazione di revisione
dell’organismo affidato dalla nave.

Edilone.it