Edilone.it - Edilone.it | Edilone.it

Edilizia scolastica: modifiche ed integrazioni del programma approvato...

Edilizia scolastica: modifiche ed integrazioni del programma approvato con delibera n. 89 del 26 giugno 1996.
Deliberazione

IL COMITATO INTERMINISTERIALEPER LA PROGRAMMAZIONE
ECONOMICAVisto il decreto-legge 23 giugno 1995, n. 244, convertito,
con modificazioni, dalla legge 8 agosto 1995, n. 341, che, all’art. 4,
comma 1, autorizzava il Ministro del tesoro a contrarre mutui con la
Cassa depositi e prestiti, entro i limiti specificati nella norma
stessa, per il finanziamento di grandi opere infrastrutturali nelle
aree depresse del territorio nazionale;Visto l’art. 14, comma 6, del
decreto-legge 25 maggio 1996, n. 286, che prevedeva potessero essere
utilizzate le somme derivanti dai mutui di cui sopra, entro l’importo
di 103,29 Meuro (200 miliardi di lire), per il finanziamento di un
programma di interventi di edilizia scolastica;Visto l’art. 2, comma
4, della legge 8 agosto 1996, n. 431, che ha riprodotto i contenuti
del citato art. 14, comma 6, del decreto-legge n. 286/1996;Vista la
delibera 26 giugno 1996, n. 89 (Gazzetta Ufficiale n. 204/1996), con
la quale questo Comitato, su proposta dell’allora Ministro della
pubblica istruzione, ha approvato il programma di cui sopra,
demandando all’Amministrazione di settore la puntuale determinazione
della quota di mutuo da assegnare a ciascun intervento, nell’ambito
dell’importo indicato in delibera quale limite massimo
all’assegnazione, e prevedendo, tra l’altro, l’utilizzo delle economie
realizzate in fase di aggiudicazione dei lavori e delle eventuali
altre disponibilità per il finanziamento di un programma
integrativo predisposto dalla citata Amministrazione, sentite le
regioni interessate, e da sottoporre all’approvazione di questo
Comitato;Viste le delibere 18 dicembre 1997, n. 258 (Gazzetta
Ufficiale n. 59/1998), 9 giugno 1999, n. 82 (Gazzetta Ufficiale n.
175/1999), 4 agosto 2000, n. 72 (Gazzetta Ufficiale n. 244/2000) e 29
novembre 2002, n. 101 (Gazzetta Ufficiale n. 85/2003), con le quali
questo Comitato, su proposta dell’allora Ministro della pubblica
istruzione, ha approvato variazioni ed integrazioni al programma di
cui sopra; Vista la nota n. 1860 del 1° luglio 2003, con la quale
il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca,
sulla base di appositi atti deliberativi delle regioni Abruzzo, Puglia
e Sicilia ed in relazione al parere favorevole espresso dagli enti
locali interessati e dagli organi scolastici periferici, propone
modifiche ed integrazioni al programma di interventi approvato da
questo Comitato con la citata delibera n. 89/1996;Delibera:1.
Provincia di Chieti Le economie maturate dall’Amministrazione
provinciale a seguito della realizzazione dei lavori di completamento
palestra, servizi e sistemazione esterna nel liceo scientifico di
Vasto, ammontanti a 181.151,34 euro (350.757.914 lire) sono destinate
a lavori di climatizzazione ed arredamento dell’auditorium e del
laboratorio di fisica e scienze dello stesso edificio scolastico.2.
Comune di Taranto.La somma di 1.032.913,80 euro (2.000.000.000 lire),
già finalizzata a lavori di completamento di 15 aule del liceo
artistico «Lisippo», stante l’impossibilità di
realizzare l’opera, e’ inizialmente devoluta per lavori urgenti di
adeguamento alla normativa antincendi dei seguenti edifici scolastici
comunali:Scuola media {Bettolo}: Euro 260.000Scuola elementare
{Giusti}: Euro 290.991Scuola elementare {XXV Luglio}: Euro
265.046Scuola elementare {A. Canfora}: Euro 215.569Totale Euro
1.031.606Le risorse residue, pari a 1.307,80 euro, potranno essere in
prosieguo finalizzate ad analoghi utilizzi, eventualmente unitamente
ad altre economie che si realizzino a seguito dell’attuazione del
programma di cui trattasi.3. Comune di Mussomeli (provincia di
Caltanissetta). Le economie maturate a seguito della realizzazione dei
lavori di completamento di una scuola elementare a nord-ovest
dell’abitato, ammontanti a 93.787,54 euro (181.598.000 lire) sono
destinate a lavori di rifacimento e coibentazione delle coperture
dello stesso edificio scolastico.

Edilone.it