Edilone.it - Edilone.it | Edilone.it

Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dell...

Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2002)
Legge

(Omissis)Articolo 52
Interventi vari(Omissis)20. L’articolo 7 della legge
11 novembre 1975, n. 584, è sostituito dal seguente:
«Art. 7. – 1. I trasgressori alle disposizioni dell’articolo 1 sono
soggetti alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da
euro 25 a euro 250; la misura della sanzione è raddoppiata qualora la
violazione sia commessa in presenza di una donna in evidente stato di
gravidanza o in presenza di lattanti o bambini fino a dodici anni.
2. Le persone indicate all’articolo 2, che non ottemperino alle
disposizioni contenute in tale articolo, sono soggette al pagamento di
una somma da euro 200 a euro 2.000; tale somma viene aumentata della
metà nelle ipotesi contemplate all’articolo 5, primo comma, lettera
b).
3. L’obbligazione di pagare le somme previste nella presente legge non
è trasmissibile agli eredi». (Omissis)Art. 66
(Interventi per la protezione dall’influenza catarrale dei ruminanti)
1. Gli interventi di cui alla lettera b) del comma 2
dell’articolo 7-bis del decreto-legge 11 gennaio 2001, n. 1,
convertito, con modificazioni, dalla legge 9 marzo 2001, n. 49, e
successive modificazioni, sono estesi, per i capi destinati alla
macellazione a decorrere dal 1º aprile 2001 e fino al 31 dicembre
2002, alle aziende zootecniche e alle cooperative di allevamento
bovini ubicate nelle regioni e province sottoposte a sorveglianza
dell’influenza catarrale dei ruminanti (blue tongue) di cui
all’allegato I della decisione 2001/783/CE della Commissione, del 9
novembre 2001.
2. Al fine di assicurare la realizzazione di interventi urgenti
diretti a fronteggiare l’emergenza nel settore zootecnico, ed in
particolare nel comparto bovino, causata dall’influenza catarrale dei
ruminanti, le disponibilità di cui all’autorizzazione di spesa
prevista dall’articolo 7-ter, comma 6, del decreto-legge 11 gennaio
2001, n. 1, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 marzo
2001, n. 49, sono destinate, a decorrere dal 1º gennaio 2002, ad
un apposito „Fondo per l’emergenza blue tongue“ per il finanziamento
di:
a) interventi per assicurare, in conformità all’articolo 87, paragrafo
2, lettera b), del Trattato istitutivo della Comunità europea, e
successive modificazioni, l’agibilità degli allevamenti, che operano
nella linea vacca-vitello, compromessa dall’imprevista permanenza dei
capi in azienda e per evitare l’interruzione dell’attività agricola ed
i conseguenti danni economici e sociali. A tale fine, nei limiti della
dotazione del Fondo, viene erogato, a titolo di compensazione, un
indennizzo da corrispondere all’azienda di allevamento previa
attestazione della macellazione, avvenuta a decorrere dal 31 gennaio
2001, del bovino detenuto in azienda per almeno cinque mesi, fino a
77, 46 euro per i bovini in età compresa fra 6 e 12 mesi, fino a
144,92 euro per i bovini di età compresa fra 12 e 24 mesi e 180,75
euro per le vacche a fine carriera produttiva;
b) un indennizzo di 51, 64 euro a capo per gli stessi motivi di cui
alla lettera a), da corrispondere all’azienda di allevamento per la
macellazione del vitello di età inferiore a 6 mesi; ai capi di cui
alla presente lettera si applicano le disposizioni dell’articolo 1 del
citato decreto-legge n. 1 del 2001.
3. La disposizione di cui al comma 2, lettera a), deve intendersi
nel senso che l’indennizzo è corrisposto all’azienda di allevamento,
previa attestazione della macellazione o della cessione per vendita.
4. La sospensione dei termini di cui al comma 2 dell’articolo 7-ter
del decreto-legge 11 gennaio 2001, n. 1, convertito, con
modificazioni, dalla legge 9 marzo 2001, n. 49, e successive
modificazioni, è estesa fino al 31 dicembre 2002 limitatamente alle
aziende zootecniche e alle cooperative di allevamento bovini, ubicate
nelle regioni e province sottoposte a sorveglianza dell’influenza
catarrale dei ruminanti di cui all’allegato I della decisione
2001/783/CE della Commissione, del 9 novembre 2001. Le somme dovute e
non corrisposte per effetto della predetta sospensione saranno ridotte
e versate, a decorrere dal 1º gennaio 2004, in cento rate mensili.
5. La lettera a) del comma 1 dell’articolo 129 della legge 23 dicembre
2000, n. 388, è sostituita, a decorrere dal 1º gennaio 2002, dalla
seguente:
„a) interventi strutturali e di indennizzo per assicurare l’agibilità
degli allevamenti bovini che operano nella linee vacca-vitello, nonché
di prevenzione in allevamenti di bovini e ovini, in zone di protezione
di sorveglianza istituite dall’autorità sanitaria a seguito della
accertata presenza di influenza catarrale dei ruminanti: euro
10.329.138 per ciascuno degli anni 2002 e
2003“. (Omissis)

Edilone.it