Edilone.it - Edilone.it | Edilone.it

Applicazione della norma UNI 10779. Quesito
Nota Ministeriale...

Applicazione della norma UNI 10779. Quesito
Nota Ministeriale

Con la nota indicata a margine codesto Comando ha richiesto un
chiarimento in merito all’applicazione della norma UNI 10779
– impianti di estinzione incendi – reti di idranti
– nelle attività soggette ai controlli di prevenzione
incendi.Al riguardo, per chiarire le perplessità rappresentate,
è opportuno richiamare il fatto che ai sensi del D.M. 4 maggio
1998 (allegato I, punto A.2.4), sussiste l’obbligo di verificare
che nella progettazione siano state utilizzate le norme di prodotto
emanate.Per ottemperare a tale prescrizione, quindi, i Comandi sono
tenuti a richiedere anche il rispetto della norma in oggetto.Ne
discende che, dalla norma UNI 10779, devono essere considerate come
regola dell’arte le parti relative ai materiali, alle
caratteristiche di posa in opera ed al calcolo idraulico delle
tubazioni, mentre la valutazione del rischio secondo quanto esposto
nell’appendice B – criteri di dimensionamento degli
impianti – non può essere considerata vincolante nelle
attività soggette ai controlli di prevenzione incendi in quanto
la norma in argomento riporta i criteri di dimensionamento
dell’impianto in un allegato informativo.Correttamente, infatti,
non avrebbe potuto essere considerata normativa una parte in cui sono
stati esplicitati i criteri di valutazione del rischio inseriti al
solo scopo di dare alla norma la necessaria completezza.Pertanto per
quanto attiene i requisiti prestazionali degli impianti (numero,
tipologia, distribuzione, portate, pressioni, ecc.) occorre osservare
le disposizioni delle regole tecniche di prevenzione incendi, ove
esistenti, ovvero, in loro mancanza, le prescrizioni impartite dagli
stessi Comandi Provinciali VV.F. in fase di espressione del parere di
conformità sul progetto ai sensi dell’art. 2 del D.P.R.
n° 37/98.Venendo, infine, agli specifici quesiti formulati si
esprime il seguente avviso:Attività esistenti in possesso di
Certificato di prevenzione incendi.Per tali attività
l’eventuale adeguamento migliorativo dell’impianto idrico
antincendio esistente si impone solo se espressamente previsto da
specifica regola tecnica, emanata con decreto ministeriale, ovvero se
l’attività è interessata da sostanziali
modifiche.Attività da realizzare per le quali sia stato
rilasciato il parere di conformità sul progetto.Per tali
attività l’impianto idrico antincendio va realizzato in
conformità al progetto approvato dal Comando Provinciale VV.F.

Edilone.it