Edilone.it - Edilone.it | Edilone.it

Regolamento recante norme per l'amministrazione e la contabilità del ...

Regolamento recante norme per l'amministrazione e la contabilità del Corpo nazionale dei vigili del fuoco.
Decreto del Presidente della Repubblica

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Visto l’articolo 87, comma
quinto, della Costituzione; Visto il decreto-legge 1° ottobre
1996, n. 512, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 novembre
1996, n. 609, recante disposizioni urgenti concernenti l’incremento e
il ripiananento di organico dei ruoli del Corpo nazionale dei vigili
del fuoco e misure di razionalizzazione per l’impiego del personale
nei servizi d’istituto ed, in particolare, l’articolo 5, che prevede
l’emanazione di un regolamento di amministrazione e
contabilità; Visto l’articolo 17, comma 1, della legge 23
agosto 1988, n. 400; Considerato che lo schema di regolamento è
stato sottoposto al parere del Ministero del tesoro, del bilancio e
della programmazione economica; Udito il parere della Corte dei conti,
espresso nell’adunanza delle sezioni riunite del 18 febbraio 1999;
Uditi i pareri del Consiglio di Stato, espressi nelle adunanze della
sezione consultiva per gli atti normativi del 14 luglio 1997 e del 26
luglio 1999; Viste le deliberazioni del Consiglio dei Ministri,
adottate nelle riunioni del 22 maggio 1998 e del 3 dicembre 1999;
Sulla proposta del Ministro dell’interno, di concerto con il Ministro
del tesoro, del bilancio e della programmazione economica; Emanail
seguente regolamento: Capo I Disposizioni generali Art.
1Organizzazione dei servizi amministrativi contabili1.
L’organizzazione dei servizi amministrativi e contabili del Corpo
nazionale dei vigili del fuoco è articolata in centrale e
periferica. 2. In attesa della riorganizzazione del Corpo nazionale
dei vigili del fuoco, secondo quanto previsto dall’articolo 109 del
decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112, in sede centrale,
l’attività amministrativa e contabile è svolta dalla
Direzione generale della protezione civile e dei servizi antincendi.
3. In sede periferica detta attività è espletata dal
comandante delle scuole centrali antincendi, dal direttore del centro
studi ed esperienze, dagli ispettori regionali ed interregionali dei
vigili del fuoco e dai comandanti provinciali dei vigili del fuoco,
quali funzionari delegati di contabilità ordinaria. 4.
L’attività amministrativa e contabile degli Ispettorati
aeroportuali e portuali viene espletata del locale comando
provinciale. Art. 2Attribuzioni in materia di amministrazione e
contabilità1. Le attribuzioni in materia di amministrazione e
contabilità sono le seguenti: a) trattamento economico del
personale: predisposizione degli atti relativi alle attribuzioni di
stipendio ed altri assegni fissi; trattamenti pensionistici e di fine
rapporto; riscatti; ricongiunzioni di servizio; costituzione di
posizioni assicurative I.N.P.S.; trattamenti speciali; equo
indennizzo; b) adempimenti per la liquidazione di competenze
accessorie e di eventuali altri emolumenti dovuti al personale del
Corpo nazionale dei vigili del fuoco; c) gestione patrimoniale:
mobilio, arredi, vestiario, equipaggiamento, casermaggio, altri
materiali e mezzi; manutenzione locali ed impianti; d) servizio di
cassa: riscossioni e pagamenti; e) servizi vari: mense di servizio;
pulizia dei locali, sedi di servizio; spese varie, sanitarie,
ginnico-sportive, d’ufficio. Capo II Amministrazione del personale
Art. 3Emolumenti fissi1. Le attribuzioni di cui all’articolo 2,
lettera a), sono espletate dalla Direzione generale, in attesa del
decentramento di funzioni in base alla riorganizzazione del Corpo
nazionale dei vigili del fuoco, secondo quanto previsto dal decreto
legislativo 3 febbraio 1993, n. 29, e successive modificazioni ed
integrazioni. Art. 4Emolumenti accessori1. Le attribuzioni di cui
all’articolo 2, lettera b), sono espletate dagli uffici
amministrativo-contabili delle scuole centrali antincendi, del centro
studi ed esperienze, degli ispettorati regionali ed interregionali, e
dei comandi provinciali per tutto il personale in servizio presso le
stesse sedi. 2. Per il personale in servizio presso la Direzione
generale le attribuzioni di cui all’articolo 2, lettera b), sono
espletati dagli uffici della Direzione stessa. 3. Per provvedere alle
spese di cui al comma 1, l’Amministrazione centrale dispone aperture
di credito a favore dei funzionari delegati. Capo III Beni e
servizi Art. 5Contratti1. Per le esigenze del Corpo nazionale dei
vigili del fuoco si provvede con contratti a tutte le forniture,
servizi e lavori, nonché all’approvvigionamento di quant’altro
occorre per il raggiungimento delle proprie finalità, in
conformità alle normative vigenti in materia contrattuale,
fatto salvo quanto previsto dal successivo capo IV. 2. In caso di
eccezionale urgenza risultante da avvenimenti imprevedibili per
l’Amministrazione ed in genere, in ogni altro caso in cui ricorrano
speciali od eccezionali circostanze per le quali non possano essere
seguite le forme procedurali ordinarie, per l’acquisto dei beni
necessari per gli interventi di emergenza nonché per i relativi
servizi e lavori accessori, fermo restando quanto previsto
dall’articolo 24, comma 1, lettera b), della legge 11 febbraio 1994,
n. 109, potranno stipularsi contratti a trattativa privata, con enti
ed imprese che abbiano particolare competenza ed idonei mezzi tecnici,
in deroga alle norme vigenti in materia di pareri. Le speciali ed
eccezionali circostanze, che sono quelle che richiedono interventi
tecnici straordinari ai sensi dell’articolo 1 della legge 8 dicembre
1970, n. 996, devono essere debitamente motivate nel decreto di
approvazione del contratto. 3. Nel caso di cui al comma 2 del presente
articolo si applicano le disposizioni previste dall’articolo 16, comma
3, del decreto legislativo 12 febbraio 1993, n. 39. Art. 6Capitolati
d’oneri1. Per i contratti relativi alle forniture ed ai servizi il
Corpo nazionale dei vigili del fuoco si avvale del proprio capitolato
generale d’oneri, approvato previo parere del Consiglio di Stato.
Nelle more dell’emanazione del predetto capitolato o per le materie
non previste in esso o quando la specificità della fornitura o
del servizio lo richieda, il Corpo nazionale dei vigili del fuoco si
può avvalere anche di capitolati generali d’oneri di altre
amministrazioni, laddove applicabili. 2. I capitolati generali d’oneri
possono non essere allegati ai contratti, purché in essi se ne
faccia esplicita menzione e se ne indichi espressamente la fonte di
accesso. 3. I particolari tecnici per ogni provvista o lavoro o
servizio, ove non indicati nei capitolati d’oneri, debbono essere
specificati nel contratto; possono omettersi, in tutto o in parte,
quando il contratto prevede l’accettazione della provvista o lavoro o
servizio in base al capitolato speciale o disciplinare tecnico posti a
base della gara o a campione approvato dall’Amministrazione. Art.
7Aggiudicazione1. Per l’aggiudicazione delle forniture, lavori e
servizi si seguono i criteri indicati nei rispettivi bandi di gara
secondo la disciplina della normativa vigente in materia
contrattuale.2. Qualora l’iter procedimentale che precede
l’aggiudicazione, richieda valutazioni tecnico-economiche e, comunque,
per ogni parere su qualsiasi argomento inerente le forniture,
l’Amministrazione potrà avvalersi dell’apporto tecnico di
propri esperti nello specifico settore nominati con apposito
provvedimento e, se necessario, anche di esperti di altre
Amministrazioni. Art. 8Collaudi1. I lavori, i servizi e le forniture
sono soggetti, salvo speciali disposizioni in contrario, a collaudo o
ad attestazione di regolare esecuzione. 2. I membri delle commissioni
di collaudo non possono essere nominati fra coloro che abbiano avuto
ingerenza nella procedura di aggiudicazione, fermo restando, per i
lavori quanto previsto dall’articolo 3, comma 6, lettera r) e
dall’articolo 28, commi 2, 4 e 5, della legge 11 febbraio 1994, n.
109. 3. Sono fatte salve le disposizioni inerenti ai collaudi per
forniture e servizi contenute nei capitolati generali d’oneri, anche
di altre amministrazioni, cui si fa riferimento nei contratti. Capo
IV Servizi in economia Art. 9Natura e limiti di spesa1. I lavori,
le provviste ed i servizi che possono essere eseguiti in economia da
parte degli uffici centrali e periferici per le esigenze del Corpo
nazionale dei vigili del fuoco, sono i seguenti: a) acquisto,
manutenzione e riparazione di mobili, arredi e suppellettili per
ufficio; acquisto e abbonamento a riviste e giornali, pubblicazioni e
agenzie di stampa, servizi stampa; acquisto e rilegatura libri,
stampe, gazzette ufficiali e collezioni; acquisto di generi di
cancelleria, di materiale per disegno e di valori bollati; spese
postali, telefoniche e telegrafiche; b) spese per la stampa, la
litografia e la diffusione di varie pubblicazioni o riviste edite
dall’Amministrazione, ivi compresa la corresponsione di compensi ai
collaboratori per prestazioni di lavoro autonomo rese dai medesimi;
acquisto, riparazione, manutenzione e noleggio di attrezzature e
materiali per tipografia, litografia, riproduzione grafica, legatoria,
cinematografia e fotografia; servizi di microfilmatura; c)
riparazione, adattamento, manutenzione e sistemazione di aree, locali,
infissi, impianti ed altri manufatti ad uso dell’Amministrazione e
realizzazione di manufatti ed infrastrutture per le esigenze di
addestramento del personale e di protezione civile; d) acquisto,
riparazione e manutenzione di materiale di vestiario ed
equipaggiamento, di attrezzatura antincendio e di apparati e di
sistemi di difesa passiva; e) riparazione, manutenzione e noleggio di
automezzi, natanti, aeromobili e macchine da soccorso; acquisto di
materiale di ricambio e accessori; spese per il funzionamento dei
magazzini, dei laboratori delle autorimesse e delle officine e
relativi impianti ed apparecchiature; acquisto, noleggio e…

[Continua nel file zip allegato]

Edilone.it