Edilone.it - Edilone.it | Edilone.it

Art. 19 del decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 334. Composizione d...

Art. 19 del decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 334. Composizione del Comitato tecnico regionale o interregionale
Lettera Circolare

Articolo unicoL’art. 19 del decreto legislativo 17 agosto 1999,
n. 334 concernente "Attuazione della direttiva 96/82/CE relativa
al controllo dei pericoli di incidenti rilevanti connessi con
determinate sostanze pericolose", definisce la composizione e il
funzionamento del Comitato tecnico regionale per lo svolgimento delle
istruttorie di stabilimenti soggetti alla presentazione del rapporto
di sicurezza.Il Comitato tecnico regionale o interregionale, istituito
ai sensi dell’art. 20 del decreto del Presidente della Repubblica 29
luglio 1982, n. 577, dovrà essere integrato da soggetti dotati
di specifica competenza nel settore dei rischi di incidenti rilevanti
e precisamente:a) due rappresentanti dell’Agenzia regionale per la
protezione dell’ambiente territorialmente competente, ove
costituita;b) due rappresentanti del dipartimento periferico
dell’ISPESL territorialmente competente;c) un rappresentante della
regione;d) un rappresentante della provincia territorialmente
competente;e) un rappresentante del comune territorialmente
competente;f) il comandante provinciale dei vigili del fuoco
competente per territorio, ove non sia già componente.Per le
esigenze connesse con la costituzione di ogni singolo Comitato tecnico
regionale integrato, è necessario che ciascun Ispettore
regionale od interregionale provveda in breve tempo a comunicare a
questo Ministero la proposta di composizione, che dovrà essere
corredata dagli originali delle lettere di designazione dei suddetti
rappresentanti (sia componenti titolari che supplenti) da parte degli
enti di appartenenza.Si precisa infine che, per ciascuna regione,
sarà emesso un decreto ministeriale per la nomina dei
rappresentanti di cui alle lettere a), b) e c) mentre, per ogni
provincia interessata, sarà emesso un ulteriore decreto per la
nomina del comandante provinciale dei vigili del fuoco, ove non sia
già componente del Comitato di cui al citato art. 20 del D.P.R.
577/82, del rappresentante della provincia e dei rappresentanti dei
comuni nel cui territorio insistono stabilimenti sottoposti al regime
normativo in argomento.

Edilone.it