Edilone.it - Edilone.it | Edilone.it

Sistema di allarme per prodotti pericolosi
Interrogazione Parlament...

Sistema di allarme per prodotti pericolosi
Interrogazione Parlamentare

INTERROGAZIONE SCRITTA E-3974-97 di Anneli Hulthén (PSE)
alla Commissione
(12 dicembre 1997) 98/C 187/158 Oggetto: Sistema di allarme
per prodotti pericolosi In seno all’Unione esiste un sistema di
allarme per i prodotti pericolosi, il cosiddetto RAPEX.
Sfortunatamente esso non prevede alcun obbligo di riferire né sui
prodotti pericolosi reperti sul mercato né sulla denominazione dei
prodotti /merci pericolose. Ciò premesso, considera la Commissione
questa situazione soddisfacente per i consumatori ? In caso negativo,
cosa intende essa fare per migliorare questo stato di
cose?Risposta data dalla Sig.ra Bonino in nome della
Commissione
(27 gennaio 1998)
Il sistema comunitario per lo scambio rapido di informazioni sui
pericoli connessi con l’uso di prodotti di consumo (RAPEX), istituito
con la Decisione 84/133/CEE del Consiglio e ora integrato nella
Direttiva 92/59/CEE del Consiglio relativa alla sicurezza generale dei
prodotti, rappresenta un sistema generale e orizzontale di preavviso e
controllo progettato per assistere gli Stati membri in situazioni
d’urgenza.
Il sistema mira principalmente a fornire alle autorità nazionali,
responsabili della tutela dei propri cittadini, tutte le informazioni
dettagliate disponibili sul prodotto, la natura del pericolo, e le
misure adottate dallo Stato membro notificante, allo scopo di
sollecitare un’immediata e adeguata azione da parte di dette autorità,
qualora si rilevi un rischio grave e immediato inerente al prodotto di
consumo.
Le misure adottate e rese note mediante il sistema consistono spesso
in pubblicazioni di avvisi al consumatore e in altre disposizioni che
mirano a garantire che le persone suscettibili di essere esposte al
rischio siano avvertite tempestivamente del possibile pericolo. I
provvedimenti adottati o decisi dagli Stati membri riguardo a un
prodotto pericoloso costituiscono decisioni amministrative che sono
notificate regolarmente anche a livello nazionale.
Tuttavia la Commissione conviene dell’opportunità di una revisione del
sistema al fine di migliorarne l’efficienza e di rendere più
trasparente il funzionamento. Questo elemento va preso in
considerazione al momento dell’elaborazione delle proposte di modifica
della Direttiva 92/59/CEE che la Commissione presenterà nella seconda
metà del prossimo anno .

Edilone.it