Edilone.it - Edilone.it | Edilone.it

Recepimento della direttiva 2002/62/CE, recante nono adeguamento al pr...

Recepimento della direttiva 2002/62/CE, recante nono adeguamento al progresso tecnico dell'allegato 1 della direttiva 76/769/CEE del Consiglio del 27 luglio 1976, relativa alle restrizioni in materia di immissione sul mercato e di uso di talune sostanze e preparati pericolosi: composti organostannici.
Decreto Ministeriale

IL MINISTRO DELLA SALUTEVisto il decreto del Presidente della
Repubblica 10 settembre 1982, n. 904, concernente attuazione della
direttiva CEE 76/769 relativa all’immissione sul mercato e all’uso di
talune sostanze e preparati pericolosi;Vista la legge 22 febbraio
1994, n. 146, recante disposizioni per l’adempimento di obblighi
derivanti dall’appartenenza dell’Italia alle Comunità europee –
legge comunitaria 1993, ed in particolare l’art. 27;Visto il decreto
del Ministro della sanità 29 luglio 1994, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, n. 288 del 10 dicembre
1994;Vista la direttiva 2002/62/CE della Commissione del 9 luglio
2002, recante nono adeguamento al progresso tecnico dell’allegato 1
della direttiva 76/769/CEE;Decreta:Art. 11. Nell’allegato al decreto
del Presidente della Repubblica 10 settembre 1982, n. 904, come
modificato dal decreto del Ministro della sanità del 13
dicembre 1999, il testo del punto 18 è sostituito con il testo
riportato nell’allegato al presente decreto.Art. 21. A decorrere dalla
data di entrata in vigore del presente decreto nessun produttore o
importatore può immettere sul mercato prodotti che non siano
conformi alle prescrizioni del presente decreto.Allegato18. Composti
organostannici 1. Non possono essere immessi nel mercato per essere
utilizzati come sostanze e costituenti di preparazioni da utilizzare
con funzioni di biocidi in vernici ad associazione libera.2. Non
possono essere immessi nel mercato o utilizzati come sostanze e
costituenti di preparazioni che abbiano funzione di biocidi per
impedire laformazione di incrostazioni di microrganismi piante o
animali su:a) imbarcazioni di qualsiasi lunghezzada utilizzare per la
navigazione marittima, costiera, estuariale, internao lacustre;b)
gabbie, galleggianti, reti e qualsiasi altra apparecchiatura o
|impianto utilizzato nella piscicoltura e nella molluschicoltura;c)
qualsiasi apparecchiatura o impiantoparzialmente o totalmente
sommerso.3. Non possono essere utilizzati come sostanze o costituenti
di preparazioni da impiegare nel trattamento delle acque industriali.

Edilone.it