Edilone.it - Edilone.it | Edilone.it

che adegua al progresso tecnico la direttiva 1999/36/CE del Consiglio ...

che adegua al progresso tecnico la direttiva 1999/36/CE del Consiglio in materia di attrezzature a pressione trasportabili (Testo rilevante ai fini del SEE)
Direttiva della Commissione CE

LA COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE,visto il trattato che
istituisce la Comunità europea,vista la direttiva 1999/36/CE
del Consiglio, del 29 aprile 1999, in materia di attrezzature a
pressione trasportabili, in particolare l’articolo 14,considerando
quanto segue:(1) Il paragrafo 1, articolo 3, della direttiva
1999/36/CE dispone che i recipienti e le cisterne di nuova
fabbricazione devono essere conformi alle disposizioni pertinenti
della direttiva 94/55/CE del Consiglio, del 21 novembre 1994,
concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri
relative al trasporto di merci pericolose su strada, modificata da
ultimo dalla direttiva 2000/61/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio, nonché dalla direttiva 96/49/CE del Consiglio, del
23 luglio 1996, per il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati
membri relative al trasporto di merci pericolose per ferrovia,
modificata da ultimo dalla direttiva 2000/62/CE del Parlamento europeo
e del Consiglio (2) Le disposizioni dell’Accordo europeo relativo al
trasporto internazionale di merci pericolose su strada qui di seguito
denominato «ADR») e del regolamento internazionale
concernente il trasporto di merci pericolose per ferrovia qui di
seguito denominato «RID»), con le rispettive modifiche,
figurano in allegato rispettivamente della direttiva 94/55/CE e della
direttiva 96/49/ CE. Una nuova versione dell’ADR e del RID
entrerà in vigore il 1° luglio del 2001. (3) L’allegato V
della direttiva 1999/36/CE contiene i moduli da seguire per la
valutazione della conformità dei recipienti e delle cisterne di
nuova fabbricazione. Queste disposizioni non sono più conformi
alla nuova versione dell’ADR e del RID. Di conseguenza, è
opportuno modificare detto allegato.(4) Le modifiche necessarie per
adeguare gli allegati della direttiva 1999/36/CE sono adottate, ai
sensi dell’articolo 14 della medesima direttiva, conformemente alla
procedura prevista all’articolo 15. (5) Le misure previste dalla
presente direttiva sono conformi al parere del comitato di cui
all’articolo 15 della direttiva1999/36/CE,HA ADOTTATO LA PRESENTE
DIRETTIVA:Articolo 1Il testo dell’allegato V della direttiva
1999/36/CE è sostituito dal testo che figura nell’allegato
della presente direttivaArticolo 21. Gli Stati membri mettono in
vigore le disposizioni legislative, regolamentari ed amministrative
necessarie per conformarsi alla presente direttiva entro il 1°
luglio 2001. Essi ne informano immediatamente la CommissioneQuando gli
Stati membri adottano tali disposizioni, queste contengono un
riferimento alla presente direttiva o sono accompagnate da un siffatto
riferimento all’atto della pubblicazione ufficiale. Le modalità
del riferimento sono adottate dagli Stati membri2. Gli Stati membri
comunicano alla Commissione il testo delle disposizioni essenziali di
diritto interno che essi adottano nel settore disciplinato dalla
presente direttivaArticolo 3La presente direttiva entra in vigore il
settimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale
delle Comunità europeeArticolo 4Gli Stati membri sono
destinatari della presente direttiva.ALLEGATO«ALLEGATO VMODULI
PER LA VALUTAZIONE DELLA CONFORMITÀLa tabella seguente indica
quali moduli di valutazione della conformità devono essere
seguiti ai sensi dell’allegato VI, parte I, per le attrezzature a
pressione trasportabili di cui all’articolo 2, punto 1Categorie di
attrezzature apressione trasportabiliModuli1. Recipienti in cui il
prodotto della pressione di prova per la capacità è
inferiore o pari a 30 MPa/litro (300 bar/ litro) 2. Recipienti in cui
il prodotto della pressione di prova per la capacità è
superiore a 30 e inferiore o pari a150 MPa/litro rispettivamente 300 e
1 500 bar/litro) 3. Recipienti in cui il prodotto della pressione di
prova per la capacità è superiore a 150 MPa/litro 1 500
bar/ litro), nonché le cisterne A1, oppure D1, oppure E1H,
oppure B ed E combinati, oppure B e C1 combinati, oppure B1 e F
combinati, oppure B1 e D combinatiG, oppure H1, oppure B e D
combinati, oppure B e F combinatiNota 1: Le attrezzature a pressione
trasportabili devono essere sottoposte ad una delle procedure di
valutazione della conformità, che il fabbricante può
scegliere tra quelle previste per la categoria in cui sono
classificate. Per i recipienti o i loro rubinetti ed altri accessori
utilizzati per il trasporto, il fabbricante può parimenti
scegliere di applicare una delle procedure previste per le categorie
superiori.Nota 2: Nel quadro delle procedure per la garanzia della
qualità, l’organismo notificato, quando svolge visite senza
preavviso, preleva un campione dell’attrezzatura dai locali di
fabbricazione o di magazzinaggio al fine di effettuare o far
effettuare una verifica della conformità ai requisiti della
presente direttiva. A tal fine, il fabbricante informa l’organismo
notificato del programma di produzione previsto. L’organismo
notificato effettua almeno due visite durante il primo anno di
fabbricazione. La frequenza delle visite successive è
determinata dall’organismo notificato sulla base dei criteri indicati
nel punto 4.4 dei moduli pertinenti dell’allegato IV, parte I.»

Edilone.it