Edilone.it - Edilone.it | Edilone.it

Disposizioni transitorie concernenti il trasporto sul territorio nazio...

Disposizioni transitorie concernenti il trasporto sul territorio nazionale di merci pericolose appartenenti alla classe 9, ordinale 20°, della classifica ADR.
Decreto Ministeriale

Il Direttore Generale
della Direzione Generale della Motorizzazione
Civile e dei Trasporti in concessione
Visto il decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e successive
modificazioni ed integrazioni, con il quale è stato emanato il nuovo
codice della strada;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n.
495, e successive modificazioni ed integrazioni, con il quale è stato
emanato il regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice
della strada;
Vista la direttiva 94/55/CE del Consiglio dell’Unione europea in data
21 novembre 1994, e relativi allegati A e B che ne costituiscono parte
integrante, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale delle Comunità
europee, n. L 319 del 21 dicembre 1994, concernente il ravvicinamento
delle legislazioni degli Stati membri, relative al trasporto di merci
pericolose su strada;
Vista la direttiva 96/86/CE in data 13 dicembre 1996 della Commissione
della Unione europea, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale delle
Comunità europee n. L 335, del 24 dicembre 1996, che adegua al
progresso tecnico la citata direttiva 94/55/CE modificando e
integrando taluni contenuti dei predetti allegati A e B della medesima
direttiva 94/55/CE.
Visto il decreto del Ministero dei trasporti e della navigazione in
data 4 settembre 1996, pubblicato nel supplemento ordinario n. 211
alla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 2 dicembre 1996,
n. 282, relativo alla attuazione della citata direttiva 94/55/CE del
Consiglio;
Visto il decreto del Ministero dei trasporti e della navigazione in
data 15 maggio 1997, pubblicato nel supplemento ordinario n. 114 alla
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 4 giugno 1997, n.
128, relativo alla attuazione della direttiva 96/86/CE del Consiglio
della Unione europea, che adegua al progresso tecnico la direttiva
94/55/CE.
Constatato che con gli emendamenti allegati al citato decreto
ministeriale 15 maggio 1997 vengono in particolare inseriti nella
classe 9, ordinale 20°, dell’allegato A allo stesso decreto
ministeriale, le “materie trasportate a caldo”, precedentemente non
considerate merci pericolose;
Tenuto conto che conseguentemente sono state dettate norme per le
cisterne, costruire ed utilizzate per il trasporto di tali materie;
Constatato che con il marginale 211980 di cui all’allegato B al
decreto ministeriale 15 maggio 1997 sono state dettate norme
transitorie, che prevedono la possibilità di utilizzare fino al 31
dicembre 2006 le cisterne costruite prima del 1° gennaio 1997 e già
adibite al trasporto delle materie ricadenti nell’ordinale 20°
sopracitato, ancorché non rispondenti alle prescrizioni vigenti in
materia e di cui all’appendice B1a dell’allegato B al decreto
ministeriale 4 settembre 1996;
Ritenuto necessario concedere un congruo periodo di tempo per
consentire all’utenza interessata a detti trasporti in ambito
nazionale di adeguarsi alla vigente normativa riguardante il trasporto
in cisterne di materie pericolose;
Constatato che l’art. 5, comma 9, del decreto ministeriale 4 settembre
1996 consente l’effettuazione sul solo territorio nazionale di
trasporti in condizioni diverse da quelle previste negli allegati A e
B allo stesso decreto ministeriale;
Ritenuta la necessità di avvalersi delle predette possibilità per
regolarizzare il trasporto di merci pericolose in cisterna
appartenenti alla classe 9, ordinale 20°;
Visto l’art. 7, comma 2, decreto ministeriale 4 settembre 197 che dà
mandato alla Direzione generale della motorizzazione civile e
trasporti in concessione di emanare le disposizioni applicative
necessarie per dare attuazione al decreto ministeriale medesimo;
Decreta:
Art. 1
1. Per i soli trasporti nazionali, a decorrere dal 1° luglio 1998, il
trasporto in cisterna delle merci pericolose appartenenti alla classe
9, ordinale 20°, dovrà avvenire nel rispetto delle vigenti
prescrizioni che disciplinano il trasporto di merci pericolose in
cisterna.
2. Resta salva la misura transitoria prevista dal marginale 211980
dell’allegato B al decreto ministeriale 15 maggio 1997.
Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo a quello
della sua publicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana.

Edilone.it