Edilone.it - Edilone.it | Edilone.it

Autorizzazione all'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato all'effett...

Autorizzazione all'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato all'effettuazione delle prove sugli imballaggi e sui contenitori intermedi destinati al trasporto marittimo di merci pericolose.
Decreto Ministeriale

Il Direttore
della Divisione Sicurezza della navigazione
della Direzione Generale della navigazione
e del Traffico marittimo – Sicurezza della navigazione
Vista la legge 5 giugno 1962, n. 616, sulla sicurezza della
navigazione e della vita umana in mare;
Visto il regolamento per l’imbarco, il trasporto per mare, lo sbarco e
il trasbordo delle merci pericolose in colli, approvato con decreto
del Presidente della Repubblcia 9 maggio 1968, n. 1008;
Visto il decreto legislativo 3 febbraio 1993, n. 29, recante:
“Razionalizzazione della organizzazione delle amministrazioni
pubbliche e revisione della disciplina in materia di pubblico
impiego”, a norma dell’art. 2 della legge 23 ottobre 1992, n. 421;
Visto il decreto ministeriale 1° febbraio 1996 relativo alle
attribuzioni dei progetti concernenti la sicurezza della navigazione;
Visti i decreti del Ministro della marina mercantile 23 maggio 1985
(pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana
n. 162 dell’11 luglio 1985, supplemento ordinario n. 60) e 14 maggio
1990 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana n. 134 dell’11 giugno 1990, supplemento ordinario n. 41), con
i quali sono state approvate, rispettivamente, le norme sugli
imballaggi e sui contenitori intermedi destinati al trasporto
marittimo di merci pericolose;
Considerato che i citati decreti 23 maggio 1985 e 14 maggio 1990
stabiliscono che le prove sugli imballaggi e sui contenitori intermedi
possono essere effettuate anche da altri laboratori nazionali
autorizzati da questo Ministero;
Visto il decreto del Ministro della marina mercantile 20 novembre
1992, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.
291 dell’11 dicembre 1992, con il quale è stato inserito l’Ente per le
nuove tecnologie, l’energia e l’ambiente (ENEA) tra gli enti
autorizzati ad effettuare le prove sugli imballaggi e sui contenitori
intermedi destinati al trasporto marittimo di merci pericolose, ai
sensi di quanto previsto, rispettivamente, dai punti 5.1 e 1.7 degli
allegati ai citati decreti 23 maggio e 14 maggio 1990;
Visto il proprio decreto 23 giugno 1995, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana n. 162 del 13 luglio 1995,
con il quale è stata inserita la società Ismes S.p.a. tra gli enti
autorizzati ad effettuare le prove sugli imballaggi e sui contenitori
intermedi destinati al trasporto marittimo di merci pericolose, ai
sensi di quanto previsto, rispettivamente, dai punti 5.1 e 1.7 degli
allegati ai citati decreti 23 maggio 1985 e 14 maggio 1990;
Visto il proprio decreto 21 luglio 1995, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana n. 117 del 31 luglio 1995,
con il quale sono state apportate modifiche ai citati decreti 23
maggio 1985 e 14 maggio 1990;
Vista la richiesta avanzata dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello
Stato con lettera del 22 aprile 1996 (prot. n. 2211342), e successiva
integrazione del 3 settembre 1996 (prot. n. 221992), relativa
all’inserimento dell’Istituto stesso tra gli enti preposti
all’effettuazione delle prove sugli imballaggi (allegato 1, punto 5.1,
del citato decreto del 1985) e sui contenitori intermedi (allegato,
punto 1.7, del citato decreto del 1990);
Visto il punto 5.1, lettera C), dell’allegato 1 al citato
decreto 23 maggio 1985 e il punto 1.7, lettera C),
dell’allegato al citato decreto 14 maggio 1990;
Preso atto che con contratto di comodato, sottoscritto in data 23
gennaio 1996, l’Ente nazionale per la cellulosa e la carta, ha ceduto
lo stabile e le attrezzature di via Salaria 971 appartenenti ala Siva
S.p.a., al Ministero del tesoro, e che lo stesso ha contestualmente
trasferito detti locali ed attrezzature all’Istituto Poligrafico e
Zecca dello Stato, in qualità di soggetto operante in comparto
interessato,
ai sensi dell’art. 2 della legge 28 ottobre 1994, n. 595;
Visto il parere espresso dall’ispettorato tecnico di questo Ministero
con nota del 30 settembre 1996, prot. n. 7/24/2067;
Decreta:
Art. 1
1. L’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato è autorizzato ad
effettuare le prove sugli imballaggi e sui contenitori intermedi, ai
sensi, rispettivamente, dei decreti ministeriali 23 maggio 1985 e 14
maggio 1990, citati nelle premesse.Art. 2
1. Ai fini di quanto disposto nel precedente art. 1, il punto 5.1,
lettera Ft, dell’allegato 1 al decreto del Ministro della marina
mercantile 23 maggio 1985, citato nelle premesse, è modificato come
segue:
“F) Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato – Piazza Verdi, 10 –
00198 Roma”.
2. Al punto 5.1, indicato al comma precedente, è aggiunta la seguente
lettera:
“G) Altri laboratori nazionali, autorizzati dal Ministero dei
trasporti e della navigazione – Direzione generale della navigazione e
del traffico marittimo”.
Art. 3
1. Ai fini di quanto disposto nel precedente art. 1, il punto 1.7,
lettera F) dell’allegato al decreto del Ministro della marina
mercantile 23 maggio 1985, citato nelle premesse, è modificato come
segue:
“F) Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato – Piazza Verdi, 10 –
00198 Roma”.
2. Al punto 5.1, indicato al comma precedente, è aggiunta la seguente
lettera:
“G) Altri laboratori nazionali, autorizzati dal Ministero dei
trasporti e della navigazione – Direzione generale della navigazione e
del traffico marittimo”.
Art. 4
1. Il centro tecnico industriale della Siva S.p.a. di via Salaria, 971
in Roma (sigla: CTIR) deve considerarsi eliminato dalla lettera C),
rispettivamente, dei punti 5.1 e 1.7 degli allegati ai decreti 23
maggio 1985 e 14 maggio 1990, citati nelle premesse.

Edilone.it