Edilone.it - Edilone.it | Edilone.it

Depositi di gas di petrolio liquefatto Rifornimento a mezzo di ferroc...

Depositi di gas di petrolio liquefatto Rifornimento a mezzo di ferrocisterna
Lettera Circolare

Con lettera circolare n. 950848 del 20 gennaio 1996 del
Ministero dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato diretta
anche ai Comandi Provinciali, è stato reso noto il quarto elenco
aggiornato dei depositi di GPL muniti di raccordo ferroviario.
Detto elenco comprende n. 31 stabilimenti con la relativa sede, la
capacità autorizzata dei serbatoi di stoccaggio ed infine il numero
teorico di ferrocisterne. In una nota asteriscata viene precisato che
il numero teorico deve essere ridotto alla capienza effettiva del
tronco di binario installato dentro il deposito.
D’altra parte questa Direzione Generale con lettera circolare n. NS
2075/4192 sott. 1 del 6 aprile 1996 ha disposto che i vettori di
prodotto in ingresso nei depositi devono avere una capacità
complessiva non superiore alla capacità effettivamente disponibile in
deposito.
E’ il caso, seppur superfluo, di precisare che ai fini della
sicurezza, il numero di ferrocisterne consentite in stabilimento è
quello corrispondente alla capacità di approvvigionamento
effettivamente disponibile intesa come differenza tra la capacità
massima utilizzabile (capacità massima autorizzata ridotta del
coefficiente di riempimento) e la capacità del prodotto effettivamente
presente al momento.
Alla luce del criterio di cui sopra le SS.LL. disporranno attraverso i
Sigg. Comandanti provinciali visite mirate entro il 10 maggio p.v. e
riferiranno gli esiti a questa Direzione Generale.
Le SS.LL. inoltre, in qualità di Presidenti del CTR, chiederanno alla
Direzione dei 31 stabilimenti di cui alla circolare citata ed
allegata, un piano di dettaglio dei rifornimenti a mezzo di
ferrocisterna, con indicati chiaramente i binari interni, i punti di
sosta e di travaso, nonché le sequenze delle operazioni ordinarie ed
in emergenza. Su ciascuna proposta tecnica delle società le SS.LL. si
esprimeranno come ufficio periferico del C.N.VV.F.: ovvero, in caso di
istruttoria, nell’ambito delle procedure di cui al DPR 175/88 e
seguenti. Ciò alla fine consentirà di disporre all’inizio della
prossima stagione autunnale, di dati di possibile movimentazione più
attinenti alla realtà.
Si resta in attesa di conoscere gli esiti delle prime indagini e di un
cenno d’intesa sulle azioni a seguire.
Sono invariate le disposizioni relative agli approvvigionamenti a
mezzo di ferrocisterne su carrello per gli stabilimenti privi di
raccordo ferroviario e di oleodotto; la esatta osservanza di dette
disposizioni a parere di questa Direzione Generale riveste preminente
importanza ai fini della sicurezza e si invita pertanto a richiedere
ai sigg. Comandanti Provinciali di espletare i necessari controlli.
Allegato
Circolare Ministero dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato,
20 gennaio 1996, n. 950848
Circolare n. 128F del 23 gennaio 1992.
Rifornimento tramite ferrocisterne dei depositi di
g.p.l. DepositoSede Capacità nom. autorizzata dei serbatoi N.
teorico (*) ferrocisterne (mc) Agip CovengasPorto
Marghera (VE)1.68011-12ButangasPaese (TV)2.17515-16IropArquà Polesine
(RO)2.40016-17AreagasDomegliara
(VR)3.60025-26LiquigasCavatigozzi (CR)1.2008-9RhodengasRho
(MI)2.58618-19KergasBorgo Vercelli
(VC)2001Agip petroliVolpiano
(TO)5.18036-37SudgasCesa
(CE)2501-2AbibesCremona20.000140PubligasVerona1.3409-10Elf gas
italianaAlanno e Rosciano
(PE)1.50010-11IpemBrindisi14.600102-103ClemNapoli4.10028-29Petrolchimica
PartenopeaNapoli17.000119ItalcostNapoli13.60095-96Costiero gas
LivornoLivorno47.654333-334Agip CovengasFoggia1.1007-8Agip
CovengasNapoli3.25022-23Agip
CovengasLivorno7.37051-52LiquigasCarrara loc.
Avenza4082-3LiquigasFalconara Marittima
(AN)8245-6LiquigasChieti4002-3LiquigasS. Donà di
Piave1381LiquigasMontalto Uffugo
(CS)2001ButangasMontalto Uffugo
(CS)1.95513-14ButangasBari3942-3Ultragas
italianaMontalto Uffugo (CS)4002-3LonzaRavenna4.00028Lampogas
emilianaFontevivo (PR)1.60011-12LiquigasCasalnuovo
(NA)1.2008-9(*) Il numero teorico deve
essere ridotto alla capienza effettiva del tronco di binario
installato dentro il deposito.

Edilone.it