Edilone.it - Edilone.it | Edilone.it

Impiego di contenitori fissi e mobili non metallici per la lavorazione...

Impiego di contenitori fissi e mobili non metallici per la lavorazione, l'immagazzinamento, l'impiego ed il trasporto degli oli minerali e loro derivati
Legge

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno
approvato;Il Presidente della RepubblicaPromulgala seguente legge:Art.
1Per la lavorazione, l’immagazzinamento, l’impiego ed il trasporto
degli olii minerali e dei loro derivanti, compresi i liquidi
infiammabili, combustibili ed i cui vapori possano dar luogo a
scoppio, è consentita l’utilizzazione di contenitori fissi e
mobili non metallici, di qualunque forma, purché gli stessi
diano idonee garanzie per la sicurezza.Art. 2I contenitori indicati
nel precedente articolo possono essere fabbricati soltanto con i
materiali specificati in un elenco approvato con decreto del Ministro
per l’interno, sentito il Ministro per l’industria, il commercio e
l’artigianato e il Ministro per i trasporti e l’aviazione civile.La
forma e le caratteristiche costruttive dei contenitori sono
altresì soggette all’approvazione del Ministero dell’interno,
sentiti i Ministeri dell’industria, del commercio e dell’artigianato e
dei trasporti e dell’aviazione civile. All’atto dell’approvazione il
Ministero dell’interno deve indicare per ciascun tipo di contenitore,
in relazione al liquido che è destinato a contenere, una durata
massima d’impiego.Il marchio della ditta costruttrice, la sigla del
materiale impiegato, l’anno di fabbricazione e gli estremi
dell’approvazione debbono essere impressi in modo indelebile sui
contenitori.Art. 3I contenitori mobili non metallici in uso alla data
dell’entrata in vigore della presente legge possono continuare a
essere utilizzati solo se un esemplare sia approvato entro un anno
dall’entrata in vigore della presente legge.Art. 4Ferma restando la
disciplina dell’articolo 63 del testo unico delle leggi di pubblica
sicurezza approvato con regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, sono
abrogate le norme del decreto-legge 2 novembre 1933, n. 1741,
convertito nella legge 22 febbraio 1934, n. 367, che sono
incompatibili con la presente legge.La presente legge, munita del
sigillo dello Stato, sarà inserita nella Raccolta ufficiale
delle leggi e dei decreti della Repubblica italiana. E’ fatto obbligo
a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello
Stato.

Edilone.it