Edilone.it - Edilone.it | Edilone.it

Nuove norme per l'organizzazione dei servizi antincendi
Legge...

Nuove norme per l'organizzazione dei servizi antincendi
Legge

Vittorio Emanuele IIIper grazia di Dio e per volontà
della nazioneRe d’Italia e di AlbaniaImperatore d’EtiopiaIl Senato e
la Camera dei Fasci e delle Corporazioni, a mezzo delle loro
Commissioni legislative, hanno approvato;Noi abbiamo sanzionato e
promulghiamo quanto segue:TITOLO I Ordinamento generaleCapo
IArt. 1E’ istituito e posto alla diretta dipendenza del Ministero
dell’interno il Corpo nazionale dei vigili del fuoco, il quale
è chiamato a tutelare la incolumità delle persone e la
salvezza delle cose, mediante la prevenzione e l’estinzione degli
incendi e l’apporto di soccorsi tecnici in genere, anche ai fini della
protezione antiaerea.Il Corpo è chiamato, inoltre, a
contribuire alla preparazione delle forze necessarie alle unità
dell’esercito di campagna ed ai bisogni della difesa
territoriale.Capo II Organizzazione centraleArt. 28Il Ministero
dell’interno:a) dà le direttive generali per la prevenzione e
l’estinzione degli incendi e per i soccorsi tecnici in genere;b)
impartisce le istruzioni di massima per l’acquisto ed il collaudo dei
materiali, tenendo presenti i criteri dell’unificazione;c) compie gli
studi e decide sulle questioni tecniche ed organizzative di indole
generale;d) stabilisce, su proposta dei comandanti dei Corpi dei
vigili del fuoco, quali industrie, stabilimenti, depositi e simili,
debbono avere servizio proprio di prevenzione e di estinzione incendi,
la misura minima (personale e materiale) di detto servizio,
nonché le caratteristiche degli impianti e dei materiali;e)
provvede all’esame sperimentale e tecnico, nei riguardi della
prevenzione incendi, dei materiali da costruzione, macchinari,
apparecchi e prodotti in genere;f) sorveglia l’andamento di ciascun
Corpo dei vigili del fuoco.Le attribuzioni di cui alle lettere a), c)
ed e) sono svolte dal Ministero dell’interno anche nei confronti delle
ditte che debbono avere un proprio servizio antincendi, nonché
degli Enti e privati che abbiano costituito formazioni del genere a
proprio esclusivo servizio.Art. 33Il comandante del Corpo dei vigili
del fuoco:a) organizza e dirige tecnicamente e disciplinarmente i
servizi in genere del Corpo dei vigili del fuoco;b) predispone il
bilancio preventivo, le successive variazioni ed il conto
consuntivo;c) propone le alienazioni e le spese di carattere
straordinario;d) provvede alle spese fisse e a calcolo, nei limiti ed
alle condizioni stabilite dal regolamento;e) collauda i materiali
acquistati;f) adotta i provvedimenti disciplinari a lui deferiti dal
regolamento;g) esegue le visite ed i controlli ai locali adibiti a
depositi ed industrie pericolose prima della concessione della licenza
di esercizio da parte delle autorità competenti;h) esegue le
visite ed i controlli ai locali adibiti a pubblici spettacoli;i)
esegue il controllo periodico sullo stato di manutenzione delle bocche
da incendio e degli impianti aventi, comunque, attinenza con la
prevenzione incendi;l) controlla l’osservanza delle disposizioni in
materia di prevenzione degli incendi;m) fa parte, come membro di
diritto, delle Commissioni edilizie comunali;n) istituisce, previo
benestare del Ministero dell’interno, posti di vigilanza in quelle
località ove esigenze speciali lo richiedono;o) propone quali
industrie, stabilimenti, depositi e simili debbono avere servizio
proprio di prevenzione e di estinzione degli incendi e cura la
preparazione tecnica delle squadre dei vigili del fuoco costituite
dalle relative ditte.La disposizione della lettera o) non si applica
agli stabilimenti industriali obbligati per legge ad organizzare la
protezione antiaerea; però anche la preparazione tecnica delle
squadre dei vigili del fuoco, costituite presso detti stabilimenti,
è curata dal comandante del Corpo dei vigili del fuoco.

Edilone.it