Edilone.it - Edilone.it | Edilone.it

Chiarimenti interpretativi su problemi di prevenzione incendi
Lette...

Chiarimenti interpretativi su problemi di prevenzione incendi
Lettera Circolare

Per uniformità di indirizzo si riportano di seguito
alcuni chiarimenti a quesiti di carattere generale pervenuti a questo
Ministero su problemi di prevenzione incendi.1) - E’ consentita la
comunicazione dei locali ove sono ubicati gli impianti termici per
forni di panificazione con i locali destinati alla vendita unicamente
dei prodotti dei forni alle stesse condizioni previste dalla
lettera-circolare n. 8242/4183 del 5 aprile 1979 relativa ad impianti
cucina a servizio di ristoranti, mense, ecc.2) - E’ consentita
l’installazione di impianti termici a gas composti da uno o più
moduli accoppiati tra loro e contenuti in armadi metallici,
direttamente addossati al muro senza osservare la prescritta distanza
di 0,6 m tra un lato dell’involucro ed il muro, a condizione che tutti
i dispositivi di sicurezza siano facilmente raggiungibili negli altri
tre lati.3) - Il punto 6 del D.M. 16 maggio 1987, n. 246, avente
per oggetto ”Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di
civile abitazione“ così recita: ”Le condutture
principali dei gas combustibili devono essere esterne al fabbricato ed
a vista.Sono ammessi attraversamenti di locali purché le
tubazioni siano poste in guaina metallica aperta alle due
estremità comunicante con l’esterno e di diametro superiore di
almeno 2 cm rispetto al diametro della tubazione
interna“.3.1 - Si definiscono ”condutture
principali“ le tubazioni al servizio comune delle utenze
dell’edificio alimentato dall’impianto gas, cioè le
sottocolonne e le colonne montanti.3.2 - E’ consentita
l’installazione delle condutture principali all’interno dell’edificio
in apposito alloggiamento il quale:a) sia ad esclusivo servizio
dell’impianto gas;b) abbia le pareti impermeabili ai gas;c) sia
permanentemente aerato con aperture alle due estremità;
l’apertura di aerazione alla quota più bassa deve essere
provvista di rete tagliafiamma e, nel caso di gas con densità
superiore a 0,8, deve essere ubicata ad una quota superiore al piano
di campagna ad una distanza, misurata orizzontalmente, di almeno 10 m
da altre aperture alla stessa quota o quota inferiore;d) sia
dotato, ad ogni piano, di sportello di ispezione a tenuta di gas e di
resistenza al fuoco almeno REI 30.L’alloggiamento suddetto può
essere destinato a contenere anche i misuratori per l’utenza dei vari
piani del fabbricato.Si pregano gli Uffici in indirizzo di tenere
conto di quanto sopra nell’espletamento del servizio di prevenzione
incendi.

Edilone.it