Edilone.it - Edilone.it | Edilone.it

Attuazione della direttiva (CEE) n. 76/769 relativa alla immissione su...

Attuazione della direttiva (CEE) n. 76/769 relativa alla immissione sul mercato ed all'uso di talune sostenze e preparati pericolosi
Decreto del Presidente della Repubblica

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICAVisti gli articoli 76 e 87 della
Costituzione;Vista la L. 9 febbraio 1982, n. 42;Vista la direttiva n.
76/769 del 27 luglio 1976, emanata dal Consiglio delle Comunità
europee, concernenteil ravvicinamento delle disposizioni legislative,
regolamentari ed amministrative degli Stati membri relativi
allerestrizioni in materia di immissione sul mercato e di uso di
talune sostanze e preparati pericolosi;Vista la deliberazione del
Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 30 agosto
1982;Emana il seguente decreto:Art. 1Il presente decreto regola le
restrizioni all’immissione sul mercato e all’uso sul territorio
nazionale delle sostanze e dei preparati pericolosi elencati
nell’allegato.La immissione sul mercato e l’uso sul territorio
nazionale delle sostanze e dei preparati pericolosi specificati
nell’allegato al presente decreto sono consentiti nei limiti di
restrizione e nell’ambito delle eccezioni in esso contemplate.Le norme
del presente decreto non si applicano:a) al trasporto delle sostanze e
dei preparati pericolosi, di cui all’allegato, per ferrovia, su
strada, per via fluviale, marittima od aerea;b) alle sostanze ed ai
preparati pericolosi esportati verso Paesi terzi;c) alle sostanze ed
ai preparati in transito sottoposti a controllo doganale purché
non siano oggetto di alcuna trasformazione.Art. 1-bis 1. L’allegato di
cui all’articolo 1 può essere modificato con decreto del
Ministro della sanità per assicurarne la conformità alle
direttive comunitarie (*).————(*) Aggiunto dall’art. 27, L.
22 febbraio 1994, n. 146.Art. 2Agli effetti del presente
decreto si intendono per:sostanze: gli elementi chimici ed i loro
composti allo stato naturale ovvero ottenuti mediante lavorazioni
industriali;preparati: i miscugli e le soluzioni composti da due o
più sostanze.Art. 3Salvo che il fatto costituisca più
grave reato, chiunque immette nel mercato od utilizza le sostanze ed i
preparati pericolosi elencati nell’allegato, fuori dei casi
considerati dallo stesso quali eccezioni, è punito con
l’arresto fino ad un anno e con l’ammenda da lire 1 milione fino a
lire 5 milioni.Il divieto non si applica alla immissione o all’uso di
tali sostanze e preparati per fini di ricerca, di sviluppo e di
analisi.Art. 4Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo
a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.Allegato (*)-Denominazione della sostanza, dei
gruppi di sostanze o di preparati1. Cloro-1-etilene (cloruro di
vinile) monomero CAS n. 75-01-4(Chemical Abstract Service Number)-
RestrizioniNon è ammesso come agente propulsore degli aerosol,
qualunque sia l’impiego.-Denominazione della sostanza, dei gruppi di
sostanze o di preparati2. Sostanze o preparati liquidi considerati
pericolosi ai sensi delle definizioni dell’articolo 2, paragrafo 2, e
dei criteri che figurano nell’allegato VI, parte II D della direttiva
67/548/CEE del Consiglio, del 27 giugno 1967, concernente il
ravvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari ed
amministrative relative alla classificazione, all’imballaggio e alla
etichettatura delle sostanze pericolose così come recepita
dalla legge 29 maggio 1974, n. 256 e successive modificazioni ed
integrazioni.- RestrizioniNon sono ammessi: in oggetti di decorazione
destinati a produrre effetti luminosi o di colore ottenuti in fasi
differenti, in particolare in lampade d’atmosfera e portacenere; in
scherzi; in giochi per uno o più partecipanti o in qualsiasi
oggetto destinato ad essere utilizzato a questo scopo, anche con
aspetti decorativi.-Denominazione della sostanza, dei gruppi di
sostanze o di preparati3. Fosfato di tri (2, 3-dibromopropile)CAS n.
126-72-7(Chemical Abstract Service Number)- RestrizioniNon è
ammesso per il trattamento degli articoli tessili, in particolare le
sottovesti e gli articoli di biancheria destinati a venire in contatto
con la pelle.-Denominazione della sostanza, dei gruppi di sostanze o
di preparati4. BenzeneCAS n. 71 43-2(Chemical Abstract Service
Number)- RestrizioniNon è ammesso nei giocattoli o parti di
giocattoli immessi sul mercato laddove la concentrazione di benzene
libero è superiore a 5 mg/Kg del peso del giocattolo o di una
parte di giocattolo.Non è ammesso in concentrazione pari o
superiore allo 0,1% della massa in sostanze e preparati immessi sul
mercato.A titolo di deroga, questa disposizione non è
applicabile:a) ai carburanti contemplati dalia direttiva 85/210/CEE
così come recepita dal D.M. 28 maggio 1988, n. 214, e
successive integrazioni;b) alle sostanze e ai preparati destinati ad
essere adoperati in processi industriali che non permettono la
emissione di benzene in quantità superiori alle prescrizioni
delle norme vigenti;c) ai residui oggetto delle direttive 75/442/CEE e
78/319/CEE così come recepite dal D.P.R. 10 settembre 1982, n.
915, e successive modificazioni ed integrazioni.-Denominazione della
sostanza, dei gruppi di sostanze o di preparati5. Ossido di
trisaziridinilfosfinaCAS n. 5455-55-1(Chemical Abstract Service
Number)- RestrizioniNon sono ammessi negli articoli tessili destinati
a venire in contatto con la pelle, ad esempio gli oggetti di
vestiario, le sottovesti e gli articoli di biancheria.-Denominazione
della sostanza, dei gruppi di sostanze o di preparati6. Difenile
polibromurato (PBB)CAS n. 59536-65-1(Chemical Abstract Service
Number)- RestrizioniNon sono ammessi negli articoli tessili destinati
a venire in contatto con la pelle, ad esempio gli oggetti di
vestiario, le sottovesti e gli articoli di biancheria.-Denominazione
della sostanza, dei gruppi di sostanze o di preparati7. Polvere di
Panama (Quillaja saponaria) e i suoi derivati contenenti
saponinePolvere di radice di Helleborus viridis e di Helleborus
nigerPolvere di radice di Veratrum album e di Veratrum nigrumBenzidina
e/o suoi derivatio-nitrobenzaldeideCAS n. 552-89-6(Chemical Abstract
Service Number)Polvere di legno- RestrizioniNon sono ammessi negli
oggetti che servono a fare scherzi o che sono destinati ad essere
utilizzati in quanto tali, ad esempio come costitutivi della polvere
per starnutire e di fiale puzzolenti.-Denominazione della sostanza,
dei gruppi di sostanze o di preparati8. Solfuro e bisolfuro di
ammonioCAS n. 12135-76-1CAS n. 12124-99-1(Chemical Abstract Service
Number)Polisolfuri di ammonioCAS n. 12259-92-6(Chemical Abstract
Service Number)- RestrizioniNon sono ammessi negli oggetti che servono
a fare scherzi o che sono destinati ad essere utilizzati in quanto
tali, ad esempio come costitutivi della polvere per starnutire e di
fiale puzzolenti.-Denominazione della sostanza, dei gruppi di sostanze
o di preparati9. Gli esteri volatili dell’acido
bromoacetico:Bromoacetato:di metileCAS n. 96-32-2(Chemical Abstract
Service Number)di etileCAS n. 105-36-2(Chemical Abstract Service
Number)di propileCAS n. 35223-80-4(Chemical Abstract Service Number)di
butileCAS n. 18991-98-5(Chemical Abstract Service Number)-
RestrizioniNon sono ammessi negli oggetti che servono a fare scherzi o
che sono destinati ad essere utilizzati in quanto tali, ad esempio
come costitutivi della polvere per starnutire e di fiale
puzzolenti.-Denominazione della sostanza, dei gruppi di sostanze o di
preparati10. 2-naftilamminaCAS n. 91-59-8e i suoi sali- RestrizioniNon
sono ammessi in concentrazione pari o superiore allo 0,1% della massa
in sostanze e preparati immessi sul mercato.A titolo di deroga, questa
disposizione non è applicabile ai rifiuti contenenti una o
più di queste sostanze e che formano oggetto delle direttive
75/442/CEE e 788/319/CEE così come recepite dal D.P.R.
10settembre 1982, n. 915, e successive modificazioni ed
integrazioni.Queste sostanze e questi preparati non possono essere
venduti al dettaglio al pubblico. Salva l’applicazione di altre
disposizioni in materia di classificazione, imballaggio ed
etichettatura delle sostanze e dei preparati pericolosi
sull’imballaggio di tali preparati deve figurare in maniera chiara e
indelebile la dicitura seguente:«Riservato ad utilizzatori
professionali».-Denominazione della sostanza, dei gruppi di
sostanze o di preparati11. BenzidinaCAS n. 22-87-5e i suoi sali-
RestrizioniNon sono ammessi in concentrazione pari o superiore allo
0,1% della massa in sostanze e preparati immessi sul mercato.A titolo
di deroga, questa disposizione non è applicabile ai rifiuti
contenenti una o più di queste sostanze e che formano oggetto
delle direttive 75/442/CEE e 788/319/CEE così come recepite dal
D.P.R. 10settembre 1982, n. 915, e successive modificazioni ed
integrazioni.Queste sostanze e questi preparati non possono essere
venduti al dettaglio al pubblico. Salva l’applicazione di altre
disposizioni in materia di classificazione, imballaggio ed
etichettatura delle sostanze e dei preparati pericolosi
sull’imballaggio di tali preparati deve figurare in maniera chiara e
indelebile la dicitura seguente:«Riservato ad utilizzatori
professionali».-Denominazione della sostanza, dei gruppi di
sostanze o di preparati12. 4-nitrobifenileCAS n. 92-93-3-
RestrizioniNon sono ammessi in concentrazione pari o superiore allo
0,1% della massa in sostanze e preparati immessi sul mercato.A titolo
di deroga, questa disposizione non è applicabile ai rifiuti
contenenti una o più di queste sostanze e che formano oggetto
delle direttive 75/442/CEE e 788/319/CEE così come recepite dal
D.P.R. 10 settembre 1982, n. 915, e successive modificazioni ed
integrazioni.Queste sostanze e questi preparati non possono essere
venduti al dettaglio al pubblico. Salva l’applicazione di altre
disposizioni in materia di classificazione, imball…

[Continua nel file zip allegato]

Edilone.it