Edilone.it - Edilone.it | Edilone.it

Che modifica la direttiva 89/686/CEE concernente il ravvicinamento del...

Che modifica la direttiva 89/686/CEE concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative ai dispositivi di protezione individuale
Direttiva del Consiglio CE

IL CONSIGLIO DELLE COMUNITÀ EUROPEE,visto il trattato
che istituisce la Comunità economica europea, in particolare
100 A,vista la proposta della Commissione, in cooperazione con il
Parlamento europeo,visto il parere del Comitato economico e
sociale,considerando che le misure necessarie al funzionamento del
mercato interno per i dispositivi di protezione individuale (DPI)
vanno adottate in applicazione della direttiva 89/686/CEE;considerando
che all’articolo 5, paragrafo 3 la direttiva 89/686/CEE prescrive che
in mancanza di norme armonizzare, i DPI possano continuare ad essere
sottoposti a titolo transitorio (al più tardi fino al 31
dicembre 1992) ai regimi nazionali vigenti alla data di adozione della
direttiva;considerando che, alla luce delle informazioni ricevute
dagli Stati membri e dai settori professionali, il periodo transitorio
risulta troppo breve per consentire la corretta applicazione della
direttiva;considerando che le norme armonizzate contribuiscono in
maniera significativa ad agevolare l’immissione sul mercato e la
libera circolazione dei dispositivi di protezione
individuale;considerando tuttavia che alcune norme armonizzare non
saranno disponibili alla data di applicazione della direttiva
89/686/CEE; che, di conseguenza, la realizzazione e la
omogeneità di un mercato unico per questi prodotti non possono
essere garantite;considerando che l’instaurazione di un nuovo regime
di controllo e di certificazione, nonché l’introduzione delle
disposizioni e dei meccanismi necessari al buon funzionamento della
direttiva non sono sufficientemente avanzate;considerando che la
mancanza di norme armonizzate potrebbe determinare una situazione in
cui non sia più garantito un livello adeguato di protezione e
di controllo della conformità riguardo ai caschi per
utilizzatori dei veicoli a motore a due o tre ruote; che la
protezione delle persone in caso di incidente potrebbe risultarne
compromessa; che, per evitare una regressione in materia di sicurezza
e di controllo, occorre escludere detti caschi dal campo
d’applicazione della direttiva 89/686/CEE, in attesa della
definizione di requisiti specifici ad essi relativi,HA ADOTTATO LA
PRESENTE DIRETTIVA:Art. 1La direttiva 89/686/CEE è così
modificata:1) L’articolo 5, paragrafo 3 è soppresso.2)
L’articolo 8, paragrafo 4, lettera a), ultimo trattino è
soppresso.3) Il testo dell’articolo 16 è sostituito dal testo
seguente: ”Articolo 16 1. Gli Stati membri adottano e
pubblicano, entro il 31 dicembre 1991, le disposizioni legislative,
regolamentari ed amministrative necessarie per conformarsi alla
presente direttiva. Essi ne informano immediatamente la
Commissione.Essi applicano queste disposizioni a decorrere dal 1°
luglio 1992.2. Inoltre, gli Stati membri ammettono per il periodo fino
al 30 giugno 1995 l’immissione sul mercato e la messa in servizio di
DPI conformi alle normative nazionali in vigore nel loro territorio
alla data del 30 giugno 1992.3. Gli Stati membri comunicano alla
Commissione il testo delle disposizioni di diritto interno che essi
adottano nel settore disciplinato dalla presente direttiva.“4)
Nell’allegato I è aggiunto il punto seguente:”5. Caschi e
visiere per utilizzatori di veicoli a motore a due o tre
ruote.“Art. 21. Gli Stati membri adottano e pubblicano entro tre
mesi dall’adozione della presente direttiva, le disposizioni
legislative, regolamentari e amministrative necessarie per
conformarsi alla presente direttiva. Essi ne informano immediatamente
la Commissione.Quando gli Stati membri adottano tali disposizioni,
queste contengono un riferimento alla presente direttiva o sono
corredate di un siffatto riferimento all’atto della pubblicazione
ufficiale. Le modalità di tale riferimento sono decise dagli
Stati membri.2. Gli Stati membri comunicano alla Commissione il testo
delle disposizioni di diritto interno che essi adottano nel settore
disciplinato nella presente direttiva.Art. 3Gli Stati membri sono
destinatari della presente direttiva.

Edilone.it