Edilone.it - Edilone.it | Edilone.it

Ponte sviluppabile su ruote a sviluppo verticale a mezzo funi ...

Ponte sviluppabile su ruote a sviluppo verticale a mezzo funi
Circolare Ministeriale

Sono pervenute a questa Sede segnalazioni in ordine ad
incidenti verificatisi durante lo sviluppo con operatore a bordo delle
macchine in oggetto, scaturenti essenzialmente da inadeguata
manutenzione delle macchine stesse in relazione all’ambiente di lavoro
nel quale operano (presenza di polveri, malte, residui di lavorazione,
ecc.).
Nelle more che venga messa a punto una normativa adeguata che miri
essenzialmente a contemplare le situazioni anomale di funzionamento
che possano scaturire dalla inadeguata utilizzazione della macchina, e
al fine di garantire la sicurezza degli operatori, il Consiglio
tecnico relativo agli “Apparecchi di sollevamento persone per uso
industriale” ha disposto che l’operatore a bordo, durante la fase di
sviluppo e di rientro del ponte, potrà essere consentito a condizione
che, oltre ai normali dispositivi di sicurezza previsti dalla
normativa vigente, tali macchine vengano corredate di dispositivi che
in ogni caso impediscano la discesa incontrollata della piattaforma in
qualunque assetto (piattaforma che sfila, che rientra, in posizione di
lavoro), ovvero in conseguenza della rottura di un qualunque organo
meccanico.
Inoltre, per gli organi a motore e di trasmissione del moto, deve
essere rilasciata da parte del Costruttore una dichiarazione di
responsabilità opportunamente supportata da relazione tecnica
probante, atta a garantire che gli organi sopra citati siano idonei a
sopportare anche sollecitazioni eccezionali che derivino da condizioni
anomale di esercizio da cui possano derivare rilevanti incrementi di
attrito e presenza di deformazioni sugli elementi di guida.In
relazione a quanto sopra, qualora le macchine in oggetto non
rispondano, in sede di omologazione, ai requisiti di cui sopra, sul
“Certificato di omologazione” dovrà essere specificato che la macchina
non è idonea per lo sviluppo ed il rientro con l’operatore a bordo.

Edilone.it