Edilone.it - Edilone.it | Edilone.it

DELIBERAZIONE 30 dicembre 2004: Condizioni per l'erogazione del pubbli...

DELIBERAZIONE 30 dicembre 2004: Condizioni per l'erogazione del pubblico servizio di dispacciamento dell'energia elettrica sul territorio nazionale e per l'approvvigionamento delle relative risorse su base di merito economico, ai sensi degli articoli 3 e 5 del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79. (Deliberazione n. 168/2003). (GU n. 24 del 30-1-2004- Suppl. Ordinario n.16)

DELIBERAZIONE 30 dicembre 2004

Condizioni per l’erogazione del pubblico servizio di
dispacciamento dell’energia elettrica sul territorio nazionale e per
l’approvvigionamento delle relative risorse su base di merito
economico, ai sensi degli articoli 3 e 5 del decreto legislativo
16 marzo 1999, n. 79. (Deliberazione n. 168/2003).

L’AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Nella riunione del 30 dicembre 2003,

Visti:
la legge 14 novembre 1995, n. 481;
il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79 (di seguito:
decreto legislativo n. 79/1999), ed in particolare l’art. 3, commi 3
e 6, e l’art. 5;
il decreto del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato 17 luglio 2000;
il decreto del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato 9 maggio 2001 (di seguito: decreto 9 maggio 2001);
la deliberazione dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il
gas (di seguito: l’Autorita) 30 maggio 1997, n. 61/1997;
la deliberazione dell’Autorita’ 30 aprile 2001, n. 95/2001 (di
seguito: deliberazione n. 95/2001);
l’Allegato A alla deliberazione dell’Autorita’ 18 ottobre 2001,
n. 228/2001, e successive modifiche ed integrazioni;
la deliberazione dell’Autorita’ 8 maggio 2002, n. 87/2002 (di
seguito: deliberazione n. 87/2002);
l’Allegato A alla deliberazione dell’Autorita’ 1° aprile 2003,
n. 27/2003, come successivamente modificato ed integrato;
l’Allegato A alla deliberazione dell’Autorita’ 26 giugno 2003,
n. 67/2003, come successivamente modificato ed integrato (di seguito:
deliberazione n. 67/2003);
gli indirizzi formulati in data 31 luglio 2003 dal Ministro
delle attivita’ produttive per la realizzazione di un sistema
organizzato di offerte di vendita e di acquisto di energia elettrica
(di seguito: indirizzi del Sistema Italia 2004);
il documento per la consultazione concernente proposta di
condizioni per l’erogazione del pubblico servizio di dispacciamento
dell’energia elettrica sul territorio nazionale e per
l’approvvigionamento delle relative risorse su base di merito
economico, ai sensi degli articoli 3 e 5 del decreto legislativo
16 marzo 1999, n. 79, approvato dall’Autorita’ in data 28 novembre
2003 (di seguito: il documento per la consultazione);
il decreto del Ministro delle attivita’ produttive 19 dicembre
2003, recante approvazione del testo integrato della disciplina del
mercato elettrico. Assunzione di responsabilita’ del Gestore del
mercato elettrico Spa, relativamente al mercato elettrico;
il decreto del Ministro delle attivita’ produttive 19 dicembre
2003, recante disposizioni in materia di assunzione della titolarita’
delle funzioni di garante della fornitura dei clienti vincolati da
parte della societa’ Acquirente unico ai sensi dell’art. 4, comma 8,
del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79 e direttive alla
medesima societa’;
la nota del Ministro delle attivita’ produttive in data
11 dicembre 2003, prot. n. 4303 (di seguito: la nota del Ministro
dell’11 dicembre 2003);
Considerato che:
con la deliberazione n. 95/2001, l’Autorita’ ha stabilito le
condizioni per l’erogazione del servizio di dispacciamento
dell’energia elettrica secondo criteri di merito economico sul
territorio nazionale ai sensi dell’art. 3, comma 3, del decreto
legislativo n. 79/1999;
con la deliberazione n. 87/2002, l’Autorita’ ha espresso le
proprie osservazioni sullo schema di regole per l’erogazione del
servizio di dispacciamento predisposto dalla societa’ Gestore della
rete di trasmissione nazionale Spa (di seguito: il Gestore della
rete) ai sensi dell’art. 4 della deliberazione n. 95/2001;
sulla base delle osservazioni di cui al precedente alinea, il
Gestore della rete ha adottato le regole per il dispacciamento,
pubblicate nel proprio sito internet in data 9 agosto 2002;
il differimento dell’avvio del sistema delle offerte di cui
all’art. 5 del decreto legislativo n. 79/1999, ha reso necessario
adottare una disciplina transitoria, da ultimo contenuta nelle
deliberazioni n. 27/2003 e n. 67/2003;
gli indirizzi del Sistema Italia 2004 configurano un sistema
organizzato di offerte di vendita e di acquisto di energia elettrica
tale da rendere necessario l’adeguamento delle condizioni per
l’erogazione del servizio di dispacciamento, introdotte con la
deliberazione n. 95/2001;
facendo seguito agli indirizzi del Sistema Italia 2004,
l’Autorita’ ha predisposto e diffuso il documento per la
consultazione;
i soggetti che hanno partecipato alla consultazione hanno
espresso avviso favorevole alle indicazioni contenute nel documento
per la consultazione, pur presentando talune osservazioni;
la nota del Ministro dell’11 dicembre 2003 ha definito la
procedura per l’avvio dell’operativita’ del mercato elettrico;
l’avvio del dispacciamento di merito economico, richiedendo
adempimenti complessi, puo’ comportare la necessita’ di gradualita’
nel passaggio dalla disciplina del dispacciamento attualmente vigente
a quella di cui al presente provvedimento;
Ritenuto che sia opportuno:
accogliere le osservazioni formulate dai soggetti che hanno
partecipato alla consultazione, fatta eccezione per quelle
riguardanti:
a) il mancato riconoscimento della qualifica di utente del
dispacciamento ai soggetti che dispongano, per il tramite di
contratti, della produzione di unita’ nella titolarita’ di soggetti
terzi; cio’ in quanto non puo’ essere prevista una molteplicita’ di
utenti del dispacciamento con riferimento al medesimo punto di
dispacciamento per unita’ di produzione;
b) l’unicita’ del mandato alla conclusione dei contratti di
trasporto e di dispacciamento; cio’ in quanto il Gestore della rete
ha fatto presente che la pluralita’ dei mandati non e’ compatibile
con l’adozione, da parte del medesimo Gestore della rete, delle
procedure applicative del dispacciamento entro i termini previsti
nella nota del Ministro dell’11 dicembre 2003;
accogliere l’osservazione riguardante l’esigenza di limitare
l’operativita’ del Gestore della rete nel mercato dell’energia, al
fine di evitare interferenze nel suo regolare funzionamento,
conferendo a tale opzione operativa carattere di stretta
funzionalita’ alla sicurezza del sistema elettrico nazionale, di
trasparenza sulle modalita’, nonche’ di transitorieta’;
prevedere che le unita’ di produzione rilevanti, come definite
dai Gestore della rete, siano integrate nel sistema di controllo del
medesimo Gestore della rete;
definire misure che prevengano comportamenti opportunistici
degli operatori tali da incrementare gli oneri dell’utenza;
al fine di garantire il raccordo tra la disciplina del
dispacciamento di cui al presente provvedimento e quella attualmente
vigente, stabilire che il Gestore della rete, nelle regole adottate
ai sensi dell’art. 3, comma 6, del decreto legislativo n. 79/1999,
possa prevedere, per motivati vincoli operativi, l’applicazione
graduale del dispacciamento di merito economico;
approvare le Condizioni per l’erogazione del pubblico servizio
di dispacciamento dell’energia elettrica sul territorio nazionale e
per l’approvvigionamento delle relative risorse su base di merito
economico, ai sensi degli articoli 3 e 5 del decreto legislativo
16 marzo 1999, n. 79, nel testo allegato al presente provvedimento,
di cui forma parte integrante e sostanziale (Allegato A);
abrogare la deliberazione n. 95/2001 e la deliberazione n.
87/2002;
Delibera:
di approvare le Condizioni per l’erogazione del pubblico
servizio di dispacciamento dell’energia elettrica sul territorio
nazionale e per l’approvvigionamento delle relative risorse su base
di merito economico, ai sensi degli articoli 3 e 5 del decreto
legislativo 16 marzo 1999, n. 79, nel testo allegato al presente
provvedimento, di cui forma parte integrante e sostanziale (Allegato
A);
di dare mandato al direttore generale affinche’, ai fini
dell’adozione del provvedimento previsto dall’art. 38 dell’Allegato A
entro il 31 gennaio 2004, assuma le opportune iniziative per
acquisire gli apporti tecnici necessari alla definizione di uno
schema di provvedimento da sottoporre a consultazione;
di abrogare le deliberazioni dell’Autorita’ per l’energia
elettrica e il gas 30 aprile 2001, n. 95/2001, e 8 maggio 2002, n.
87/2002;
di trasmettere copia del presente provvedimento al Ministro
delle attivita’ produttive ed alla societa’ Gestore della rete di
trasmissione nazionale Spa;
di pubblicare il presente provvedimento nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana e nel sito internet
dell’Autorita’ (www.autorita.energia.it), affinche’ entri in vigore
dalla sua pubblicazione.

Roma, 30 dicembre 2003

Il presidente: Ortis

Allegato A

—-> Vedere Allegato da pag. 7 a pag. 44 del S.O. in formato zip/pdf

Edilone.it