Edilone.it - Edilone.it | Edilone.it

Approvazione delle procedure di valutazione dei progetti predisposti a...

Approvazione delle procedure di valutazione dei progetti predisposti ai sensi del "Programma annuale degli interventi 2002" previsto dalla L.R. 8.7.1999 n. 18 "Interventi regionali a sostegno dell'offerta turistica".

Delib. G.R. del 17/06/2002 n.47-6356 (B.U. 27/06/02 n. 26)

TESTO
A
relazione dell’Assessore Racchelli:
Vista la deliberazione della
Giunta Regionale n. 67-6250 del 3.6.2002 con la quale è stato
approvato il “Programma annuale degli interventi 2002” definito in
attuazione dell’art. 5 della Legge Regionale 8 luglio 1999 n. 18
“Interventi regionali a sostegno dell’offerta turistica”;
atteso che
secondo quanto stabilito al paragrafo 1.5 di tale “Programma annuale
degli interventi 2002”, la Regione, nel rispetto dei criteri di
valutazione indicati nel medesimo Programma, dovrà provvedere alla
definizione di apposite “Procedure di valutazione” che stabiliscano
l’entità e le modalità di applicazione dei punteggi assegnabili a
ciascun indicatore, al fine della formazione delle graduatorie di
idoneità dei progetti;

dato atto che la D.G.R. n. 67-6250 del
3.6.2002 di approvazione del “Programma annuale degli interventi 2002”
verrà pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte n. 26
del 27.6.2002 e che pertanto entro i successivi 60 giorni lavorativi
dalla medesima data di pubblicazione dovranno essere presentate le
domande di contributo;
visti i criteri generali di valutazione e le
priorità stabilite ai paragrafi 1.5, 1.6, 1.6.1 e 1.6.2 del “Programma
annuale degli interventi 2002” approvato con la citata D.G.R. n.
67-6250 del 3.6.2002;

considerata l’opportunità al fine di garantire
un elevato grado di aderenza delle proposte progettuali ai criteri
stabiliti dal “Programma annuale degli interventi 2002”, di articolare
la valutazione delle medesime proposte mediante la formulazione di tre
graduatorie riferite in particolare a:
1) istanze di piccole e medie
imprese tese all’ottenimento dei contributi previsti al paragrafo 1.8
lett. A) del Programma 2002;
2) istanze di piccole e medie imprese o
organismi “no profit” per interventi a “gestione non imprenditoriale”
e di soggetti privati tese all’ottenimento dei contributi previsti al
paragrafo 1.8 lett. B – C – D – E del Programma 2002;

3) istanze di
piccole e medie imprese o di soggetti privati tese all’ottenimento del
contributo previsto al paragrafo 1.8 lett. F) del Programma 2002;

definite le procedure di valutazione ai fini della formulazione delle
sopra indicate graduatorie dei progetti idonei nonché finanziabili in
attuazione del “Programma annuale degli interventi 2002”, nel rispetto
dei criteri di valutazione e delle priorità nel medesimo contenuti,
così come riportato nell’allegato A) parte integrante della presente
deliberazione;

ritenuto che con successivo atto deliberativo, sulla
base degli stanziamenti previsti dal Bilancio pluriennale della
Regione 2002-2004, verrà definita la ripartizione delle quote di
stanziamento da destinare per il finanziamento delle proposte
progettuali contenute in ciascuna delle graduatorie di idoneità;
la
Giunta regionale, con voti unanimi espressi nelle forme di legge,

delibera

– di approvare le procedure di valutazione dei progetti
presentati ai sensi del “Programma annuale degli interventi 2002”
attuativo della Legge Regionale 8 luglio 1999, n,. 18 “Interventi
regionali a sostegno dell’offerta turistica”, così come definite
nell’allegato A) parte integrante della presente deliberazione;
– di
stabilire, al fine di garantire un elevato grado di aderenza delle
proposte progettuali ai criteri di valutazione indicati dal “Programma
annuale degli interventi 2002”, di articolare la valutazione delle
medesime proposte mediante la formulazione di tre graduatorie riferite
a:

1) istanze di piccole e medie imprese tese all’ottenimento dei
contributi previsti al paragrafo 1.8 lett. A) del Programma 2002;
2)
istanze di piccole e medie imprese o organismi “no profit” per
interventi a “gestione non imprenditoriale” e di soggetti privati tese
all’ottenimento dei contributi previsti al paragrafo 1.8 lett. B – C –
D – E del Programma 2002;
3) istanze di piccole e medie imprese o di
soggetti privati tese all’ottenimento del contributo previsto al
paragrafo 1.8 lett. F) del Programma 2002;

– di stabilire che con
successivo atto deliberativo da assumere contestualmente
all’approvazione delle graduatorie di idoneità, sulla base degli
stanziamenti previsti dal Bilancio pluriennale 2002-2004, verrà
definita la ripartizione delle quote di stanziamento da destinare per
il finanziamento delle proposte progettuali contenute in ciascuna
delle citate graduatorie di idoneità.

ALLEGATO – PROCEDURE DI
VALUTAZIONE DEI PROGETTI PRESENTATI SULLA BASE DEL PROGRAMMA ANNUALE
2002 ATTUATIVO DELLA L.R. 18/99.
PROCEDURE DI VALUTAZIONE DEI
PROGETTI PREDISPOSTI NELL’AMBITO DEL PROGRAMMA ANNUALE DEGLI
INTERVENTI
ANNO 2002

Regione Piemonte – Assessorato al Turismo –
Direzione Turismo Sport Parchi – Settore Offerta Turistica Interventi
comunitari in materia turistica Via Magenta, 12 10128 Torino

ATTUATIVO DELLA LEGGE REGIONALE 8.07.1999, N. 18 “INTERVENTI
REGIONALI A SOSTEGNO DELL’OFFERTA TURISTICA”

I progetti relativi
agli interventi predisposti ai sensi del Programma Annuale degli
Interventi 2002 della Legge Regionale 8 luglio 1999, n. 18 “Interventi
regionali a sostegno dell’offerta turistica”, redatti secondo quanto
previsto dal Dossier di Candidatura, sono valutati in relazione a
quanto stabilito dai paragrafi 1.5 e 1.6 del suddetto Programma,
“Criteri di valutazione” e “Priorità”, nonché sulla base delle
modalità fissate al paragrafo 2.3 dello stesso Programma.

Operativamente la procedura di valutazione prevede una fase
preliminare di verifica sotto il profilo formale, tre successive fasi
relative alla valutazione di merito del progetto presentato ed una
finale consistente da un lato nell’attribuzione del punteggio
complessivo e dall’altro lato nel contestuale inserimento della
proposta progettuale presentata nella graduatoria prefigurata al
citato paragrafo 2.3 del Programma.

FASE PRELIMINARE DI VERIFICA
FORMALE

Le proposte progettuali presentate saranno esaminate
preliminarmente sotto il profilo della correttezza formale ossia della
conformità con quanto stabilito dal Programma Annuale 2002 e dalle
modalità di attuazione per quanto concerne tipologie di intervento e
beneficiari ammissibili, completezza e regolarità della documentazione
richiesta, rispetto dei tempi.
In particolare, gli elementi di
riferimento per tale verifica risultano essere:
1. Dossier di
candidatura presentato entro i termini di legge e regolarmente
sottoscritto;

2. Soggetto beneficiario previsto dal programma
annuale degli Interventi 2002;
3. Tipologia di intervento previsto
dal Programma Annuale degli Interventi 2002;
4. Dossier di
candidatura completo della documentazione e dei dati necessari alla
valutazione, così come desumibili dalla modulistica predisposta e
diffusa dagli Uffici del Settore scrivente;
5. Data di inizio lavori
secondo le indicazioni del Programma;
6. Avvenuta comunicazione,
entro 90 giorni dalla scadenza dei termini di candidatura,
dell’avvenuta costituzione per le imprese in corso di costituzione.

I Dossier di candidatura che a seguito della verifica preliminare
risultassero non rispettare gli elementi sopra riportati saranno
giudicati “non accettabili” e pertanto le relative proposte
progettuali saranno escluse dalla successiva fase di valutazione di
merito e dalla ammissione al contributo.

FASI RELATIVE ALLA
VALUTAZIONE DI MERITO

La valutazione di merito delle proposte
progettuali descritte nei Dossier di candidatura, ai fini della
selezione degli interventi da ritenere idonei e ammissibili a
finanziamento, si articola in tre fasi di cui la seconda e la terza
destinate solo a quegli interventi per i quali nella prima fase di
valutazione non siano state individuate gravi lacune che ne
pregiudichino la fattibilità. In particolare:
– La prima fase
finalizzata alla valutazione dell’efficienza e dell’efficacia del
Progetto Definitivo (paragrafo 1.5 del Programma), ossia della sua
fattibilità, della qualità tecnico funzionale ed economica del
progetto/investimento, della capacità del progetto di dare attuazione
ai principi di politica turistica assunti dal Programma 2002.

– La
seconda fase finalizzata alla valutazione del Progetto Definitivo in
rapporto alle “tipologie di intervento prioritarie” previste dal
paragrafo 1.6.1 del Programma.
– La terza fase deputata
all’assegnazione del punteggio correlato agli “ambiti territoriali di
intervento prioritari” prefigurati al paragrafo 1.6.2 del Programma.

PRIMA FASE

Per la valutazione dell’efficienza e dell’efficacia del
progetto sono individuate tre categorie principali di valutazione a
ciascuna delle quali corrisponde una serie di criteri: l’insieme
articolato delle categorie principali di valutazione e dei criteri
costituisce la “Griglia di valutazione” dell’efficienza e
dell’efficacia dei progetti finanziabili dalla Legge Regionale 8
luglio 1999, n. 18.
Le categorie principali di valutazione sono le
seguenti:
1. Fattibilità del progetto;

2. Qualità del progetto;
3.
Contributo allo sviluppo economico e turistico locale.
All’interno di
tali tre categorie, i criteri base per la valutazione del progetto
risultano essere:
1) Fattibilità del progetto:
a. cantierabilità
(idoneità urbanistica, autorizzazioni ottenute o in corso);
b.
conformità tecnico-normativa in materia di disciplina delle strutture
turistiche in oggetto.
2) Qualità del progetto:
a. qualità e
completezza della metodologia progettuale e di investimento adottata
(entità e redditività dell’investimento, ottimizzazione dei costi,
strategia commerciale, organizzazione aziendale, ….);

b.
innovazione tecnologica e gestionale (soluzioni tecnologicamente
avanzate per il contenimento dei consumi energetici, lo smaltimento
dei rifiuti, l’inquinamento nei confronti di aria, adottate nel
progetto proposto).
3) Contributo allo sviluppo economico e tur…

[Continua nel file zip allegato]

Edilone.it