Edilone.it - Edilone.it | Edilone.it

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTAL I- DECRETO 5 dicembre 20...

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTAL I- DECRETO 5 dicembre 2002: Autorizzazioni ai laboratori gia' autorizzati nonche' ai laboratori indicati nei decreti ministeriali 11 novembre 2002 al rilascio dei certificati di analisi ai fini della concessione degli aiuti al magazzinaggio privato per i vini da tavola, mosti d'uva, mosti d'uva concentrati e mosti d'uva concentrati rettificati, per la campagna 2002/2003. (GU n. 20 del 25-1-2003)

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

DECRETO 5 dicembre 2002

Autorizzazioni ai laboratori gia’ autorizzati nonche’ ai laboratori
indicati nei decreti ministeriali 11 novembre 2002 al rilascio dei
certificati di analisi ai fini della concessione degli aiuti al
magazzinaggio privato per i vini da tavola, mosti d’uva, mosti d’uva
concentrati e mosti d’uva concentrati rettificati, per la campagna
2002/2003.

IL CAPO DIPARTIMENTO
della qualita’ dei prodotti agroalimentari e dei servizi

Visto il regolamento CEE n. 2676/90 della Commissione del
17 settembre 1990 che determina i metodi d’analisi comunitari da
utilizzare nel settore del vino;
Visto il regolamento CE n. 1493 del Consiglio, del 17 maggio 1999,
relativo all’organizzazione comune del mercato vitivinicolo, che
all’art. 72 prevede la designazione, da parte degli Stati membri, dei
laboratori autorizzati ad eseguire analisi ufficiali nel settore
vitivinicolo;
Visto il decreto legislativo 26 maggio 1997, n. 156, recante
attuazione della direttiva 93/99/CEE concernente misure supplementari
in merito al controllo ufficiale dei prodotti alimentari che
individua all’art 3 i requisiti minimi dei laboratori che effettuano
analisi finalizzate a detto controllo: tra essi e’ prevista la
conformita’ ai criteri generali stabiliti dalla norma europea EN
45001;
Visto il regolamento CE n. 1623/00 della Commissione del 25 luglio
2000 recante modalita’ d’applicazione del regolamento CE n. 1493/99
del Consiglio, relativo all’organizzazione comune del mercato
vitivinicolo, per quanto riguarda i meccanismi di mercato che dispone
la concessione di aiuti al magazzinaggio privato di vini e mosti di
cui all’art. 24 del regolamento CE n. 1493/99 del Consiglio;
Considerato che nel certificato di analisi, ai fini degli aiuti
indicati in epigrafe devono figurare gli esiti delle prove di analisi
di seguito indicate:
per il vino:
caratteristiche cromatiche;
titolo alcolometrico volumico effettivo totale;
titolo alcolometrico volumico effettivo;
acidita’ totale;
acidita’ volatile;
zuccheri riduttori;
assenza di cattivo sapore;
anidride solforosa;
alcol metilico;
assenza di ibridi produttori diretti (per i vini rossi e
rosati);
per i mosti di uva e mosti di uva concentrati:
massa volumica a 20oC e densita’ relativa 20oC;
anidride solforosa totale;
titolo alcolometrico volumico effettivo;
zuccheri riduttori;
grado rifrattometrico a 20oC (per il mosto concentrato);
caratteristiche cromatiche (colore);
assenza di ibridi per i mosti rossi e rosati;
per i mosti di uva concentrati rettificati:
pH;
densita’ ottica a 425 nm;
saccarosio;
indice di Folin-Ciocalteu;
acidita’ totale;
zuccheri totali;
cationi totali;
conduttivita’;
presenza di mesoinositolo;
massa volumica;
grado rifrattometrico.
Visti i decreti ministeriali con i quali alcuni laboratori, in data
anteriore all’11 novembre 2002, sono stati autorizzati per l’intero
territorio nazionale, al rilascio dei certificati di analisi nel
settore vitivinicolo, aventi valore ufficiale, anche ai fini della
esportazione;
Visto il decreto 11 novembre 2002 recante differimento del termine
di proroga delle autorizzazioni concesse ad alcuni laboratori al
rilascio dei certificati di analisi nel settore vitivinicolo, aventi
valore ufficiale, anche ai fini della esportazione, accreditati nella
riunione del Consiglio direttivo del SINAL (Sistema nazionale per
l’accreditamento di laboratori) del 16 ottobre 2002;
Visto il decreto 11 novembre 2002, recante differimento del termine
di proroga delle autorizzazioni concesse ad altri laboratori al
rilascio dei certificati di analisi nel settore vitivinicolo, aventi
valore ufficiale, anche ai fini della esportazione, accreditati nella
riunione della Commissione centrale tecnica del SINAL (Sistema
nazionale per l’accreditamento di laboratori) del 31 ottobre 2002;
Visto che soltanto uno dei laboratori di cui ai predetti capoversi
risulta autorizzato ad effettuare tutte le prove richieste per la
concessione degli aiuti in epigrafe;
Considerato che il ristretto arco temporale entro il quale devono
essere conclusi i contratti di magazzinaggio con l’organismo
erogatore degli aiuti, non consentirebbe al predetto unico
laboratorio di effettuare le analisi necessarie su tutto il
territorio nazionale, ne’ ad altri laboratori di ottenere
l’accreditamento richiesto per l’autorizzazione;
Ritenuto che la tutela dell’interesse dell’intero settore
vitivinicolo e’ garantita dalla possibilita’ per tutti i soggetti che
abbiano i requisiti di concludere contratti di magazzinaggio;
Ritenuto pertanto di dover provvedere all’emanazione di un
provvedimento amministrativo che soddisfi le predette esigenze;

Decreta:

Art. 1.
1. L’autorizzazione concessa ai laboratori elencati nei decreti
ministeriali dell’11 novembre 2002 citati nelle premesse ed ai
laboratori autorizzati anteriormente a tale data, e’ estesa al
rilascio dei certificati di analisi aventi valore ufficiali, ai fini
della concessione degli aiuti al magazzinaggio privato per i vini da
tavola, mosti d’uva, mosti d’uva concentrati e mosti d’uva
concentrati rettificati, limitatamente al territorio della regione di
ubicazione dei laboratori.
2. La predetta estensione ha validita’ limitata alla campagna
2002/2003.

Avvertenza:

Il presente atto non e’ soggetto al visto di controllo
preventivo di legittimita’ da parte della Corte dei conti,
ai sensi dell’art. 3 della legge 14 gennaio 1994, n. 20.

Art. 2.
Il presente decreto e’ inviato all’organo di controllo e pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 5 dicembre 2002
Il capo Dipartimento: Ambrosio

Edilone.it