Edilone.it - Edilone.it | Edilone.it

MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE DECRETO 12 luglio 2002 Gradua...

MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE DECRETO 12 luglio 2002 Graduatorie regionali ordinarie e speciali di cui all'art. 6, comma 3, del decreto del Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato n. 527 del 20 ottobre 1995 e successive modifiche e integrazioni, concernenti le iniziative relative alle domande di agevolazione presentate ai sensi del decreto-legge 22 ottobre 1992, n. 415, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 dicembre 1992, n. 488, per il bando del 2001 del "settore commercio" - 13 bando di attuazione. (GU n. 186 del 9-8-2002- Suppl. Ordinario n.167

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

DECRETO 12 luglio 2002

Graduatorie regionali ordinarie e speciali di cui all’art. 6,
comma 3, del decreto del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato n. 527 del 20 ottobre 1995 e successive modifiche e
integrazioni, concernenti le iniziative relative alle domande di
agevolazione presentate ai sensi del decreto-legge 22 ottobre 1992,
n. 415, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 dicembre 1992,
n. 488, per il bando del 2001 del “settore commercio” – 13 bando di
attuazione.

IL DIRETTORE GENERALE
per il coordinamento degli incentivi alle imprese

Visto l’art. 1, comma 2 del decreto-legge 22 ottobre 1992, n. 415,
convertito, con modificazioni, dalla legge 19 dicembre 1992, n. 488,
concernente i criteri per la concessione delle agevolazioni alle
attivita’ produttive nelle aree depresse del Paese;
Visto l’art. 5, comma 1 del decreto legislativo 3 aprile 1993, n. 96;
Visto l’art. 54, comma 2 della legge 23 dicembre 1998, n. 448 che
estende le agevolazioni della legge n. 488/1992 ai programmi di
investimento di rilevante interesse per lo sviluppo del commercio;
Visto il decreto ministeriale 3 luglio 2000, concernente il testo
unico delle direttive per la concessione e l’erogazione delle
agevolazioni alle attivita’ produttive nelle aree depresse ai sensi
della predetta legge n. 488/1992 che, in particolare, al punto 5.c4,
prevede, per l’assegnazione delle risorse, la formazione di
graduatorie regionali ordinarie e speciali;
Visto il decreto ministeriale 20 ottobre 1995, n. 527 e le successive
modifiche e integrazioni, di seguito denominato “regolamento”,
concernente le modalita’ e le procedure per la concessione ed
erogazione delle agevolazioni in favore delle attivita’ produttive
nelle aree depresse del paese;
Visto, in particolare, l’art. 6, comma 3 del citato regolamento che
attribuisce al Ministero dell’industria, del commercio e
dell’artigianato, ora Ministero delle attivita’ produttive la
competenza di formare, sulla base delle risultanze degli accertamenti
istruttori delle banche concessionarie, le suddette graduatorie delle
iniziative ammissibili alle agevolazioni e di provvedere alla loro
pubblicazione;
Viste le circolari esplicative del Ministero dell’industria, del
commercio e dell’artigianato e del Ministero delle attivita’
produttive n. 900047 del 25 gennaio 2001, n. 900919 del 12 settembre
2001, n. 900940 del 1 ottobre 2001, n. 900005 dell’8 gennaio 2002 e
n. 900012 del 14 gennaio 2002;
Visti i decreti ministeriali del 6 novembre 2001 e del 30 gennaio
2002 con i quali sono stati fissati i termini per la presentazione
delle domande relative al bando del “settore commercio” del 2001;
Visti i decreti ministeriali del 14 luglio 2000, del 9 novembre 2000,
del 13 novembre 2000 e del 7 agosto 2001 con i quali sono state
fissate le misure massime consentite relative alle agevolazioni di
cui alla citata legge n. 488/1992 a partire dal 2000 e sono stati
pubblicati gli elenchi delle aree ammissibili delle regioni e
province autonome del centro-nord;
Vista la delibera del CIPE del 21 dicembre 2000 concernente il
riparto su base regionale delle risorse destinate alle aree depresse
per il periodo 2001-2003 dalla legge finanziaria del 2001, che
destina una quota di 1.807,6 Meuro (3.500 miliardi di lire) di
risorse nazionali al finanziamento dei bandi della legge n. 488/1992,
di cui 1.536,5 Meuro (2.975 miliardi di lire) per le regioni
dell’obiettivo 1 (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise,
Puglia, Sardegna e Sicilia) e 271,1 Meuro (525 miliardi di lire) per
le restanti regioni e province autonome del centro-nord;
Visto il decreto del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato del 30 marzo 2001 che, dei suddetti 1.807,6 Meuro,
ha assegnato in via programmatica al bando “commercio” del 2001
266,08 Meuro (515,2 miliardi di lire), ripartendo tali risorse tra le
regioni, secondo le misure fissate dal CIPE con la predetta delibera
del 21 dicembre 2000, come segue (importi in milioni di euro):

regioni |risorse |regioni | risorse
Piemonte |7,413 |Abruzzo | 9,747
Valle d’Aosta |0,251 |Molise | 5,858
Lombardia |4,204 |Campania | 54,097
Provincia Autonoma di Bolzano |0,435 |Puglia | 37,090
Provincia Autonoma di Trento |0,216 |Basilicata | 10,064
Veneto |4,064 |Calabria | 27,886
Friuli Venezia Giulia |1,226 |Sicilia | 54,278
Liguria |3,577 |Sardegna | 27,139
Emilia Romagna |1,293 | |
Toscana |5,768 | |
Umbria |2,247 | |
Marche |1,776 | |
Lazio |7,449 | |

Visto il decreto del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato del 20 luglio 1998 che, all’art. 6, autorizza il
Ministero ad utilizzare una quota non superiore all’uno per mille
dello stanziamento annuale destinato alle agevolazioni della legge n.
488/1992 per le spese di funzionamento connesse alle attivita’ ed
agli adempimenti di propria competenza necessari all’attuazione degli
interventi previsti dalla stessa legge, corrispondenti, quindi, a
0,27 Meuro;
Visto il decreto del Ministro delle attivita’ produttive del 29
ottobre 2001 con il quale sono state approvate le proposte formulate
dalle regioni e dalle province autonome di Trento e Bolzano
concernenti le priorita’ regionali ed i relativi punteggi utili per
l’indicatore regionale validi per il bando del “settore commercio”
del 2001, nonche’ la formazione delle graduatorie speciali e le
risorse finanziarie alle stesse destinate come di seguito
specificato:

| |misura | | |misura
| |delle | | |delle
| |risorse | | |risorse
| |disponibili| | |disponibili
|Tipo di |per la | |tipo di |per la
|graduatoria|graduatoria| |graduatoria|graduatoria
|speciale |speciale | |speciale |speciale
———————————————————————
Piemonte |ATTIVITA’ |50% |Abruzzo |AREA |30%
———————————————————————
Valle | | | | |
d’Aosta |NESSUNA |- – |Molise |ATTIVITA” |40%
———————————————————————
Lombardia |ATTIVITA’ |50% |Campania |ATTIVITA” |40%
———————————————————————
Provincia | | | | |
Autonoma | | | | |
di Bolzano|NESSUNA |- – |Puglia |ATTIVITA’ |50%
———————————————————————
Provincia | | | | |
Autonoma | | | | |
di Trento |NESSUNA |- – |Basilicata|NESSUNA |- –
———————————————————————
Veneto |ATTIVITA’ |30% |Calabria |ATTIVITA’ |50%
———————————————————————
Friuli | | | | |
Venezia | | | | |
Giulia |NESSUNA |- – |Sicilia |AREA |50%
———————————————————————
Liguria |ATTIVITA’ |40% | | |
———————————————————————
Sardegna |ATTIVITA” |50% | | |
———————————————————————
Emilia | | | | |
Romagna |NESSUNA |- – | | |
———————————————————————
Toscana |AREA |25% | | |
———————————————————————
Umbria |AREA |30% | | |
———————————————————————
Marche |AREA |30% | | |
———————————————————————
Lazio |ATTIVITA” |35% | | |

Considerato che, sulla base di tutto quanto precede, sono assegnate a
ciascuna regione, per il bando del “settore commercio” del 2001, le
seguenti risorse finanziarie (in milioni di euro):

|graduatorie|graduatorie| |graduatorie|graduatorie
regioni |speciali |ordinarie |regioni | speciali| ordinarie
———————————————————————
Piemonte |3,7029 |3,7029 |Abruzzo | 2,9213| 6,8164
———————————————————————
Valle | | | | |
d’Aosta |0,0000 |0,2512 |Molise | 2,3407| 3,5110
———————————————————————
Lombardia |2,0997 |2,0997 |Campania | 21,6173| 32,4260
———————————————————————
Provincia | | | | |
Autonoma | | | | |
di Bolzano|…

[Continua nel file zip allegato]

Edilone.it