Edilone.it - Edilone.it | Edilone.it

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 26 luglio 2002: Ripa...

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 26 luglio 2002: Ripartizione delle risorse finanziarie previste dall'art. 15 del decreto-legge 30 gennaio 1998, n. 6, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 marzo 1998, n. 61, e dall'art. 45, comma 1, tab. 2, della legge 28 dicembre 2001, n. 448. (GU n. 183 del 6-8-2002)

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 26 luglio 2002

Ripartizione delle risorse finanziarie previste dall’art. 15 del
decreto-legge 30 gennaio 1998, n. 6, convertito, con modificazioni,
dalla legge 30 marzo 1998, n. 61, e dall’art. 45, comma 1, tab. 2,
della legge 28 dicembre 2001, n. 448.

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
Visto l’art. 15, commi 1 e 2, del decreto-legge 30 gennaio 1998, n.
6, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 marzo 1998, n. 61,
concernente misure urgenti in favore delle zone terremotate delle
regioni Marche ed Umbria;
Visto l’art. 45, comma 1, tabella 2, della legge 28 dicembre 2001,
n. 448, concernente il finanziamento dei programmi di intervento
nelle regioni Marche ed Umbria;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del
3 giugno 1999, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 131 del
7 giugno 1999, concernente la ripartizione delle risorse finanziarie
previste dall’art. 15 del decreto-legge 30 gennaio 1998, n. 6,
convertito, con modificazioni, dalla legge 30 marzo 1998, n. 61, e
dall’art. 50, comma 1, lettera d), della legge 23 dicembre 1998, n.
448;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del
22 ottobre 2001, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 14 novembre
2001, n. 265, concernente la ripartizione delle risorse finanziarie
previste dall’art. 15 del decreto-legge 30 gennaio 1998, n. 6,
convertito, con modificazione, dalla legge 30 marzo 1998, n. 61, e
dall’art. 50, comma 1, lettera d), della legge 23 dicembre 1998, n.
448;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del
20 dicembre 2001, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 300, del
28 dicembre 2001, concernente la ripartizione delle ulteriori risorse
finanziarie previste dall’art. 15 del decreto-legge 30 gennaio 1998,
n. 6 convertito, con modificazioni, dalla legge 30 marzo 1998, n. 61,
dall’art. 54, comma 1, tabella 3, della legge 23 dicembre 1999, n.
488 e dall’art. 144, comma 1, tabella 1, della legge 23 dicembre
2000, n. 388;
Considerato che occorre procedere all’ulteriore ripartizione delle
risorse finanziarie tra le regioni Marche ed Umbria d’intesa con il
dipartimento della protezione civile al fine di assicurare la
prosecuzione degli interventi per la ricostruzione conseguente la
crisi sismica iniziata il 26 settembre 1997;
Vista la nota n. 10454 del 1 luglio 2002 con la quale i presidenti
delle regioni Marche ed Umbria, sulla base delle intese raggiunte in
data 6 maggio 1999 con il dipartimento della protezione civile, hanno
confermato la percentuale di ripartizione delle disponibilita’
finanziarie previste dalla legge 28 dicembre 2001, n. 448;
Considerato che la definitiva quantificazione dei costi per la
ricostruzione puo’ essere oggetto di ulteriori approfondimenti
tecnico-amministrativi legati alla particolare complessita’ degli
interventi;
Ritenuto di accogliere la proposta delle regioni Marche ed Umbria;
Decreta:
Le risorse finanziarie previste dall’art. 45, comma 1, tabella 2,
della legge 28 dicembre 2001, n. 448, vengono ripartite in: 65%
regione Umbria e 35% regione Marche.
Il presente decreto verra’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
Roma, 26 luglio 2002

Il Presidente
del Consiglio dei Ministri
Berlusconi

Edilone.it