Venezia: 10a Biennale dedicata alle meta-città dal 10/09/2006 al 19/11/2006 | Edilone.it

Venezia: 10a Biennale dedicata alle meta-città dal 10/09/2006 al 19/11/2006

wpid-logo-biennale2.jpg
image_pdf

Diretta da Richard Burdett (architetto ed urbanista londinese), la 10.Mostra Internazionale della Biennale sarà dedicata alla progettazione delle città, all’infrastruttura urbana e alle dinamiche sociali, offrendo un’impareggiabile prospettiva internazionale sul rapporto fra architettura, società e sostenibilità. La mostra si occuperà quindi delle tematiche chiave che affrontano attualmente le città: dalla migrazione alla crescita, dalla mobilità allo sviluppo sostenibile. Prenderà in esame il ruolo degli architetti e dell’architettura nella costruzione di ambienti urbani democratici e sostenibili, e il loro collegamento con policymaking, governance e coesione sociale.

L’obiettivo della 10a Biennale è quello di informare e provocare un dibattito sul modo in cui sarà forgiato il futuro della società urbana, nel momento preciso in cui le città rappresentano, oggi, un nucleo critico per l’agenda globale. Si cercherà di ricondurre la struttura fisica delle città – gli edifici, gli spazi e le strade – e i progettisti – architetti, urbanisti e designers – alle dimensioni culturali ed economiche dell’esistenza urbana. Nei 300 metri delle Corderie dell’Arsenale, con la Mostra “Città. Architettura e società ” saranno presentate le città di portata globale, la maggior parte con popolazione superiore ai cinque milioni di abitanti e narrate le esperienze urbane di quattro continenti nel pianeta. Shanghai, Mumbai e Tokyo in Asia; Città del Messico, San Paolo e New York nelle Americhe; Lagos e Johannesburg in Africa; Beirut e Istanbul nell’area del Mediterraneo. E ancora città europee come Londra, Berlino e Mosca, proseguendo con le regioni urbane della Catalogna e del Nord-Italia (Milano, Torino, Genova). Oltre alla presentazione di dati ed informazioni su queste città del panorama internazionale, la Mostra Internazionale di Architettura 2006 esporrà anche i nuovi progetti architettonici e urbani che stanno determinando lo stile di vita, il lavoro e gli spostamenti nell’ambiente metropolitano di queste città.

La superficie dedicata alla Mostra coprirà più di 6.000 metri quadrati (la più vasta mostra al mondo dedicata alle città) negli spazi straordinari delle Corderie e dei Giardini della Biennale. Indirizzandosi ad un pubblico vasto e differenziato, tramite una grafica all’avanguardia, gigantografie di forte impatto, documenti visivi e sonori, la Biennale d’Architettura fornirà agli addetti ai lavori, informazioni nuove e dettagliate sulle complesse problematiche che influenzano l’odierna crescita urbana: nuovi sviluppi nei trasporti, forme emergenti di governance urbana e nuovi paesaggi dell’edilizia residenziale, di luoghi di lavoro e istituzioni pubbliche che stanno dando forma al mondo contemporaneo.

Sono 50 i Paesi che hanno già confermato la loro presenza alla 10. Mostra Internazionale di Architettura: essi forniranno una visione d’insieme assolutamente speciale su come i professionisti del settore stanno fronteggiando le diverse complessità urbane in parti diverse del mondo.
Nei Padiglioni nazionali, una gamma di progetti urbani e architettonici che rispondono alle pressioni della vita contemporanea: flussi migratori, espansioni urbane incontrollate, deindustrializzazione e cambiamenti sociali. Gli esempi presentati includono il caso di suburbanizzazione estrema in Irlanda, l’esponenziale sviluppo urbano in Asia, l’esclusione razziale nel Sud Africa del post-apartheid, l’effetto di una nuova architettura della rigenerazione urbana nelle cittadine e città del nord Inghilterra, e una nuova visione della città in Italia.
Oltre 20 scuole di architettura italiane ed estere saranno invitate a confrontarsi con il cuore della tematica di Città. Architettura e società e i loro lavori verranno esposti nel Padiglione Italia dall‘8 al 19 novembre 2006. L’iniziativa “Imparare dalle Città” sarà coordinata da Francesco Garofalo.

Le sezioni collaterali nell’ambito del progetto Sensi Contemporanei comprendono la mostra di Claudio d’Amato Guerrieri sulle Città di Pietra, che si terrà a Venezia alle Artiglierie dell’Arsenale, e la mostra di Rinio Bruttomesso Città – Porto, che avrà sede a Palermo. I tre mesi di apertura della Mostra Internazionale di Architettura (10 settembre- 19 novembre 2006) si accompagneranno anche ai lavori di una serie di conferenze su questi fondamentali temi urbani – mobilità, luoghi di lavoro, casa, sostenibilità e vita pubblica –con la partecipazione dei massimi esperti internazionali di infrastrutture urbane, pianificatori dei trasporti, policymaker e progettisti.

Copyright © - Riproduzione riservata
Venezia: 10a Biennale dedicata alle meta-città dal 10/09/2006 al 19/11/2006 Edilone.it