V° Giornata Nazionale del Trekking Urbano: in città nella notte di Ognissanti | Edilone.it

V° Giornata Nazionale del Trekking Urbano: in città nella notte di Ognissanti

wpid-trekking_urbano.jpg
image_pdf

Sembra raccogliere molte iscrizioni l’iniziativa che interesserà 33 città con la quinta giornata nazionale del Trekking Urbano: per le strade e i vicoli dei centri storici più famosi, l’happening si assocerà quest’anno ad un’atmosfera notturna.

Il trekking urbano viene proposto da città che si propongono a residenti e visitatori come luoghi salubri, dove coltivare il benessere della mente e del fisico anche attraverso il ritorno alla velocità del passo umano.Bastano 20 minuti al giorno di camminata a passo sostenuto per mantenersi in perfetta forma fisica e psichica. In questo modo il Trekking Urbano si rivela un ottimo antidoto contro le malattie cardiocircolatorie ed i deperimenti ossei come l’osteoporosi che si riducono del 50%.

Questa pratica và ben oltre i percorsi guidati: il trekker è infatti libero di gestire i propri tempi e spazi di percorrenza fermandosi quando gli pare e sconfinando ben oltre i limiti consigliati. Sentire, respirare, godere la città che visita. In tal modo si ricreano i legami con il tessuto urbano, con le sue tradizioni, i suoi prodotti tipici, con la sua storia. Anche il residente avrà il duplice vantaggio di sentirsi meno assediato ed avere la possibilità di vivere i percorsi quotidiani in altra maniera. Il suggerimento, è provare a capire e conoscere le città percorrendole a piedi al ritmo degli uomini che le hanno costruite molti secoli fa.

Venerdì 31 ottobre, si andrà di notte, a scoprire i luoghi più paurosi e oscuri che rendono intriganti gli antichi comuni italiani. “Esploratori a caccia di fantasmi” il tema di quest’anno con questa novità: i percorsi di trekking gratuiti con le guide, si svolgeranno in tarda serata. Tragitti misteriosi, talvolta stregati, resi magici dal buio della notte di Halloween.

Sarà possibile visitare le catacombe e le cripte di Palermo, Bologna di notte sulle tracce di John Grisham, addentrarsi nel centro storico di Salerno a lume di candela o scoprire il “carnaio”, una muraglia di ossa umane del Complesso Museale di Santa Maria della Scala a Siena.

Il Trekking Urbano è la ricetta scelta da 33 sindaci italiani per migliorare lo stile di vita dei cittadini.

Le città aderenti alla quinta edizione sono, oltre ad Ancona, Siena (capofila), Arezzo, Ascoli Piceno, Bari, Biella, Bologna, Brescia, Campobasso, Chieti, Cosenza, Ferrara, Forlì, Genova, Lucca, Macerata, Mantova, Massa, Matera, Palermo, Pavia, Perugia, Pisa, Prato, Ravenna, Salerno, Savona, Tempio Pausania, Trento, Treviso, Urbino, Verona, Viterbo. Qui, i partecipanti saranno accompagnati dalle esperte guide dell’AIGT – Associazione Italiana Guide Turistiche.

Tra queste, la città di Ancona, che fin dall’inizio ha sostenuto l’evento, ha varcato la soglia di 900 domande di adesione al programma messo a punto dall’assessorato al Turismo.

L’ itinerario guidato di circa un chilometro e mezzo e della durata di due ore è articolato lungo via della Loggia fino alla Chiesa di Santa Maria della Piazza (XIII sec.); attraverso vicolo della Serpe, si arriva a Piazza San Francesco e si prosegue per Piazza Stracca.

Per altre informazioni, consultare il sito www.trekkingurbano.info

di Lucia Russo

Copyright © - Riproduzione riservata
V° Giornata Nazionale del Trekking Urbano: in città nella notte di Ognissanti Edilone.it