Triennale di Milano, vincitore l'architetto Renzo Piano | Edilone.it

Triennale di Milano, vincitore l’architetto Renzo Piano

wpid-triennaleMilano.jpg
image_pdf

Assegnata il 24 maggio la Medaglia d’oro all’Architettura italiana 2006 nell’ambito del noto evento che, con cadenza triennale, mette in mostra i progetti finalisti e vincitori dell’omonimo premio, al fine di promuovere e riflettere sulle nuove e piu’ interessanti opere costruite nel Paese.
Vincitore del suddetto premio lo studio Renzo Piano-Building Workshop per l’High Museum of Art, Village of The Arts, Woodroof Arts Center, Atlanta, completato nel 2005.
‘L’High Museum of Art di Atlanta – si legge nelle motivazioni della giuria – rappresenta al meglio l’idea di progetto di Renzo Piano: riflette appieno la sua capacità di risolvere creativamente i temi connessi alle performance funzionali degli edifici e contemporaneamente di perseguire una visione della costruzione all’interno della tradizione italiana del disegno urbano. L’attribuzione della Medaglia d’Oro al nuovo museo di Atlanta vuole testimoniare proprio la sua capacità di di spiegare in maniera autorevole e convincente le doti di lettura della complessità urbana’.

E’ questo un periodo di grandi riconoscimenti per l’architetto italiano che è stato recentemente inserito dall’autorevole ” The Time” tra i “100
personaggi capaci di cambiare il mondo” in virtù del proprio potere, talento (è questo il caso di Renzo Piano) o virtù morale.
“Renzo Piano è padrone assoluto della luce e della leggerezza”. ….. “Non ero mai venuto prima in contatto con un architetto come lui. Non si avvicina ad una costruzione partendo da un’idea; ma la sviluppa partendo dal terreno.È inoltre uno degli architetti tra i più eleganti che io conosca”. Con queste parole più che lusinghiere, l’architetto Rogers descrive R.Piano sulla pagina a lui dedicata dal “The Time”.

L’edizione di quest’anno dela triennale, diversamente dalla prima del 2003, ha visto congiuntamente l’assegnazione di altri premi. Un “Premio Speciale all’Opera prima”, vinto da IaN+, edificio per laboratori Università degli Studi di Roma (Tor Vergata); un “Premio Speciale alla committenza” assegnato a Ferrari Spa, progetto di Massimiliano Fuksas (Maranello) e sette Menzioni d’Onore.

La Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana della Triennale punta alla promozione pubblica dell’architettura contemporanea come creatrice di qualità ambientale e civile, di un dialogo vitale tra progettista, committenza e impresa.

I vincitori sono stati selezionati da una giuria di cui hanno fatto parte Pio Baldi, David Chipperfield, Jean-Louis Cohen, Fulvio Irace e Arata Isozaki. La consegna dei premi è avvenuta per mano del presidente della Triennale, Davide Rampello ai vincitori ed ai finalisti mentre venivano proiettati i progetti.

Tra i tanti finalisti lo Studio Boeri, Gregotti, Canali, Quattro Associati, Valle.
Il Premio “Restauro” è andato allo studio Corvino + Molinari e Sarno per il Grattacielo Pirelli; la “Menzione d’Onore Abitare” a Gianfriddo e Pellegrino per case unifamiliari a Siracusa insieme a Camerana e Rosental per il Villaggio Olimpico di Torino; per “Cultura e Tempo Libero” Garofano e Miura per ampliamento della British School di Roma; “Infrastrutture Pubbliche”, Rota per il Foro Italico a Palermo.
L’evento è stato accompagnato da un volume dell’Electa che riporta i lavori degli Studi.

Con la dichiarazione pubblica dei vincitori tramite conferenza stampa, è stata aperta la mostra dedicata ai progetti finalisti e vincitori che durerà dal 25 maggio al 25 giugno 2006.

Triennale – Palazzo dell’Arte
Viale Emilio Alemagna 6
+39 02724341 (info)
orario: 10.30-20.30, chiuso il lunedì
(da verificare preventivamente per eventuali variazioni)
www.triennale.it

Copyright © - Riproduzione riservata
Triennale di Milano, vincitore l’architetto Renzo Piano Edilone.it