Un ponte tra Egitto e Arabia Saudita? | Edilone.it

Un ponte tra Egitto e Arabia Saudita?

wpid-9434_nuovapontesinaiMIN.jpg
image_pdf

Una rivelazione che arriva dal giornale tedesco Spiegel che cita come fonte alcuni funzionari del Ministero dei Trasporti egiziano: un probabile ponte che potrebbe collegare  l’Egitto e l’Arabia Saudita.
Un ponte  lungo 30 chilometri sul Mar Rosso, una fantasia che aleggia da circa 30 anni. Ora pare che sia stato approvato il progetto della struttura che dovrebbe sorgere sullo stretto di Tiran, per collegare Ras Nasrani, vicino Sharm el-Sheikh, alla città saudita di Ras Hamid.

La struttura, che secondo i piani dovrebbe ricalcare il Bridge di San Francisco consentendo il traffico simultaneo per automezzi e treni, poggerebbe su una delle zone più sismiche del mondo, non per niente chiamata Great Rift Valley, dove Great sta per grande e Rift Valley per Fossa Tettonica
Secondo il giornale tedesco il primo ministro egiziano Essam Sharaf avrebbe incaricato il generale Abdul Aziz di sovrintendere alla costruzione.

Il periodico statunitense Fast Company avanza però dubbi sul fatto che il progetto sia effettivamente in fase così avanzata e abbia già ricevuto l’approvazione definitiva del governo egiziano.
Certo è che il collegamento avrebbe un grandissimo valore commerciale e geopolitico: per la prima volta dalla fondazione dello stato di Israele nel 1948, gli stati arabi che lo circondano avrebbero un collegamento diretto via terra, senza dover attraversare il territorio di Israele. L’Arabia Saudita potrebbe vendere il suo petrolio via terra ai mercati africani, e il traffico marittimo attraverso il mar Rosso diminuirebbe sensibilmente.

A.U.

Copyright © - Riproduzione riservata
Un ponte tra Egitto e Arabia Saudita? Edilone.it