Per la messa in sicurezza dell’Umberto I arrivano 28 milioni

wpid-12104_policlinico.jpg

Oltre 28 milioni di euro per la messa in sicurezza del Policlinico Umberto I di Roma. È quanto stabilito dalla delibera approvata dalla Giunta regionale, che modifica la destinazione di parte dei fondi regionali previsti per il Policlinico nell’ambito del nuovo masterplan e delle criticità e urgenze indicate dal commissario straordinario dell’Umberto I.

“Con questo provvedimento – spiega la presidente Renata Polverini – diamo una risposta concreta per risolvere le criticità della struttura sanitaria e garantire la sicurezza di operatori e pazienti. Risorse che, insieme ai recenti interventi per la riorganizzazione e ristrutturazione dell’Umberto I, confermano l’impegno per il rilancio del Policlinico più importante di Roma e del Lazio”.

Nel dettaglio, i fondi sono in parte regionali, già previsti per la riqualificazione dell’assistenza sanitaria e la ristrutturazione edilizia del vecchio masterplan del Policlinico, che la giunta ha deciso di destinare alla realizzazione di interventi urgenti e non più rinviabili segnalati dal Commissario Alessio che ha posto come prioritaria la sicurezza nel nuovo masterplan.

L’obiettivo è ripristinare ottimali condizioni di sicurezza ambientale e dei luoghi di lavoro, e una particolare attenzione è riservata alle gallerie ipogee. Tra gli interventi prioritari previsti la messa in sicurezza e a norma relativa all’impianto idrico antincendio, l’impianto di rilevazione fumi, l’impianto elettrico, l’impianto di condizionamento, gli impianti dei gas medicali, l’abbattimento delle barriere architettoniche, l’adeguamento delle gallerie ipogee alle prescrizioni normative antincendio.

Tra le urgenze individuate dal commissario straordinario del Policlinico, in ottemperanza alle prescrizioni dell’Ispettorato del Lavoro e dei Vigili del fuoco, figurano la normalizzazione dei tratti di gallerie ipogee già oggetto di sequestro giudiziario, e interventi per la clinica medica, la clinica dermatologica, la clinica otorinolaringoiatrica, cardiologia, la clinica oculistica.

O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata