Londra: apre il cantiere della Shard Tower, di Renzo Piano | Edilone.it

Londra: apre il cantiere della Shard Tower, di Renzo Piano

wpid-shard_tower_piano.jpg
image_pdf

Partiranno a gennaio i lavori della Shard Tower, la grande torre di London Bridge, un grattacielo di 310 metri che offrirà una superficie di 111.400 metri quadrati e sorgerà al posto della Southwarks Towers, attualmente in fase di demolizione. La conclusione dei lavori prevista nel 2012.

La costruzione sarà finanziata da Qatari Diar Real Estate Investment Company, la divisione immobiliare del fondo sovrano del Qatar.
L’edificio di 72 piani, che porta la firma dell’architetto italiano Renzo Piano, è destinato a diventare il grattacielo più alto del Regno Unito, ma la crisi del credito ha rallentato la fornitura dei finanziamenti, pari a un miliardo di sterline. La somma stanziata da Qatari non è stata resa nota, ma aiuterà Lbq, la società che si sta occupando del progetto, ai portarlo avanti. Lbq è una joint venture internazionale formata da un consorzio di investitori arabi, che hanno tutti la stessa partecipazione, e sono: Qatar Islamic Bank, Qinvest, Qatar National Bank, Barwa International e Sellar Property Group.
Quatari Diar ha riferito che non è sua intenzione partecipare al capitale, ma sicuramente prenderà un posto nel consiglio d’amministrazione. Il consorzio di investitori arabi è diventato il principale proprietario del progetto a gennaio 2008 quando investì 150 milioni di sterline per acquistare una quota dell’80% e controllare l’intero progetto.

Copyright © - Riproduzione riservata
Londra: apre il cantiere della Shard Tower, di Renzo Piano Edilone.it