In Emilia-Romagna al via la ricostruzione delle scuole | Edilone.it

In Emilia-Romagna al via la ricostruzione delle scuole

wpid-11909_scuola.jpg
image_pdf

La ricostruzione in Emilia Romagna prende il via dal sistema scolastico. La Regione ha pubblicato le ordinanze e il bando di gara europeo per 28 costruzioni alternative alle scuole gravemente danneggiate dagli eventi sismici dello scorso maggio, per un finanziamento a disposizione di 56 milioni e 420 mila euro. L’obiettivo è disporre di strutture per ospitare le lezioni in tempo per l’inizio dell’anno scolastico.

La gara va a riguardare direttamente gli edifici non riparabili in tempi brevi, perché gravemente danneggiati e quindi lungamente inagibili. In loro sostituzione, verranno realizzati 28 edifici prefabbricati – per un totale di circa 600 aule e servizi accessori – duraturi ed energeticamente efficienti. I prefabbricati potranno essere realizzati con strutture portanti in legno, in acciaio, in cemento armato pre-fabbricato o in pannelli portanti in polistirene e successivo getto in calcestruzzo espanso. 18 dei prefabbricati saranno collocati in provincia di Modena (3 a Castelfranco e a Mirandola), 3 in provincia di Ferrara, 4 in provincia di Reggio Emilia e 3 in provincia di Bologna.

A partire dalla pubblicazione del bando (5 luglio), le imprese hanno 15 giorni di tempo per presentare le offerte per realizzare gli interventi (con un tetto di 8 lotti per offerta dalla singola impresa, e un massimo di 3 lotti assegnati). Una commissione apposita valuterà le offerte secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, attenendosi alle disposizioni previste dal “Protocollo d’intesa di legalità per la ricostruzione delle zone colpite dagli eventi sismici del 2012”, siglato il 26 giugno scorso.

Dopo l’assegnazione, i tempi saranno rapidi: 7-15 giorni per presentare il progetto esecutivo, apertura dei cantieri dopo Ferragosto per un massimo di durata dell’intervento pari a 1 o 2 mesi.

Inoltre, la Regione pubblicherà a breve un altro bando, dedicato agli edifici scolastici danneggiati dal terremoto per i quali si prevedono lavori di sistemazione che richiedono non oltre nove mesi di tempo: saranno utilizzati moduli provvisori in affitto, prevedendo sia il montaggio sia lo smontaggio. Questi interventi riguardano 26 strutture scolastiche di cui: 7 nel ferrarese, 3 nel bolognese, 2 nel reggiano e 14 nel modenese.

 

V.R.

Copyright © - Riproduzione riservata
In Emilia-Romagna al via la ricostruzione delle scuole Edilone.it