Thyssen riparte il processo il Comune di Torino chiede i danni... morali | Edilone.it

Thyssen riparte il processo il Comune di Torino chiede i danni… morali

wpid-16276_210_thyssen.jpg
image_pdf

“La ragione principale per cui il Comune si e’ costituito parte civile non e’ il danno materiale in se’ e neanche un semplice danno di immagine ma un danno morale, che e’ stato subito dal momento che quello che riteniamo uno dei fondamenti della costituzione di fatto di questa citta’, e cioe’ l’impegno a favore della tutela della sicurezza sui posti di lavoro, e’ stato leso da questa tragedia”. Sono parole del sindaco di Torino Sergio Chiamparino pronunciate, questa mattina, in aula, alla ripresa del processo contro i vertici della Thyssen per l’incendio del 6 dicembre 2007 in cui persero la vita sette operai.

Chiamparino, ascoltato in qualita’ di testimone di parte civile per il comune, ha ricordato come il tema della tutela dei lavoratori sia stato da sempre, fin dagli anni dell’industrializzazione di massa, inserito nella contrattazione del lavoro da parte della citta’. Il sindaco ha, inoltre, elencato le varie iniziative che Torino adotto’ per stare vicino sia in termini materiali che di conforto alle famiglie colpite dai lutti e le decisioni assunte dall’amministrazione per manifestare l’ondata dui cordoglio, che aveva investito tutta la citta’: tra queste anche l’annullamento dei festeggiamento per il Capodanno 2007-2008 particolarmente sentiti in occasione delle manifestazione legate al Torino World Design. “L’intenzione della citta’ e’ di destinare l’eventuale riconoscimento del danno per finanziare borse di studio e attivita’ di ricerca sui temi della sicurezza sui luoghi di lavoro e, quindi, di investire sui giovani, che fanno di questo tema l’oggetto delle loro attivita’”.

Fonte AGI

Copyright © - Riproduzione riservata
Thyssen riparte il processo il Comune di Torino chiede i danni… morali Edilone.it