Sicurezza: nelle imprese associate Ance Perugia arriva Safety Tutor | Edilone.it

Sicurezza: nelle imprese associate Ance Perugia arriva Safety Tutor

wpid-16232_264_cantiere.jpg
image_pdf

Safety Tutor utilizza la tecnologia Rfid (Radio frequency identification) che permette il riconoscimento e l’identificazione  automatica, sfruttando le frequenze radio, di persone e oggetti. Il sistema riesce infatti a riconoscere le persone, la dotazione di protezione individuale e i beni strumentali di ciascun lavoratore delle imprese edili, con l’obiettivo di prevenire gli infortuni nei cantieri. Messo a punto da Securcantieri, Safety Tutor sarà presto una realtà per le imprese associate ad Ance Perugia, grazie all’accordo siglato tra l’azienda produttrice e l’Associazione dei costruttori edili di Perugia.

“Attraverso la collaborazione con Securcantieri – ha commentato Massimo Calzoni, presidente di Ance Perugia -, il sistema potrà essere utilizzato a condizioni di particolare favore dalle imprese edili associate. Inoltre, aggiungiamo un tassello al nostro impegno per migliorare la qualità delle condizioni di lavoro e per incidere ancora di più nella riduzione degli infortuni”. Supervisionare le condizioni di sicurezza dei macchinari pericolosi, controllare l’accesso ai luoghi di lavoro e verificare l’effettivo utilizzo delle protezioni sono le principali funzionalità del sistema, che può essere utilizzato sia nella cantieristica edile che nell’industria. L’innovativa tecnologia Rfid permette così ai responsabili del cantiere o a quelli della sicurezza di avere in tempo reale il quadro aggiornato della situazione.

Installato ai varchi di accesso alle zone di lavoro, Safety Tutor può essere personalizzato configurando la policy di sicurezza attraverso un software che, installato direttamente sul computer, consente al responsabile della sicurezza di specificare tutte le variabili – tra cui il personale autorizzato, le dotazioni di protezione individuali richieste, l’attrezzatura e l’orario di lavoro -. Ogni volta che un addetto passa nell’area supervisionata il sistema “legge” il badge del lavoratore, verifica l’effettivo utilizzo della dotazione di sicurezza e, se rileva una  violazione delle normative o dei parametri di cantiere, emette un allarme acustico.

Copyright © - Riproduzione riservata
Sicurezza: nelle imprese associate Ance Perugia arriva Safety Tutor Edilone.it