Rischio vibrazioni: la guida dell’Iso | Edilone.it

Rischio vibrazioni: la guida dell’Iso

wpid-253_ebrtg.jpg
image_pdf

È stato recentemente pubblicato dall’Iso un insieme di 202 standard sulla sicurezza in materia di vibrazioni meccaniche e per il monitoraggio delle condizioni delle macchine, compresi i veicoli e strutture, come ponti e costruzioni.

Tali norme consentono di agevolare il commercio internazionale, migliorare l’ambiente, assicurare migliori condizioni di salute umana e della sicurezza pubblica, ma anche sostenere le risorse della terra attraverso una implementazione dell’efficienza delle macchine.

Disponibili su CD rom, i documenti comprendono l’intero portfolio del Comitato Tecnico ISO ISO/TC 108, “Vibrazioni meccaniche, shock e monitoraggio delle condizioni”, così come una selezione di altri standard Iso correlati. Lo scopo della pubblicazione è l’individuazione di standard comuni in materia di vibrazioni meccaniche e la verifica degli effetti sugli esseri umani, macchine, veicoli (aria, mare, terra e ferrovia) e sulle strutture fisse, utilizzando approcci multidisciplinari.

La documentazione ISO/TC 108 è  stata formalmente riconosciuta dalla Bureau International des Poids et Misure (BIPM), l’organizzazione intergovernativa responsabile del coordinamento del sistema di misurazione internazionale. 

Copyright © - Riproduzione riservata
Rischio vibrazioni: la guida dell’Iso Edilone.it